Cork, Irlanda
The Docklands

25 Giugno 2006

01.  Maggie's Farm
02.  She Belongs To Me
03.  Tweedle Dee & Tweedle Dum
04.  Just Like A Woman
05.  Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
06.  Blind Willie McTell
07.  Watching The River Flow
08.  Ballad Of A Thin Man
09.  Absolutely Sweet Marie
10.  Boots Of Spanish Leather
11.  Cold Irons Bound
12.  Don't Think Twice, It's All Right
13.  Summer Days

Bis:

14.  Like A Rolling Stone
15.  All Along The Watchtower

La band:

Bob Dylan - tastiere, armonica
Stu Kimball - chitarra
Denny Freeman - chitarra
Donnie Herron - violino, banjo, pedal steel, lap steel
Tony Garnier - basso
George Recile - batteria



Seconda data europea per Bob e seconda data irlandese. Dylan and band sono nella bella Cork ed anche la venue di stasera è davvero molto bella, un grande tendone con una folla calorosa.
Dopo la consueta fanfara Dylan si presenta sul palco alle 20.15 con Maggie's Farm cantata come ieri con una gran voce.
Buona She Belongs To Me, graziosa e ben accolta dal pubblico irlandese. Tweedle Dee & Tweedle Dum è stato il solito momento di break per la birra (dovete sapere che molte persone ai concerti di Bob approfittano di questo brano per andare a comprare una birra).
Just Like A Woman è stata invece davvero molto bella e Bob ha lasciato il solito spazio al singalong del pubblico. Di contro Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again viene definita "mortalmente noiosa".
Poi la prima grossa sorpresa della serata, niente meno che Blind Willie McTell. Colin Lacey però ci dice che ne ha sentite versioni migliori.
Dopo Watching the River Flow ed una Ballad of a Thin Man caratterizzata da un riff saltellante molto bello, la band si lancia in una Absolutely Sweet Marie caratterizzata da una lunga introduzione di violino. Una delle canzoni migliori di questa data.
Poi una dolce Boots of Spanish Leather cui ha fatto seguito il vero highlight della serata, Cold Irons Bound, estremamente potente.
"Questa band a volte è davvero buona - ci dice Colin Lacey - e in questo brano hanno davvero scatenato una tempesta. E' solo che non sono abbastanza liberi."
Il set si chiude con Don't Think Twice It's All Right che è una vera delizia per il pubblico di Cork e con una Summer Days col pilota automatico.
Nessuna novità per i bis nemmeno stasera, con le solite Like a rolling stone e All along the watchtower.
In definitiva uno show solido con un Dylan che sta cantando davvero bene e - cosa che non fa mai male - sta suonando deliziosi assoli di armonica. Ma la setlist continua ad essere il problema. Stasera ben 10 brani su 14 sono stati gli stessi della prima giornata. Le restanti 4 oltretutto, tranne BWMT, sono state comunque canzoni di routine che troppo sanno di deja vu. Speriamo che dopo qualche data di rodaggio si passi a qualche setlist più frizzante.
Michele Murino


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION