Portland, Oregon
Memorial Coliseum

14 Ottobre 2006

01. Tombstone Blues
02. Just Like Tom Thumb's Blues
03. Rollin' And Tumblin'
04. Masters Of War
05. Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
06. Just Like A Woman
07. Highway 61 Revisited
08. When The Deal Goes Down
09. Cold Irons Bound
10. Simple Twist Of Fate
11. Watching The River Flow
12. Workingman's Blues #2
13. Summer Days

Bis:

14. Thunder On The Mountain
15. Like A Rolling Stone
16. All Along The Watchtower

La band:

Bob Dylan - tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria



Terza data per il nuovo tour di Bob. Siamo a Portland, nell'Oregon.
Jim Furnish definisce quello che ha visto stasera come "la performance del più eminente artista musicale nella storia della cultura popolare Americana"... Non sarebbe male aggiungere questa frase al tamburino che annuncia l'arrivo di Bob sul palco :o)... Lo show di stasera è stato questo e molto di più, ci dice Jim.
Il luogo del concerto di oggi è il Coliseum, noto per la pessima acustica (il posto peggiore in città). Ma le cose sono andate bene ed il sound è stato buono, almeno secondo le dichiarazioni di chi era in posizione centrale e vicino al palco.
Jim loda la prova della band che dopo un anno e mezzo di tour, dice, è più sciolta e brillante.
"Donnie Herron ad esempio alla pedal steel fa un ottimo lavoro..."
Anche stasera Dylan è in perfetta forma vocale ed è pieno di energia, forse grazie alla pausa nel tour che gli ha fatto recuperare le forze.
Jim avanza l'ipotesi che in realtà però Bob e band abbiano continuato a suonare durante il periodo di sosta perchè altrimenti non si spiega come le nuove canzoni suonino così perfettamente, come se fossero state provate e preparate con estrema cura.
Stasera sono ben quattro le canzoni da Modern Times, quattro capolavori uno più bello dell'altro. A partire dalla splendida Workingman's Blues, passando alla stupenda Thunder on the mountain, fino all'eccellente When the deal goes down per chiudere con la sorpresa di stasera, la trascinante Rollin' and tumblin'.
Quali canzoni ti sono piaciute stasera Jim? "Le canzoni nuove e poi Memphis Blues Again, Simple Twist Of Fate, Just Like Tom Thumb's Blues, Masters Of War. E' stata una setlist da sogno... E' stata un'esplosione tonante dall'inizio alla fine. Un trionfo. Una cosa da scrivere nei libri. Una cosa da ricordare per sempre..."
Cos'hai da dire agli indecisi? "Se avete qualche dubbio o cattivi presentimenti a proposito dell'assistere dal vivo alle performance delle versioni di Modern Times, fate un favore a voi stessi, metteteli da parte e andate, per l'amor di Dio, andate! Sarete felici di averlo fatto!"
Sentiamo Dave Harper. Cos'hai da dire Dave? "Beh, ho sentito in giro che la voce di Bob non è più quella di un tempo... Beh, vi dirò, è vero. La voce è molto meglio di prima. Non scherzo... Questo show del Coliseum è stato potente e credo con alcune delle più forti versioni di alcune delle sue canzoni..."
Come ti è sembrato Bob? "Un accidente cool! Aveva il cappello giusto e non ha fatto errori... Queste nuove canzoni di Modern Times sono un tale tesoro... E persino i cavalli di battaglia che qualcuno poteva pensare avessero bisogno di un'iniezione, stasera sembravano avere le ali... Non avrei mai pensato che Just Like A Woman potesse ancora afferrare il cuore e bagnare gli occhi, ma è stato così. O anche Masters Of War, giuro che è la migliore versione che gli abbia mai sentito fare."
Anche stasera viene segnalata un'incredibile voglia di divertirsi ed una diffusa allegria tra i membri della band.
La perla dello show è stata Thunder On The Mountain posizionata ancora come primo dei bis. Sembrava di vedere il Dylan di 30 anni fa. Un istante magico. "Mi ha messo a tappeto - ci dice ancora Dave - E' stato un momento magnifico... Ho visto gente che piangeva davvero intorno a me!"
Qualcuno si lamenta però per l'apertura di stasera. "Tombstone Blues è stata fiacca... - dice James Hillary - Tom Thumb's Blues invece è stata cool con un bell'assolo di armonica."
E che mi dici di Rollin' and Tumblin', al suo debutto stasera? "Mentre prendevamo una birra avevo predetto alla mia Mary che stasera l'avrebbe presentata, qui a Portland... E quando si sono lanciati nella tiratissima versione di stasera Mary mi ha guardato stupefatta... Mi è piaciuta molto la slide di Denny in questo brano, gli ha dato vitalità..."
Quali altri brani ti hanno colpito? "Masters of War è stata surreale ed altamente rilevante per l'atmosfera di Portland molto carica politicamente. Dylan l'ha cantata con un tono spettrale e funereo ed ha pronunciato ogni parola quasi ringhiando... 'til I'm sure that you're dead! Poi Stuck inside of Mobile che mi è sembrata molto simile alle versioni live del '78. E anche Just Like a Woman che aveva un bell'appeal con la bella steel guitar di Stu... "
When The Deal Goes Down ha condotto alle lacrime più di uno spettatore stasera e Simple Twist Of Fate ha letteralmente scatenato il tumulto del pubblico. Bello il lavoro di Donnie Herron su questo brano.
E chiudiamo con una bella definizione di Mr. Harper. "Il Bob Dylan show è un "mystery train" perso negli abissi del tempo e dello spazio e che ancora ci fa salire e ci trasporta... E io sono più che felice di essere a bordo!"
Beh... Anche noi!!!
Michele Murino


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION