Memphis, Tennessee
AutoZone Park
July 1, 2005
 
1.
To Be Alone With You

2.
Tell Me That It Isn't True

3.
Tweedle Dee & Tweedle Dum

4.
Just Like A Woman

5.
Highway 61 Revisited

6.
Make You Feel My Love

7.
Things Have Changed

8.
Chimes Of Freedom

9.
Honest With Me

10.
Girl From The North Country

11.
Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again

12.
Summer Days



13.
Love Sick

14.
Like A Rolling Stone
 
COMMENTO: Amiche e amici carissimi benvenuti alla nuova ed entusiasmante puntata di What's Going On In Your Show. Questa sera siamo all' AutoZone Park di Memphis, Tennessee. Come sempre a commentarvi la gesta di Bob e della sua band c'è il vostro Sal 'No one can sing like me' Esposito.

Dopo il classico antipasto con Greencards e Willie Nelson, si parte con il set di Bob che prende il via con una travolgente To Be Alone With You spinta alla grande dal potente impatto delle chitarre di Stu e Danny e dal drumming incisivissimo di George. Bob interpreta il brano con un giusto mood, e per di più si diverte moltissimo nel ballare dietro al piano.

Come da programma si passa al country con una dolcissima resa di Tell Me That Isn't True con Bob alle prese con un crooning davvero toccante supportato molto elegantemente dalla pedal steel di Don che disegna una bellissima linea melodica su cui le chitarre di Stu e Danny ricamano ottimi passaggi chitarristici.

E' poi il momento di Tweedle Dee & Tweedle Dum, la cui esecuzione non entusiasma molto soprattutto per quello che riguarda il cantato di Bob tuttavia l'apporto ritmico di George e l'ottima prova di Danny migliorano il risultato complessivo della performance.

Torna la calma ma solo in apparenza con una versione lenta ma asprissima di Just Like A Woman con la pedal steel di Don che tesse una lieve linea melodica su cui ricamano le chitarre di Stu e Danny. Bob canta con voce sofferta soffermandosi molto sul secondo verso a cui imprime una certa enfasi.

Highway 61 Revisited scorre veloce e non impressiona tuttavia il pubblico apprezza moltissimo l'intensità con cui è eseguita e infatti alla fine tributa una piccola ovazione.

Il primo highlight della serata arriva con una splendida Make You Feel My Love in cui brilla oltre ad un eccellente cantato di Bob anche l'ottimo intreccio tra piano, chitarre e pedal steel.

Il livello qualitativo resta altissimo con Things Have Changed, potente, ficcante, incisiva grazie al potente drumming di George a pieno servizio della band che non si risparmia nemmeno per un attimo aggredendo ogni fase strumentale così come fa anche Bob al cantato.

Il secondo highlight come prevedibile arriva con Chimes Of Freedom, questa sera presentata in una versione acustica dalla bellezza cristallina in cui Bob al cantato fa letteralmente magie così come la band che confeziona un arrangiamento misurato ed elegantissimo in ogni sfumatura.

Honest With Me, riporta il blues sul palco e Bob e la band non perdono un secondo e sprigionano
tutta la carica elettrica in loro possesso, colorando il brano di passaggi quasi swing ma soprattutto di una bellissima jam conclusiva.

Piuttosto deludente è la seguente Girl From The North Country resa in una bella versione acustica ma penalizzata da un cantato di Bob davvero poco ispirato.

Qualcosa migliora con Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again, dove Bob sembra recuperare un po' del suo spirito e della sua voce, ma il concerto è vicino alla fine.

Infatti subito dopo arriva una stanca ma come sempre divertente Summer Days che chiude la prima
parte.

Dopo la pausa si riparte con i bis, il primo dei due è inaspettatamente Love Sick, eseguita dalla band in modo eccellente e interpretata da Bob con buona convinzione. Il concerto termina subito dopo però con la classica e sempre graditissima Like A Rolling Stone.

Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION