What's going on in your show...
sera per sera Bob in concerto

 
a cura di Salvatore "Eagle"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gilford, New Hampshire
Meadowbrook Music Arts Center
Pavilion
21 Agosto 2003

1. Tombstone Blues

2. Señor (Tales Of Yankee Power)

3. Tweedle Dee & Tweedle Dum

4. It Ain't Me, Babe (acustica)

5. Dignity

6. Highway 61 Revisited

7. It's All Over Now, Baby Blue (acustica)

8. Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

9. Love Sick

10. High Water (For Charley Patton)

11. Don't Think Twice, It's All Right (acustica)

12. Honest With Me

13. Saving Grace

14. Summer Days

Bis:

15. Like A Rolling Stone

16. All Along The Watchtower

17. Tangled Up In Blue

COMMENTO: Immaginate un concerto con tutti i pezzi nell'esecuzione migliore
di questo tour, aggiungeteci un Bob in una forma pazzesca e oltretutto
entusiasta del pubblico, avrete come risultato il concerto di questa sera.
Aperto dai fidatissimi e sempre eccezionali The Waifs, il concerto di Bob è
stato un tripudio di musica e poesia, ogni brano era avvolto da una magia
che queste righe non riescono ad esprimere. L'acustica del Music Arts Center
è perfetta e ciò imprime al sound una precisione mai sentita in questo tour,
e lo si capisce già dall'inzio con una micidiale versione di Tombstone
Blues, ottimo pezzo per riscaldare gli animi trafitti più volte da assoli
lancinanti di Freddie e Larry. Bob dietro alla sua ormai fidatissima
tastiera dà filo da torcere alla sua band che lo segue alla grandissima, la
sua voce è superiore qualitativamente rispetto alle sere precedenti, in cui
già si era espressa su alti livelli. Il pezzo successivo Senor è un po'
rallentato ma il tutto risulta di ottimo livello, soprattuto se si considera
che questo è uno di quei brani che stancano facilmente. Una che non stanca
più invece è Tweedle Dee, nonostante sia stata suonata e risuonata da mesi e
mesi, è tornata ad essere idealmente la Subterranean Homesick Blues del
2000, sopratutto se si conta il nuovo arrangiamento un po' più sofisticato
ma non privo di una certa ruvidità. Una sentita e tenera It Ain't Me Babe,
viene seguita da due pezzi più rock Dignity e Highway 61, entrambe perfette
nel loro incedere sempre più garage blues band. A dir poco commovente è
stato ascoltare It's All Over Now Baby Blue, applauditissima dal pubblico,
che ha continuato in crescendo anche durante il brano successivo Most Likely
You Go Your Way (And I'll Go Mine), dove Freddie dà il meglio di se mettendo
a dura prova il drumming a dir poco eccezionale di George, davvero in
grandissima forma questa sera. Love Sick, vero highlight della serata, è
stata molto apprezzata dal pubblico, Bob sussurrava i versi scandendo ogni
parola, facendo emergere tutto lo spirito di disillusa rassegnazione che
pervade questo testo. Don't Think Twice ha aperto la pista a Honest With Me che
è sempre più rock blues, con il solito strepitoso lavoro alla slide di
Larry. Saving Grace, è stata caratterizzata da un cantato ipnotico di Bob
che ha snocciolato il testo facendo diventare musica anche le sue parole,
tanto è vero che i cambiamenti di testo di cui si va discutendo sul Pool e
sul forum di Bob Dylan.com sono appena percettibili. La versione di Summer
Days di questa sera, ha riaperto la questione Charlie Sexton, con i fan dell'ex-chitarrista a ritenere di molto inferiore il lavoro di Koella in questo
brano; ciò in parte è vero ma non per stasera, Koella ha dimostrato di
essere brillante in questo brano, come non gli era mai riuscito. Chiusa la
prima parte del concerto, passiamo ai bis. Like a Rolling Stone e un'ottima versione di All Along The Watchtower, con alcuni ottimi assoli di armonica di Bob,
hanno condotto per mano il pubblico verso la fine del concerto, ma quando
tutti stavano per alzarsi, ecco Bob che ferma tutti, suonando una strepitosa
versione di Tangled Up In Blue, con dei versi improvvisati per
l'occazione... ecco cosa ha estratto dal cilindro magico (Ndr. Questo testo è
apparso oggi sul pool, non saprei gradare la sua affidabilità, ma molte
recensioni confermano questo cambiamento di testo)

I was sittin all alone
wonderin' if I should keep ticklin' the ivories
or strap on that Epiphone

When in walks Tony with that night's set list
and a shit-eating grin like smile
he says "we could only find 8 more guitartists,
I say we don't go on for a while!"

Just about then my mind went blank,
and confusion ruled the room.
I reached for the nearest instrument,
heard that bastard go "VROOM!"
straight on thruuuuuu

Tangled up in my Vaccuum....

Insomma ancora un grande show! Grazie Bob

Salvatore Esposito


 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

.