Dayton, Ohio - Wright State University - Nutter Center - 16 Ottobre 2007

Nuova data dell' "Ecchedueppalle Tour". Siamo ancora in Ohio, a Dayton e indovinate chi ritroviamo? Incredibile ma vero... ma lui... David Moore naturalmente! Subito ci dice che stasera Dayton ha tradito un po' Dylan perchè c'era poca gente al concerto. Dov'eravate tutti? si chiede. Magari si sono rotti un po' delle solite canzoni, rispondo io... e gli sono bastate le altre date in Ohio... o no?
Poi Dave si lamenta della security: troppa e troppo pressante. "Sono stato perquisito un sacco di volte" - dice "e mica portavo un fucile o un lanciarazzi... Si comportavano come se invece stavi per tirare fuori una pistola anche solo se toccavi il cellulare..."
Scaletta stagnante anche stasera con i soliti brani dall'inizio del tour con l'aggiunta di My Back Pages che non è certo una novità ma che un briciolo di freschezza porta (pensate un po'!).
Stasera è stato fantastico comunque per Dave (e ti pareva, sei concerti di fila e tutti fantastici per lui, forse perchè tutti uguali... fantastico il primo, ovviamente gli altri non possono essere che fantastici :o) ).
Per lui gli highlights di stasera sono It Ain't Me, Babe, Love Sick, The Levee's Gonna Break, High Water (For Charlie Patton), My Back Pages, Summer Days e Masters Of War.
"E' la prima volta che sento dal vivo My back pages, ed è stato probabilmente il più bel pezzo della serata..."
L'unica vera novità della serata è che Bob dopo le prime tre canzoni alla chitarra come sempre, la riprende in mano nel finale per Masters of war... Ma in realtà sembra che sia successo solo perchè la tastiera si è rotta ed è stato obbligato a prendere la chitarra.
Prima del concerto come sempre Costello e prima ancora Amos Lee che ha inserito nuove canzoni nella sua scaletta (se qualcuno prendesse esempio...).
John Ward ci dice che questo era il suo secondo concerto di Bob Dylan e che il primo risaliva agli anni Settanta nella sua "fase Vegas" (?)... "Sono rimasto estremamente impressionato da Bob e dalla sua band stasera e sono realmente sorpreso di quanto Dylan metta nel suo show di due ore. Sono rimasto sbalordito per come canta ancora i suoi testi in maniera potente e chiara."
E i tuoi, di highlights? "Highway 61 Revisited, When the Leeve Breaks (così la ribattezza John, ndr), Nettie Moore e My Back Pages. Non mi aspettavo davvero tutta questa energia, questo show ad alto voltaggio. Credo che molte più persone debbano andare a vedere Dylan perchè mette davvero il cuore nella sua esibizione... Anche se speravo in Tangled Up in Blue, Like a Rolling Stone ed altre tra le mie preferite, sono comunque sbalordito di come Bob abbia ancora migliorato le canzoni di Modern Times e "Love and Theft". Una performance assolutamente grande."
Michele Murino


La setlist:

01.  Rainy Day Women #12 & 35
02.  It Ain't Me, Babe
03.  Watching The River Flow
04.  Love Sick
05.  The Levee's Gonna Break
06.  Spirit On The Water
07.  Things Have Changed
08.  Workingman's Blues #2
09.  High Water (For Charlie Patton)
10.  My Back Pages
11.  Highway 61 Revisited
12.  Nettie Moore
13.  Summer Days
14.  Masters Of War

Bis:

15.  Thunder On The Mountain
16.  All Along The Watchtower


La band:

Bob Dylan - chitarra, tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria