What's going on in your show...
sera per sera Bob in concerto

 
a cura di Salvatore "Eagle"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Karlstad, Svezia
Löfbergs Lila Arena
12 Ottobre 2003

To Be Alone With You
It's All Over Now, Baby Blue (acustica)
Cry A While
Desolation Row
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding) (acustica)
Boots Of Spanish Leather
Things Have Changed
Highway 61 Revisited)
Moonlight
Tweedle Dee & Tweedle Dum
Every Grain Of Sand
Honest With Me
Mr. Tambourine Man (acustica)
Summer Days

Bis:

Cat's In The Well
Like A Rolling Stone
Forever Young
All Along The Watchtower


COMMENTO: La terza serata di questo tour europeo si svolge alla Löfbergs
Lila Arena di Karlstad, Svezia. Le voci circolate su newsgroup e pool
riguardo allo svolgimento di questo concerto hanno del Fantozziano.
Ricordate il povero ragioniere chiuso nel cinema a vedere per la
secentocinquataquattresima volta il capolavoro del maestro del cinema russo
Sergej M. Eisenstein "La Corazzata Potemkin" durante un imperdibile incontro della Nazionale?
Ad un certo punto in sala cominciarono a circolare tragiche ed incontrollate
voci che davano la Nazionale vincente 20 a 0 ed aveva segnato anche Zoff di testa su calcio d'angolo!!! Ebbene lo stesso è successo per questo concerto. Intorno alla mezzanotte di ieri sera è stata postata da un finto Bill Pagel una set list splendida... Tra le perle ipotetiche Idiot Wind, License To Kill e due duetti con Sheryl Crow, uno e addirittura uno su Ring Them Bells... insomma da rimanere senza fiato. Qualcuno ci ha creduto, in molti per la verità, ma è bastato verificare l'e-mail del finto Bill Pagel per scovare la bufala. Tralasciamo la polemica e veniamo dunque al concerto. La Löfbergs Lila Arena è un piccolo stadio per l'hockey su giaccio e prende il nome da una nota marca di caffè svedese, la particolarità della serata risiede nel fatto che il palco è stato montato piuttosto basso in modo da creare un effetto night club, la cosa avrà giovato particolarmente a Bob che notando i 6500 spettatori molto vicini, ha ricambiato durante il concerto sorridendo spesso e sopratutto muovendosi a tempo con le sue canzoni nel solito modo molto comico.
Le prime tre canzoni sono praticamente in fotocopia con il concerto precedente, eccezion fatta per una It's All Over Now Baby Blue, un po' più ispirata. Il lampo giunge alla quarta canzone; infatti ecco Desolation Row, splendida ispiratissima, e davvero estremamente poetica, a questo contribuisce la band che dà al brano un mood giusto per essere uno degli highlights. Seguono altri due capolavori, una nervosa e incisiva It's All Right Ma I'm Only Bleeding e la nuova versione con Bob alla chitarra elettrica di Boots Of Spanish Leather, quest'ultima appena inferiore alla performance della sera precedente. In quest'ultima Bob esegue un ottmo lavoro alla chitarra che ben si amalgama con il sound creato da Larry e Tony. Seguono Things Have Changed e Highway 61 suonate alla grandissima dalla band ma estremamente usuali, sopratutto per Bob che comincia ad annoiarsi durante l'esecuzione. A rompere gli schemi ecco un altra mezza sorpresina: Moonlight sempre affascinante con il suo andamento jazzy, tutto ciò è accentuato dalla posizione del palco; infatti durante l'esecuzione sembra di essere in uno di quei locali notturni fumosi della New York degli anni 30. Questa versione farebbe davvero la sua figura come colonna sonora di un film di Woody Allen, e addirittura supera quella già convincente del disco, forse grazie alle eclettiche le parti di piano di Bob. Il rock scanzonato e comico di Tweedle Dee & Tweedle Dum apre alla riflessione spirituale di Every Grain Of Sand, proposta in una versione ottima dal punto di vista musicale ma un po' troppo tormentata dalla voce di Bob. Tutto prosegue su un buon livello con Honest With Me, abbastanza tormentata dal punto di vista vocale ma di un fascino davvero unico. Mr. Tambourine Man in una bella versione acoustica e la solita Summer Days, che ripropone Bob alla chitarra chiudono la prima parte del concerto. Seguono i bis aperti da
Cat's In The Well e chiusi nel più classico dei modi con Like A Rolling
Stone Forever Young e All Along The Watchtower.
In conclusione una nota di merito va alla band di Bob, in cui anche i "nuovi" (nel senso di ultimi arrivati in ordine cronologico) Freddy e George stanno cominciando ad ingranare davvero e a far vedere di che pasta sono fatti, ogni sera sono in crescita e si nota come non perdano mai colpi e come si siano ben amalgamati con i più esperti Larry e Tony.

Salvatore Esposito


 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

-
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

..
.

.