Sacramento, California
Arco Arena

18 Ottobre 2006

01. Maggie's Farm
02. Just Like Tom Thumb's Blues
03. High Water (For Charley Patton)
04. When The Deal Goes Down
05. Tweedle Dee & Tweedle Dum
06. Tangled Up In Blue
07. To Ramona
08. It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
09. Rollin' And Tumblin'
10. Ballad Of Hollis Brown
11. Highway 61 Revisited
12. Nettie Moore
13. Summer Days

Bis:

14. Thunder On The Mountain
15. Like A Rolling Stone
16. All Along The Watchtower

La band:

Bob Dylan - tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria



Siamo ancora in California e lo show di Bob Dylan stasera fa tappa a Sacramento.
Keith Rowe ci dice che il concerto di oggi ha beneficiato di una venue, la Arco Arena, eccellente in termini di acustica, "anche se la gente intorno a me stranamente è sembrata disorientata su brani come "Just like a woman", "Hollis Brown" e "Tangled up in blue", con mia sorpresa. Mi ha ricordato i giorni in cui andavo a vedere i Dead e molti chiedevano a gran voce Touch of Grey mentre loro ci onoravano con Attics of My Life..."
Che te ne pare della band e del sound?
"Stasera l'organo di Dylan è stato molto più udibile delle ultime due volte che l'ho visto. Mi è piaciuto molto..."
Le canzoni?
"Maggie's farm è stata grande ma ho l'impressione che la band l'abbia allungata un po' troppo rispetto al solito... Sono sempre lieto di ascoltare Just like a woman, e poi la prova vocale di Dylan è stata grande con un bell'assolo di armonica... Mi è piaciuta anche High Water che ho trovato alquanto rimaneggiata, però il banjo era troppo basso nel mixer e la cosa secondo me è
stata negativa perchè è quello strumento che fa la canzone..."
Che mi dici delle nuove canzoni di Modern Times, anche stasera Bob ne ha fatte ben quattro, When The Deal Goes Down, Rollin' And Tumblin', Nettie Moore e Thunder On The Mountain... ?
"When the Deal Goes Down è stata superba! Bob ed i suoi musicisti hanno davvero reso onore a questa canzone. Rollin' and tumblin' funziona davvero bene dal vivo e poi Bob ha tirato fuori la sua ultima pepita d'oro, Nettie Moore (eseguita per la prima volta), una canzone che è diventata la mia preferita di Modern Times. Che grande performance di una grande canzone!!! Se non l'avete ancora ascoltata fatelo!"
E Thunder on the mountain?
"Bellissima, mi sembra che sia perfetta nella posizione in cui Bob la canta, all'inizio dei bis..."
Altre gemme di stasera sono state Ballad of Hollis Brown ed una meravigliosa To Ramona, con una prova vocale di Dylan davvero grande.
"Non sono convinto di It's allright ma - ci dice ancora mr. Rowe - soprattutto per quanto riguarda l'uso del violino, strumento che adoro ma che qui non trovo necessario..."
Ecco Adeline Sweet: "Bob is at the top of his game!!! Qualcuno dalla prima fila l'ha gridato dopo i bis mentre Bob e la band lasciavano il palco... Ed aveva ragione... Il suo organo, la sua armonica, la sua voce sono state grandi per tutta la serata e fin dall'inizio ho notato grandi sorrisi scambiati con i membri della band... La musica è stata sinceramente grande, ed intendo grande, nel senso che sono quelle cose che non riesci nemmeno a dire a parole senza mancare il bersaglio, sai cosa intendo,
quella cosa che va al di là della descrizione, qualcosa di ineffabile, qualcosa che è nel regno della pura energia..."
I nuovi chitarristi?
"Grandi davvero, sia Stu Kimball che Denny Freeman... E grande anche Herron che ha suonato violino, pedal steel e mandolino... E poi Tony Garnier al basso era al suo meglio per non parlare come sempre di George Recile alla batteria... Maggie's farm mi ha sorpreso davvero, è stata suonata in un modo che non avrei mai creduto possibile, come essere abbagliati da tutte le cose più belle che l'universo ha da offrire, tutte in una sola volta... E poi To Ramona... era un sogno, giusto? A quel punto ho iniziato a perdere contatto con la realtà... E poi sono esplosi in Rollin' and Tumblin'... Ahhhhhhhhhh… (mi sembra di aver lasciato il mio corpo a quel punto)... E come se non bastasse poi è arrivata Nettie Moore, suonata in maniera incredibile e al di là di ogni mia aspettativa o di ogni possibilità di descrizione..."
Una dichiarazione finale?
"Tutto quello che posso dire è che sarebbe un vero peccato perdere la possibilità di andare a vedere Dylan se potete farlo... Assistere a questo show è stata la cosa più divertente che io abbia mai fatto!"
Michele Murino


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION