sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Chicago, Illinois
Park West
8 Marzo 2004

1. Tangled Up In Blue (acustica)
2. Don't Think Twice, It's All Right (acustica)
3. High Water (For Charley Patton)
4. Silvio
5. Positively 4th Street
6. Watching The River Flow
7. Lay, Lady, Lay
8. Cold Irons Bound
9. Rainy Day Women #12 & 35
10.Bye And Bye
11.Dignity
12.Honest With Me
13.Shooting Star
14.Summer Days

Bis:

15.Man In The Long Black Coat
16.Cat's In The Well
17.Like A Rolling Stone

Secondo Bis:

18. All Along The Watchtower


COMMENTO:
YEAAAAAAA! Maggie's Farmers... siamo di nuovo a Chicago per la
nuova tappa del tour 2004 di Bob Dylan...
Sede del concerto è il Park West.
Larry e Tony prima del concerto sono stati fermati da alcuni fan mentre
attraversavano la strada per entrare in teatro, entrambi hanno accettato di
firmare autografi e hanno parlato per un po' con loro.
Dopo la classica introduzione, e la presentazione la band sale sul palco al completo, Bob entra per ultimo.
L'inizio è shock.... il riff iniziale annuncia Tangled Up In Blue. E' una versione davvero ottima, grande Bob al piano e alla voce. La seconda sorpresa è Don't Think Twice It's All Right con Larry alla cittern, Freddie all'acustica e Tony al contrabbasso.
La resa è stratosferica, perfetto il lavoro della parte ritmica ottimo l'intreccio di chitarra acustica e piano, la voce di Bob è velata da una sorta di particolare sarcasmo.
Poi arriva Highwater, il testo è modificato sensibilmente da Bob, che offre ancora una volta un'ottima prova al cantato, grande il lavoro di Larry che praticamente sorregge da solo questo nuovo arrrangiamento.
Il break elettrico di Silvio è grandioso, ottimo è il lavoro delle due chitarre
di Larry e Freddy che duellano su un grande riff rollingstoniano spinto da
un immenso George alla batteria.
Positively 4th Street, è in una resa buona, non brilla particolarmente la band, ma in netta evidenza c'è il lavoro di Bob al piano.
Larry prende la slide e si parte con Watching The River Flow, giocata sui continui scambi di grandi riff tra le due chitarre e supportata da un ottimo Richie alle percussioni.
Lay Lady Lay, è l'ennesima sopresa della serata, Larry siede alla pedal steel, Freddy è all'elettrica, il suo lavoro emerge in un bel riff centrale ma ad impressionare davvero è Bob che canta con una roca ma romanticissima voce.
Dopo il miele arriva l'acido di Cold Irons Bound, in una versione potentissima, che ricorda da vicino quella delle serate precedenti.
Il classico riff tambureggiato annuncia l'ennesima sopresa della serata ovvero Rainy Day Women #12 & 35, Bob sembra divertirsi moltissimo, durante la canzone Larry, passato all'elettrica duella alla grande in una breve jam con Freddy.
Una delle perle della serata è la successiva Bye and Bye, ottime le parti di piano di Bob, e grandi gli assoli jazzy di Freddy.
In Dignity, Bob salta qualche verso e poi lo ricuce con la strofa successiva, nomale amministrazione, ma grande performance strumentale dalla band. Honest With Me è la canzone più apprezzata dalla serata, succede una cosa particolare durante la canzone, Bob sembra più volte intenzionato a prendere la chitarra, ma dopo averci pensato un po' torna al piano.
Un episodio particolare accade durante Shooting Star, Bob cambia idea durante l'esecuzione e Larry passa dalla pedal steel all'acustica. E' una versione quasi perfetta, in cui tutte le strofe sono seguite da un assolo. Summer Days, non ha la stessa forza di quella eseguita al The Vic, Bob è tentato ancora di prendere la chitarra ma ci ripensa.
Poi arrivano i bis.
Si parte con Man in the Long Black Coat, Larry è all'acustica, Bob al piano sfiora la magia ma quando arriva il verso "I went down to the river, but I just missed the boat" è poesia pura.
Cat's in the Well e Like Rolling Stone, sono su alti livelli, grandi arrangiamenti ma performance stanche. Il concerto sembra finito ma Bob torna in cattedra dopo una pausa ed arriva una stratosferica resa di All Along The Watchtower.

Salvatore Esposito


Bob & band nel concerto di St. Louis del 3 marzo


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION