sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Washington D.C.
Warner Theater
4 Aprile 2004

God Knows
Forever Young
Lonesome Day Blues
Tryin' To Get To Heaven
Tangled Up In Blue (acustica)
Tweedle Dee & Tweedle Dum
Blind Willie McTell
Highway 61 Revisited
I Shall Be Released
High Water (For Charley Patton)
Just Like A Woman
Honest With Me
I Believe In You
Summer Days

Bis:

Like A Rolling Stone
All Along The Watchtower


COMMENTO: OOOOH OOOH OHYEAAAAAAAA!!!
Ladies & Gentleman, benvenuti alla nuova puntata di What's Going On In Your Show per seguire la terza serata a Washington D.C., come sempre alla tastiera il vostro inviato virtuale sul campo Sal "Eagle".
Si parte subito con una gradita sorpresa, God Knows, Bob come sempre è al piano, alla batteria c'è George, l'arrangiamento ricorda vagamente quello degli anni passati ma per una buona metà della canzone è guidato dalle sole chitarre, quella di Larry che fornisce un tappeto rumoristico e quella di Freddy che invece si muove su sponde più melodiche.
Poi parte la batteria e Freddy si scatena, Bob comincia ad aggredire la
canzone, cantando alla grande.
Segue una splendida versione di Forever Young, con George ancora alla batteria, Bob canta con un tono velato di malinconia, in certi momenti sembra quasi vicino alle lacrime.
Durante i ritornelli Larry accompagna Bob cantando con lui, ma ciò che rende questo pezzo strepitoso è Freddy che sul finale si lancia in un solo di chitarra da brividi.
Larry prende la slide e si parte con una travolgente Lonesome Day Blues, Bob sembra trasformato rispetto a Forever Young, infatti canta in modo davvero travolgente muovendosi continuamente mentre suona il piano, Larry sul finale esegue un assolo di slide da brividi.
Larry passa alla pedal steel e si parte con Tryin' To Get To Heaven, Bob torna al tono triste e sommesso, ma riesce a rendere in modo eccezionale la canzone.
Tangled Up In Blue è in versione acustica con Larry all'acustica, Tony al contrabbasso e George alla batteria. Il risultato è magnifico, Bob canta con grande trasporto e suona l'armonica alla grande, otttimo il solo di Freddy. Tweedle Dee & Tweedle Dum è un buon modo per spezzare un po' le atmosfere tristi di Tangled Up In Blue, in poche parole un diversivo di lusso e nulla di più.
Larry prende la cittern e si parte con Blind Willie McTell; alla batteria c'è
Ritchie che imprime un ritmo davvero incisivo lungo tutta l'esecuzione
rallentando e accelerando in base all'intonazione di Bob che sfodera una
delle migliori performance della serata.
Highway 61 Revisited è magma sonoro allo stato puro, questa volta alla slide c'è Freddy che si lancia in scorribande di riff in duetto con Larry che è all'elettrica, Richie è ancora alla batteria e trascina tutti alla grande.
Segue un altro attesissimo ritorno, I Shall Be Released, Bob è perfetto al piano ma sopratutto all'armonica, canta in modo assai toccante senza mai toccare i toni tristi di Forever Young, Richie alla batteria dà un ottima base ritmica.
High Water (For Charley Patton), segna il ritorno dietro ai piatti di George, le cose non cambiano molto dato che sono eccezionali sia lui che Ritchie ma il sound acquista spessore, Freddy & Larry afferrano ogni nota per creare e si destreggiano alla grande, Bob ancora una volta impressiona al cantato.
Ottima anche Just Like A Woman, questa sera eseguita quasi in andamento
waltz, Bob fa ottime cose al piano ma ancora una volta è Freddy il
protagonista.
Honest With Me, con Larry alla slide guitar e George alla batteria, è travolgente, il pubblico apprezza e applaude alla grande.
Subito dopo Bob stacca la spina e penalizza con un'interpretazione mediocre I Believe In You su cui la band si destreggia alla grande.
Summer Days fa ballare il pubblico ma Bob ormai è già in pullman con la testa, tuttavia alla fine si accorge che qualcuno gli porge dei fiori dal pubblico, e li prende sorridendo.
Dopo una breve pausa Bob e la band tornano sul palco e a dimostrazione che Bob è forse stanco eseguono solo Like A Rolling Stone e All Along The Watchtower, che tuttavia rappresentano un ultimissimo barlume di forza interpretativa di Bob.
In sintesi è stato un concerto ottimo per lunga parte, sul finale si è avuta una forte flessione, ma ormai sembra una cosa acclarata, Bob parte veloce ma con poca benzina. Forse è meglio così.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION