Goldendale, Washington
Maryhill Winery
Amphitheater
July 30, 2005
 

1.
 

Maggie's Farm

2.
 

If You See Her, Say Hello

3.
 

Watching The River Flow

4.
 

To Ramona

5.
 

Cold Irons Bound

6.
 

Lay, Lady, Lay

7.
 

Honest With Me

8.
 

I'll Remember You

9.
 

Bye And Bye

10.
 

Highway 61 Revisited

11.
 

Boots Of Spanish Leather

12.
 

Tweedle Dee & Tweedle Dum

13.
 

Not Dark Yet

14.
 

Summer Days


 
15.
 

It Ain't Me, Babe

16.
 

Like A Rolling Stone

 

COMMENTO: OOOOH YESSSS! Amiche e amici di Maggie’s Farm siamo a Goldendale, Washington presso il Maryhill Winery Amphitheater per questa penultima data del tour estivo di Bob Dylan. Con il solito ritardo, a commentarvi il concerto di questa sera c’è il vostro Sal “It’s Too Late” Esposito.

Il primo brano della serata è Maggie's Farm, Bob sembra in grande forma e offre una divertente performance con tanto di balletti dietro al suo piano, incoraggiato dall’ottima prova di George alla batteria e di Tony al basso.

Segue If You See Her, Say Hello, primo highlight della serata, Bob interpreta il brano con una buona verve vocale mentre la band confeziona un arrangiamento strepitoso dai toni rock con Stu e Danny in gran spolvero alle chitarre.

Si passa poi al blues con una potente resa di Watching The River Flow caratterizzata dall’ottimo interplay tra il piano di Bob e la lap steel di Don in supporto al duello chitarristico tra Stu e Danny.

Don passa alla pedal steel ed è il momento di To Ramona, spogliata dell’andamento valzer, questa sera è eseguita in modo più asciutto con le chitarre di Stu e Danny in bella evidenza.

Il rock torna in scena con Cold Irons Bound ma è una performance piuttosto delundente, Bob infatti non canta benissimo tuttavia si apprezza l’ottimo drumming di George.

Le cose non vanno molto meglio con Lay, Lady, Lay in una arcigna versione country con Bob che interpreta il brano con voce roca e senza aggiungervi nessuna passione.

Honest With Me ricompone la faccenda, Bob sfoggia il suo classico ruggito blues mentre la band tira alla grande come un treno con tanto di strepitosa jam finale con Danny protagonista.

I'll Remember You porta la pace tra Bob e le sue canzoni romantiche, infatti pur avendo aggiunto al brano un buon tasso elettrico, Bob canta in modo molto dolce aggiungendovi un pizzico di nostalgia.

Don imbraccia il violino ed è il momento di Bye And Bye. Il brano viene eseguito in versione molto swing con il violino di Don a fare da asse portante per la linea melodica su cui si innestano gli ottimi passaggi chitarrisitici di Stu.

Highway 61 Revisited scorre via veloce ma lascia il segno, il pubblico infatti applaude l’ottima performance di Bob al piano e di Stu alla chitarra protagonisti insieme di un ottimo finale.

Boots Of Spanish Leather è tutta giocata su una bella trama acustica in cui le chitarre di Stu e Danny cesellano ogni nota supportate alla grande dal piano di Bob e dalla pedal steel di Don.

Tweedle Dee & Tweedle Dum, è ancora puro divertimento con Danny in gran spolvero alla chitarra e Bob che si diverte a ballare dietro al piano.

Il secondo brano clou della serata arriva con Not Dark Yet eseguita in una versione dai toni quasi jazzy con Bob assolutamente strepitoso alla voce.

Summer Days come da programma chiude la prima parte.

Dopo la pausa arrivano i bis, questa sera aperti da una strepitosa versione rock di It Ain't Me, Babe che per carica energetica potrebbe essere accostata a quella della Rolling Thunder Revue. Like A Rolling Stone chiude il concerto tra gli applausi.

Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION