Pittsfield, Massachusetts
Wahconah Park
June 23, 2005

1.
Drifter's Escape

2.
Just Like Tom Thumb's Blues

3.
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)

4.
Moonlight

5.
Down Along The Cove

6.
Girl Of The North Country

7.
High Water (For Charley Patton)

8.
Every Grain Of Sand

9.
Highway 61 Revisited

10.
Blind Willie McTell

11.
Chimes Of Freedom

12.
Summer Days


13.
It Ain't Me, Babe

14.
Like A Rolling Stone
 
 
COMMENTO: YEAAAAA Amiche e amici di Maggie's Farm siamo al Wahconah Park
di Pittsfield, Massachusetts per questa nuova ed attesissima puntata di
What's Going On In Your Show che come sempre vi è offerto con puntualità
svizzera da Sal 'Mater of Disaster' Esposito.

Tralasciando il set dei
Greencards e quello di Willie Nelson andiamo direttamente alla cronaca
del set di Bob che si apre con Drifter's Escape, questa sera in una
versione per la verità leggermente incolore, infatti Bob sembra
approcciare il testo con svogliatezza, tuttavia la band fa del suo
meglio soprattutto nelle parti strumentali.

Le cose non cambiano molto
in Just Like Tom Thumb's Blues, Bob ancora una volta canta con
svogliatezza tuttavia più di una pezza ce la mette Danny che riempie il
brano di ottimi assoli.

Con It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
comincia il vero concerto, Bob sin dal primo verso aggredisce il testo e
quello che ne risulta è una performance eccellente in questo senso
ottimo è l'apporto delle chitarre di Stu e Danny ma soprattutto di Don
che al banjo crea una tensione ritmica davvero grandiosa.

Si passa poi
al jazz con Moonlight e Bob non si lascia sfuggire l'occasione per
sfoggiare il suo classico crooning che si inserisce alla perfezione nel
lavoro operato da Stu e Danny alle chiarre.

Si passa poi al rock n' roll 50s con una travolgente Down Along The Cove
in cui Bob sfoggia una bella prova sia al piano che alla voce supportato
alla grande dalle chitarre di Stu e Danny.

Girl From The North Country è
in una splendida versione acustica con in bella evidenza la pedal steel
di Don che supporta in modo eccellente il cantato e il piano di Bob.

Il primo highlight della serata è però High Water (For Charley Patton) come
al solito granitica e potentissima grazie all'intreccio tra il banjo di
Don e le chitarre di Stu e Danny.

Bob però ha ancora un asso nella
manica e infatti subito dopo arriva il secondo highlight della serata
ovvero Every Grain Of Sand in una versione dai toni commoventi in cui la
pedal steel di Don tesse una bella trama sonora su cui si muovono le
chitarre di Stu e Danny.

Il rock però è di nuovo dietro l'angolo con una
travolgente Highway 61 Revisited in cui si apprezza un bel duello tra le
chitarre di Stu e Danny a cui spesso si aggiunge l'armonica di Bob nelle
parti strumentali.

Blind Willie McTell è meravigliosa con il banjo di
Don che supporta alla grande le chitarre di Stu e Danny e con Bob che
sfoggia un cantato ispiratissimo ma sopratutto ottime parti di piano.

Arriva poi Chimes Of Freedom in una versione meno affascinante delle sere
precedenti tuttavia è seguita dal pubblico con religioso silenzio e
soprattutto applauditisisma.

Summer Days chiude la prima parte seguita
dalla lunga jam strumentale in cui Bob detta i tempi per gli assoli di
ogni membro della band.

Dopo la pausa si riparte con i bis che questa
sera sono: It Ain't Me, Babe in una versione dai toni piuttosto rock e
Like A Rolling Stone, che come sempre riceve una vera ovazione.

Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION