sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
St. Louis, Missouri
The Pageant
2 Marzo 2004

1. Down Along The Cove
2. It's All Over Now, Baby Blue
3. Cry A While
4. The Lonesome Death Of Hattie Carroll
5. It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
6. Girl From The North Country (acustica)
7. High Water (For Charley Patton)
8. Watching The River Flow
9. Can't Wait
10. Highway 61 Revisited
11. Shooting Star
12. Honest With Me
13. Saving Grace
14. Summer Days

Bis:

15. Cat's In The Well
16. Like A Rolling Stone
17. All Along The Watchtower


COMMENTO: YEAAAAAAA!!!!!!! Amici e Amiche di Maggie's Farm, siamo per la seconda sera a St.Louis, Missouri per seguire il nostro menestrello preferito in concerto, come sempre è il vosto inviato telematico Salvatore Esposito che vi racconta cosa è successo sul palco del The Pageant.
L'apertura è a differenza delle sere precedenti affidata a una strepitosa
versione di Down along the cove, che da subito comincia a scaldare il
pubblico.
Segue una brillante ma ormai fin troppo reiterata It's All Over Now Baby Blue, tuttavia si apprezza il lavoro al cantato di Bob che in particolare su questa canzone appare in nettissima crescita.
Cry A While è solida, incandescente, vibrante e questo grazie anche all'apporto di Richie Hayward, che imprime un sound ancora più deciso di quello ascoltato durante il tour europeo.
The Lonesome Death Of Hattie Carroll, è ancora una volta perfetta, il ritornello accorciato le dona un tono più incisivo.
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding) e Girl From The North Country, regalano agli spettatori ancora momenti di altissima emozione, ma è il recupero di High Water (For Charley Patton) che impressiona per l'alta qualità dell'esecuzione. La veste elettrica è assolutamente incisiva, perdendo
l'anima quasi bluegrass acquista una solida forza, a vantaggio anche
dei versi che sembrano molto più incisivi.
Ottimo il lavoro al basso di Tony che lavorando in crescendo crea un effetto davvero particolare.
Watching The River Flow è macchiata splendidamente di Blues, le chitarre di Campbell e Koella si intrecciano con il perfetto lavoro al piano di Bob creando un tappeto sonoro perfetto su cui la voce di Bob, aggredisce, cade, si rialza, dimostrando ancora una volta di essere in perfetta forma.
Can't Wait è quasi un pezzo di alt-rock, incisiva la ritmica, così come il cantato di Bob che sembra venire da un tempo lontanissimo, impressiona ancora una volta il grande lavoro di Koella alla chitarra.
Sempre l'ex Willie De Ville Band si ripete con assoli rallentati alla slide su una roventissima Highway 61 Revisited.
Shooting Star è il vertice intepretativo della serata, Bob sfodera un cantato perfetto, la sua voce è diretta, calda, avvolgente, parellelamente ottimo è il lavoro misurato di Receli che sia malgama perfettamente con quello al basso di Tony.
Chiudono la prima parte in una successione da brividi, Honest With Me come sempre tiratissima, una commovente Saving Grace e il festival delle chitarre della "automaticpilotsong" Summer Days.
Grandi anche gli "automaticpilotbis" di Cat's In The Well, Like A Rolling Stone e All Along The Watchtower. Non è giusto chiedere di più dato che le canzoni variano da scaletta a scaletta, tuttavia almeno i bis potrebbe cambiarli, vedi le valide alternative Forever Young, I Shall Be Released, Kockin' On Heaven's Door...

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION