Charlottesville, Virginia - University of Virginia - John Paul Jones Arena - 27 Settembre 2007

Niente di nuovo nemmeno in questa setlist di Charlottesville (siamo ancora in Virginia).
Come sempre molte canzoni da Modern Times (dalle 5 alle 7 in genere ormai ad ogni show) ma in fondo è o non è la Modern Times Revue?... E poi le solite canzoni degli anni '60, sempre dagli stessi tre album (Freewheelin', H61 e Blonde on blonde).
Qui alla John Paul Jones Arena della University of Virginia parliamo con Lee New di questo nuovo concerto di Bob come sempre preceduto da Elvis Costello e dal set di riscaldamento di Amos Lee.
Amos ha suonato per circa trenta minuti (circa otto canzoni) con la chiusura dedicata al brano di Sam Cooke, A Change Is Gonna Come, interpretata anche magistralmente da Bob Dylan in passato.
Elvis invece ha anche cantato un pezzo di John Lennon con il nostro amico Lee che appena l'ha riconosciuta e esploso in un sonoro ed entusiasta "I don't want to be a soldier mama, I don't want to die!', unico tra i 20.000 spettatori, però, che sembrava conoscere le parole tanto che - ci dice - Elvis lo ha guardato ammiccando e ridendo. "Mi sono sentito speciale", racconta Lee.
"Poco prima dell'arrivo di Bob sul palco - ci dice Lee - ecco che parte questa introduzione tipo "Bob Dylan, Progenitor of Rock of Roll! Inventor of Substance Abuse! Rock Icon of the 70's! Washed up in the 80's! Rose Phoenix-like in the '90s! Still the Greatest Show on Earth" o altre cazzate del genere... Poi Dylan si lancia in Leopard-Skin Pill-Box Hat che evidentemente io ero troppo stupido per riconoscere, infatti non l'ho riconosciuta. Segue Don't Think Twice, It's Alright che è stata davvero eccellente (e che ho riconosciuto immediatamente) e poi Watching the River Flow, anche questa molto familiare per me..."
E dopo questo inizio anni sessanta arrivano poi brani più recenti... "Già, ed è stato a questo punto che ho capito che avrei dovuto avere un traduttore per capire le liriche di queste canzoni con le quali invece non ho molta familiarità. Ma questo non mi ha però impedito di godermele ugualmente..."
Le canzoni in questione sono Blind Willie McTell e poi i primi hits da Modern Times, ovvero The Levee's Gonna Break, che diventa più bella ad ogni nuova esecuzione dal vivo (e pensare che sul disco era stata una delle meno gettonate all'epoca dell'uscita) e poi la ormai indescrivibile per quanto è bella Workingman's Blues #2.
Che mi dici delle canzoni di Modern Times, Lee? "Sono state eseguite molto bene, davvero. Ho notato che Bob canta pronunciando a voce alta le liriche di queste nuove canzoni mentre bofonchia quelle dei vecchi classici..."
Dopo le canzoni recenti si torna a fare un tuffo nel passato con Tangled Up In Blue, uno dei pochi brani degli anni settanta che ancora Bob propone, e poi di nuovo sixties a tutto spiano con il superclassico A Hard Rain's A-Gonna Fall, la sempre tiratissima ed esaltante Highway 61 Revisited e poi Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again, inframmezzate da Spirit On The Water.
A proposito, ci credereste? Anche stasera sonoro boato (Noooo) al verso "You think I'm over the hill?". Questo siparietto rischia di diventare più celebre e ricorrente del famoso boato successivo al "...even the president of the United States...".
Il set si chiude con l'ennesimo capolavoro da Modern Times, Ain't Talkin', dalla solita travolgente Summer Days e da un altro superclassico dei sixties, Ballad Of A Thin Man. Totale: ben 7 canzoni dagli anni sessanta e ben 6 da Modern Times e "Love and theft". Bob, ricordati che hai fatto circa altri 40 dischi oltre i due recenti, H61 e BoB. Ok? E tanto per mantener fede a
quanto detto Bob propone stasera nei bis la recentissima Thunder on the mountain e l'antica All along the watchtower...
Quali sono stati gli highlights per te stasera Lee? "Sicuramente Tangled Up In Blue, Highway 61 Revisited e All Along The Watchtower..."
E Hard rain no? "Ho pensato che suonasse alquanto anacronistica ed irrilevante, ma chissà?"
Michele Murino


La setlist:

01.  Leopard-Skin Pill-Box Hat
02.  Don't Think Twice, It's All Right
03.  Watching The River Flow
04.  Blind Willie McTell
05.  The Levee's Gonna Break
06.  Workingman's Blues #2
07.  Tangled Up In Blue
08.  A Hard Rain's A-Gonna Fall
09.  Highway 61 Revisited
10.  Spirit On The Water
11.  Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
12.  Ain't Talkin'
13.  Summer Days
14.  Ballad Of A Thin Man

Bis:

15.  Thunder On The Mountain
16.  All Along The Watchtower


La band:

Bob Dylan - chitarra, tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria