Chicago, Illinois - The Chicago Theatre - 29 Ottobre 2007

E' arrivato il novantesimo, l'arbitro ha fischiato la fine dell'incontro ma purtroppo non sono arrivati nè i gol, nè i rigori, ne' i pali e ne' le traverse che auspicavamo qualche giorno fa, nella speranza che almeno l'ultimo giorno del Dylan tour riservasse qualche sorpresa. C'è stata dunque solo una punizione a due in area di rigore. Amos Lee ha toccato la palla per Elvis Costello che ha tirato in porta mentre sulla traiettoria Bob tentava la deviazione vincente a rete che non c'è stata perchè ha solo sfiorato la palla.
Amos e Elvis si sono infatti uniti a Bob e alla sua band nel finale per una "I shall be released" a tre. Niente di memorabile dunque ma solo un dato per le statistiche. Qualcuno dirà meglio che niente e allora lo diciamo anche noi che normalmente siamo di bocca buona. Nella speranza però che il prossimo tour di Bob sia completamente differente e Dylan ritrovi la voglia di esplorare il suo sterminato songbook sorprendendo il pubblico con canzoni nuove per la dimensione live, perchè sinceramente
queste scalette basate sugli hits dei 60 e sui brani di "L&T" e Modern times e che continua a riproporre da sei/sette anni a questa parte hanno davvero detto tutto.
Siamo sempre al Chicago Theatre per la terza ed ultima giornata qui nella Windy City, e ultima del tour, e Jeremy Quinn ci dice che lo show è stato delizioso, il suo primo dell'anno (e naturalmente l'ultimo). "E' stato grande rivedere Dylan alla chitarra - ci dice - e guardare da sotto la tesa di un ampio cappello dell'era della Rolling Thunder Revue... Ha un modo di trascinare la melodia lemme lemme in uno stile molto da armonica durante i suoi assoli che potrei ascoltare in continuazione per tutta la serata, uno stile molto efficace soprattutto su un brano pastoso, allegro e country come I'll BeYour Baby Tonight..."
Ci segnali qualche brano che ti è particolarmente piaciuto? "You're a Big Girl Now è stata una vera delizia . Bob l'ha cantata benissimo, specialmente il grido ascendente "I know where I can find you / in somebody's room!", con l'aggiunta di un po' di frasi nuove. Grandi urla di gioia tipo 'We love you Bobby!' da parte del pubblico".
E a proposito di grida da parte del pubblico, inutile segnalare le solite in concomitanza con la parte finale di Spirit on the Water... "Già! Quando è arrivato al verso "you think I'm over the hill / you think I'm past my prime / let me see what you've got", Bob ha cantato il "you've" con un'enfasi stagliata che non è presente sul disco, quasi una sfida..."
Hai capito le nuove liriche in Workingman's Blues #2? "Sì, mi sembra si riferissero ad una "twilight on midsummer's eve" e poi mi sembra che abbia parlato di "not believing folks would want him around..." .
"Ho assistito anche ad una terrificante Things Have Changed, stasera, alla migliore Under the Red Sky che abbia mai sentito (molto completa, molto commovente e divertente, con la voce di Bob in grande forma) e ad una Aint Talkin' con un ritmo come ruote di treno e lo "staccato" di violino di Donnie che ha dato alla canzone un ritmo fresco ed irresistibile..."
Che mi dici della "sorpresa", per così dire ovviamente, di I shall be released...? "Ho avvertito un caldo sentimento durante il brano con Elvis ed Amos che cantavano a turno le strofe..."
Durante la presentazione della band Bob presenta come special guest una donna in prima fila: "...and here's a woman in front who's been working with her cell phone camera all night - man, she ain't seen or heard nothin'!" ("...e una donna qui di fronte che ha usato la sua camera del telefonino cellulare per tutta la sera... Dio, non deve aver visto nè sentito niente!").
Alla fine arriva sul palco un bouquet di rose gialle... e tutti a casa!
Stavolta per sempre (fino al prossimo tour, cioè).
Michele Murino


La setlist:

01.  Cat's In The Well
02.  Lay, Lady, Lay
03.  I'll Be Your Baby Tonight
04.  You're A Big Girl Now
05.  Rollin' And Tumblin'
06.  Spirit On The Water
07.  Cry A While
08.  Workingman's Blues #2
09.  Things Have Changed
10.  Under The Red Sky
11.  Highway 61 Revisited
12.  Ain't Talkin'
13.  Summer Days
14.  Like A Rolling Stone

Bis:

15.  I Shall Be Released
Elvis Costello ed Amos Lee alle voci. Dylan alla tastiera.
16.  Thunder On The Mountain
17.  All Along The Watchtower


La band:

Bob Dylan - chitarra, tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria