sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Washington D.C.
9:30 Club
2 Aprile 2004

1. Drifter's Escape
2. Hazel
3. Tweedle Dee & Tweedle Dum
4. Just Like A Woman
5. It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
6. Positively 4th Street
7. Highway 61 Revisited
8. Love Sick
9. If Dogs Run Free
10.Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)
11.Not Dark Yet
12.Honest With Me
13.It Ain't Me, Babe
14.Summer Days

Bis: 

15.Cat's In The Well
16.Like A Rolling Stone
17.All Along The Watchtower


COMMENTO:
BOB IS GOD IS OFFICIAL!!!!!!!!!!!!!
Yeaaaaa un'altro grandissimo concerto, anzi che dico un altro concerto indimenticabile come quelli finali del tour europeo del 2003, certo non c'è Romance In Durango ma in compenso c'è Hazel, provata sempre in soundcheck, prove e mai debuttata veramente dal vivo.
Se non è un evento questo cos'è?
Veniamo comunque alla cronaca.
Siamo a Washington D.C. al 9:30 Club, un piccolo ma bellissimo locale, dalla buona acustica.
Si parte da una poderosa rilettura di Drifter's Escape, Bob è subito della partita con un ottimo lavoro al piano ma sopratutto con una voce strepitosa, grandi le chitarre di Larry e Freddy.
Il secondo pezzo è subito una sorpresa, è Hazel.... sì Hazel, incredibile!! Hazel, è eseguita in un arrangiamento molto simile a quello su Planet Waves, perfetta la ritmica, perfette anche le chitarre, insomma subito un highlight. Tweedle Dee & Tweedle Dum, è molto divertente, ritmata con ottime parti di chitarra, Bob canta in modo molto coinvolgente quasi volesse invitare il pubblico a muoversi.
Just Like A Woman è perfetta, ancora una volta superlativa è la prova vocale di Bob che si destreggia alla grande anche al piano, Freddy e Larry regalano qualche emozione con le parti di chitarra un po' limitate ma sempre efficacissime.
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding, è guidata da una ritmica tellurica quasi ossessiva, come sempre con i versi cantati in modo ficcante e preciso, Larry infonde la base melodica mentre Freddy la infarcisce di assoli.
Positively Fourth Street è molto ispirata, anche l'interpretazione brilla per intensità sia strumentale sia vocale.
Highway 61 Revisited è tiratissima con le chitarre in primo piano, Larry alla slide e Freddy all'elettrica fanno magie, Bob come sempre sfodera la sua voce blues.
Love Sick si rivela una delle versioni più belle in assoluto, la voce di Bob è velata dalla malinconia ma ancora meglio gira la band che fornisce per il testo un'atmosfera perfetta.
If Dogs Run Free è meno jazz di come la ricordavamo e un po' più rock, Bob al piano si destreggia alla grande, ottime le parti di chitarra jazz di Freddy.
Ancora un blues roventissimo arriva con Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) in cui le due batterie trascinano la band in una performance da urlo, grandi parti di chitarra e ottimo anche Bob al piano. Not Dark Yet è sulla falsa riga delle precendenti interpretazioni di questo tour, misurata, molto melodica, ma sopratutto estremamente precisa
tecnicamente.
Honest With Me riapre il discorso lasciato su Tweedle Dee, infatti Bob ancora una volta sembra invitare il pubblico già caldo, ma non molto coinvolto a muoversi.
It Ain't Me, Babe è solo una breve pausa prima dell'orgia di suoni elettrici del finale aperto da Summer Days e chiuso dai classici bis.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION