What's going on in your show...
sera per sera Bob in concerto

 
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Monaco, Germania 
Olympiahalle
29 Ottobre 2003

1.To Be Alone With You 
2.It's All Over Now, Baby Blue (acustica) 
3.Cry A While 
4.The Lonesome Death Of Hattie Carroll (acustica) 
5.It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding) (acustica) 
6.Don't Think Twice, It's All Right (acustica) 
7.Things Have Changed 
8.Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) 
9.Make You Feel My Love 
10.Tweedle Dee & Tweedle Dum 
11.Every Grain Of Sand 
12.Honest With Me 
13.Mr. Tambourine Man (acustica) 
14.Summer Days 

Bis:

15.Cat's In The Well 
16.Like A Rolling Stone 
17.All Along The Watchtower  


COMMENTO: L'Olympiahalle di Monaco è un moderno e organizzato palazzetto dello sport, ma non è un buon posto per un Rock íní Roll Show. L'acustica infatti non è il massimo ed a penalizzare questo concerto c'è sicuramente un leggerissimo ma molto fastidioso riverbero. Il concerto parte con la super collaudata To Be Alone With You, che nel nuovo arrangiamento risulta gradevole e ottima come canzone per rompere il ghiaccio con il pubblico. Ottimo il lavoro delle due chitarre sul palco e soprattutto quello di Bob alla tastiera. Segue It's All Over Now, Baby Blue... e viene da chiedersi perchè continua ancora a suonarla in quel modo, il suo cantato è particolarmente carico, sembra di sentire un motore fuori giri. L'altro pezzo forte di questo tour arriva con Cry A While, Bob come al solito la fa da padrone cantando con la sua roca voce da bluesman bianco e la sua band lo asseconda alla grande. Ottima anche la successiva Love Minus Zero/No Limit, in cui il nostro da' il meglio di se', splendido il nuovo arrangiamento in perfetto staccato-Style. Al miele di Love Minus Zero segue il veleno di It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding), un po' meno aggressiva di quella di Amburgo ma assolutamente eccezionale, il pubblico sembra annoiarsi, ma il risulato è impeccabile. La perla della serata è The Lonesome Death of Hattie Carroll, la voce di Bob è chiara, pulita, non dimentica nessuna parola, tutto fila liscio come l'olio fino alla fine. Subito dopo si fa un bel salto in Masked & Anonymous, che in questi giorni pare in dirittura d'arrivo anche nelle sale italiane con Cold Irons Bound, l'arrangiamento è molto aggressivo così come il cantato di Bob. Splendido il supporto della sezione ritmica dove Tony e George dimostrano davvero di saperci fare. La noia pura arriva con Mr. Tambourine Man... anche qui verrebbero 4-5 domande ma lasciamo stare! Le scelte di Bob non si discutono. STOP. Man In The Long Black Coat è un gioiello di classe ed eleganza interpretativa, Bob e la sua band ripercorrono le strade di diamanti di fine anni 80 e inizio 90. Un tuffo al cuore c'è poco da dire. L'Olympiahalle poi trema alle prime note di Highway 61 Revisited, il magma sonoro scorre dalle casse, tutto funziona alla grande, splendidi i lick chitarristici di Koella che arrivano dritti al cuore. Every Grain Of Sand, è buona, nulla da eccepire a parte l'arrangiamento fin troppo sostenuto. Grandiosa anche Honest With Me, secondo estratto blues da "L&T", splendida la prova di Bob al piano e grande anche Larry alla slide. L'elettricità poi cede il posto al romanticismo di Boots Of Spanish Leather, Bob canta con grande passione ma anche qui è da preferire al versione di Amburgo. Secondo highlight della serata è Summer Days dominata da potenti assoli di chitarra e sopratutto con un Bob in forma smagliante. Il pubblico è entusiasta e lo sarà ancora di più con i movimentati bis... ormai diventati un piatto fisso dei concerti europei. Dopo una breve pausa Bob torna sul palco e sfodera l'ennesima grande versione di Cat's In The Well. Segue Like A Rolling Stone, rivista e corretta con un ottimo assolo di armonica e un fraseggio davvero convincente... Bob si concede anche una bella risata sul finale... il pubblico ringrazia e applaude senza sosta sino alla fine. Le cose vanno ancora meglio con All Along The Watchtower... poi tutti a casa. Insomma un grande concerto con le solite macchioline... a Bob tutto si perdona. 

Salvatore Esposito


 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------