What's going on in your show...

sera per sera Bob in concerto

 
a cura di Salvatore "Eagle"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Asheville, North Carolina
Asheville Civic Center Arena
14 Maggio 2003

1. Maggie's Farm
        (Bob on piano)
2. I'll Be Your Baby Tonight
        (Bob on piano and harp, Larry on pedal steel)
3. Tweedle Dee & Tweedle Dum
        (Bob on piano)
4. It's All Over Now, Baby Blue (Acoustic)
        (Bob on piano and harp, Larry on pedal steel)
5. Things Have Changed
        (Bob on piano)
6. Positively 4th Street
        (Bob on piano and harp)
7. Drifter's Escape
        (Bob on piano and harp)
8. Every Grain Of Sand
        (Bob on piano, Freddie on acoustic guitar)
9. Dignity
        (Bob on piano)
10. Blind Willie McTell
        (Bob on piano, Larry on cittern)
11. Highway 61 Revisited
        (Bob on piano)
12. Moonlight
        (Bob on piano, Tony on standup bass)
13. Honest With Me
        (Bob on piano, Larry on slide guitar)
14. Summer Days
        (Bob on piano, Tony on standup bass)

Bis:

15. Like A Rolling Stone
        (Bob on piano)
16. All Along The Watchtower
        (Bob on piano)

Commento: La routine non appartiene a questo tour, dopo lo show di ieri sera
che avevo criticato per essere stato troppo rilassato, questo dimostra
esattamente come Bob sia davvero in forma. Anche questa sera ad aprire lo
show di Bob ci sono le brave The Wifes, su cui sto indagando (presto novità
di rilievo), tuttavia questa sera niente sing along con Bob su Knockin' On
Heven's Door. La scaletta ripetto a ieri sera ha qualche novità di notevole
rilievo; si comincia con la ormai solita ed ottima Maggie's Farm, ottimo
brano per scaldare gli animi. I'll Be Your Baby Tonight è eseguita al piano
con ottima verve, tuttavia una spanna sotto le esecuzioni solite del NET,
probabilmente perchè ancora non è rodato l'arrangiamento al piano. Tweedle
Dee e Tweedle Dum serve a riscaldare la platea... e ci riesce alla grande e
con brio... ormai questo è un pezzo consolidato e fortissimo dal vivo. Segue
It's All Over Now Baby Blue, anche essa eseguita al piano, in un ottima
esecuzione semi acustica con Larry a tessere trame musicali con la pedal
steel; per l'arrangiamento mi ricorda la versione di Bonnie Riatt (Regina
della pedal steel). Things Have Changed apre un trio composto da Positively
4th Street e Drifter's Escape che non lascia via di scampo, chi c'è stato
avrà notato che non è casuale l'ordine delle canzoni, un tema in comune a
tutte... il pessimismo riguardo al mondo. Segue in sintonia, quasi fosse una
sorta di processo catartico la perla della serata: Every Grain Of Sand, in
una sublime versione acustica; ogni volta che Bob suona questa canzone ferma
il fiato a molti, anche questa sera c'è riuscito. Dignity sembra essere un
estremo appello all'uomo ad avere rispetto e dignità almeno per se stesso;
questa versione ne svela i tratti più duri, come è solito fare in questo
tour e gli intrecci di piano e chitarre elettriche rendono l'atmosfera
molto sostenuta e sentita. Blind Willie Mc Tell, posta dopo queste canzoni
di accusa verso la società, suona come un estremo tentativo di trovare la
salvezza in un passato che ormai è lontanissimo, quasi immaginario, ma
profondamente radicato nella mente dell'autore; anche questa versione come
tutte quelle che sono presenti in questo tour è degna di essere tra le
migliori di sempre. Il passato torna nella mente, nei ricordi di Bob con le
canzoni di "Love & Theft" ma non nella realtà, "Tu non puoi ripetere il
passato"... Bob ci prova con Moonlight, Honest With Me e Summer Days, un
trittico da urlo... ma quando ci riproporrà Mississippi o Po' Boy? I bis
sono ormai diventati stabili, speriamo non ci vengano a noia....

Salvatore Esposito


 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

.