What's going on in your show...

sera per sera Bob in concerto

 
a cura di Salvatore "Eagle"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Wallingford, Connecticut
Careerbuilder.com Oakdale Theater
Tom Ridge Pavilion
17 Agosto 2003

1. Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
2. Lay, Lady, Lay
3. Tweedle Dee & Tweedle Dum
4. I'll Be Your Baby Tonight
5. Things Have Changed
6. Highway 61 Revisited
7. This Wheel's On Fire
8. Watching The River Flow
9. The Wicked Messenger
10. Born In Time
11. A Hard Rain's A-Gonna Fall (acustica)
12. Honest With Me
13. Simple Twist Of Fate
14. Summer Days

Bis:

15. Like A Rolling Stone
16. All Along The Watchtower


COMMENTO: La serata a Wallingford, Connecticut, non è cominciata sotto i
migliori auspici; infatti un violento temporale si è abbattuto sulla
cittadina americana prima e durante il concerto che per fortuna si è tenuto
in un teatro. Ad aprire la serata ci sono gli ormai conosciutissimi e
amatissimi dal popolo Dylaniano The Waifs, che sono saliti sul palco intorno
alle 19:30. Ieri sera era il compleanno di Donna, infatti durante il concerto
ha detto che i suoi genitori e il ragazzo, erano venuti dall'Australia per
vedere il concerto a Wallingford. La band ha suonato un fantastico set che
includeva "Crazy Train" e "When I Die." Intorno alle 20:30, Bob e la Band
sono saliti sul palco; il nostro era vestito tutto di bianco, e portava con
sè un cappello da cowboy ma che non ha indossato durante il concerto. Ad
aprire le danze c'è un incredibile versione di Stuck Inside of Mobile with
the Memphis Blues Again; chi si aspettava Maggie's Farm o Tombstone Blues è
rimasto spiazzato ma non deluso. Questa versione molto rock è una delle
migliori mai sentite. La voce di Bob è un po' incerta ma di grande effetto,
così come il grande assolo di armonica. Tommy "Mad Dog" ha suonato in tutte le
canzoni. Lay, Lady, Lay è nella più classica delle versioni con Larry alla
pedal steel e un ottimo lavoro all'armonica di Bob. Tweedle Dee & Tweedle
Dum, è la solita travolgente ondata di note con Freddie che spara riff
eccezionali e Bob che balla dietro al piano. Verso la fine della canzone
però succede qualcosa, Bob si volta verso Freddie e lo guarda arrabbiato,
poi Freddie si lancia in un riff e Bob si volta verso George per chiudere la
canzone. I'll Be Your Baby Tonight, vede ancora Bob all'armonica e Larry
alla pedal steel, il risultato è ottimo, ma forse privo di quell'atmosfera
country che ha questa canzone. Things Have Changed, è come sempre ottima
così come la sempre più rock Highway 61 Revisited, in cui Bob e Freddie
sembrano essersi riconciliati. This Wheel's On Fire, è quasi irriconoscibile
all'inizio, la voce di Bob è perfetta in ogni sfumatura così come gli ottimi
assoli all'armonica. Uno dei pezzi migliori della serata. Seguono
Watching the River Flow in una versione più rock del solito e una bella
The Wicked Messenger. La sopresa della serata è senza dubbio una fantastica
versione di Born in Time; tutto gira perfettamente e la band rende
perfettamente l'atmosfera quasi sognante di questo brano, così come la voce
di Bob è sempre più sentita e dolce. Splendida anche la versione acustica di
A Hard Rain's A-Gonna Fall, con Bob all'armonica, Tony al basso acustico e
Larry alla cittern. Per il pubblico è stato il momento più bello del concerto,
tutti hanno cantato insieme. La sua voce è pulita e la band è su altissimi
livelli. Un gran momento. Honest With Me è come al solito molto rock. Simple
Twist of Fate è in un bellissimo arrangiamento con Bob all'armonica e Larry
alla pedal steel. Dopo la conclusione di questa canzone Bob presenta la band
e riferendosi a George dice: "George Receli è alla batteria. George Receli.
George viene da Hartford, vero George? Yeah! Hartford!! George è il miglior
batterista sul palco!". Subito dopo la band si lancia in Summer Days ma prima
di cominciare la canzone Bob dice: "Mi dispiace gente, stasera siamo un po'
spenti, ma vi prometto che la prossima volta faremo meglio." Probabilmente
si riferiva a quell'episodio con Freddie. Summer Days è davvero fenomenale.
Tuttavia le occhiatacce e i gesti di disappunto di Bob a Freddie continuano.
Tanto che dopo il primo assolo e l'ennesima occhiataccia sembrava - guardando
Freddie - che stesse cominciando a piangere. Bob invece mentre suonava il
piano sembrava fosse quasi ubriaco, non riusciva a star fermo un attimo. Ad
un certo punto ha cominciato a muoversi come una ragazzina in un bizzarro
balletto. Qualcosa di incredibile. Al di là di tutto questo è stata una
grandissima performance. Bob mostrando ancora il proprio disappunto a
Freddie ha lasciato il palco alla fine della canzone. Dopo qualche minuto la
band è tornata sul palco ma senza Bob; tra di loro si sono guardati confusi
e poi hanno cominciato suonare Like A Rolling Stone. Hanno suonato un intero
verso prima che un Bob visibilmente ciondolante (ubriaco?) tornasse sul
palco. Ha subito cominciato poi a suonare il piano e a cantare. Freddie si è
prodotto in ottimi assoli nonostante il fatto che Bob se la sia presa con
lui più volte durante il concerto. Poi il secondo bis All Along the Watchtower, è stato un vero e proprio assalto rock. Alla fine Bob si è portato verso il pubblico e ha salutato agitando nervosamente il cappello, poi ha guardato la band e di nuovo il pubblico con
aria disgustata. Nonostante i problemi di cui abbiamo ampiamente trattato.
E' stato un ottimo concerto. Ubriaco o no, Bob sembra non accontentarsi mai.

Salvatore Esposito



 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

.
 

.