sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Asheville, North Carolina
The Orange Peel
9 Aprile 2004

To Be Alone With You
It's All Over Now, Baby Blue
Unbelievable
Make You Feel My Love
Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)
Can't Wait
If Not For You
Cold Irons Bound
If Dogs Run Free
Highway 61 Revisited
Not Dark Yet
Honest With Me
I Believe In You
Summer Days

Bis:

Cat's In The Well
Like A Rolling Stone
All Along The Watchtower


COMMENTO: WOOOOWW!!! Ladies & Garbagemen, siamo al The Orange Peel di Asheville, North Carolina per seguire il nuovo appuntamento live con Bob Dylan, dunque benvenuti alla nuova puntata di What's Going On Your Show.
Il solido rock 'n' roll di To Be Alone With You, guidato dalle chitarre di
Freddy e Larry, apre il concerto; è una versione davvero molto coinvolgente
sopratutto perchè Bob a metà canzone comincia ad imitare Jerry Lee Lewis
ballando e muovendosi dietro al piano.
Non impressiona particolarmente la successiva It's All Over Now, Baby Blue, Bob canta con voce abbastanza monotona e anche la band non regala grandi emozioni che viceversa arrivano con la successiva... Un lungo intro di chitarra di Larry ed è subito Unbelievable, trasformata in un rock travolgente con Bob davvero in grande forma.
Bellissima anche Make You Feel My Love, interpretata da Bob con un tono piuttosto maliconico dato anche dalle parti di piano diverse rispetto alle versioni precedenti.
Il rock-blues arriva con Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) che dimostra di essere sin dalle prime note incandescente con Freddy e Larry che duellano alla grande supportati da Tony e Bob che imprimono un ritmo preciso e mai scontato.
Can't Wait non è eccellente, sopratutto per quello che concerne la band che non offre spunti particolari eccetto qualche riff; Bob canta con una evocativa voce roca, ma non aggiunge molto ad una performance incolore.
If Not For You, è presentata in un arrangiamento leggermente diverso, dal ritmo un po' più sostenuto, il che rende il risultato finale nettamente migliore rispetto al debutto in questo tour, merito forse della performance vocale di Bob davvero impeccabile.
Cold Irons Bound velata dalle solite cadenze post-rock, appare davvero in tutta la sua magia, vibrante, solida, trascinante; Bob è della partita con ottime parti di piano ma sopratutto con un'interpretazione vocale da brividi.
If Dogs Run Free torna a brillare nell'arrangiamento jazz; Bob è perfetto alla voce ma la canzone è tutta di Freddy che da consumato jazzman sfodera assoli grandiosi.
Highway 61 Revisited è travolgente e il pubblico applaude entusiasta ma nel bel mezzo dell'ultimo assolo Freddy perde la strada del ritorno e lascia la palla infuocata nelle mani di Larry, che si destreggia alla grande.
Le cose vanno molto meglio in Not Dark Yet presentata in una versione più rock in cui anche Bob appare più a suo agio cantando con grande trasporto e passione.
Ottima è anche la solita Honest With Me, martellante come sempre e sommersa da assoli che la accelerano e rallentano.
Il miglior pezzo della serata arriva quasi in conclusione con I Believe In You, che è anche l'ultimo lampo del concerto. Bob canta quasi sussurando e la band fa magie.
Che dire? Un'ottima serata, con una bella scaletta e con Bob in grande forma.
Poi arrivano Summer Days e i consueti bis che chiudono la serata.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION