Kissimmee, Florida
Osceola County Stadium
May 28, 2005
 
1.  Maggie's Farm
2.  If You See Her, Say Hello
3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum
4.  Boots Of Spanish Leather
5.  Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again
6.  Love Sick
7.  Highway 61 Revisited
8.  Ballad Of Hollis Brown (acoustic)
9.  Cold Irons Bound
10.  Tears Of Rage
11.  Bye And Bye
12.  Summer Days


13.  Don't Think Twice, It's All Right
14.  All Along The Watchtower

COMMENTO: YESSSSSS! Amiche e amici di Maggie's Farm, benenuti alla terza puntata, per questo tour estivo di Bob Dylan e Willie Nelson, della rubrica What's Going On In Your Show. Questa sera siamo a Kissimmee, Florida presso l'Osceola County Stadium e come sempre a raccontarvi tutto ma proprio tutto di quello che è successo sul palco c'è il vostro Sal 'The Old Eagle' Esposito.

In apertura di serata sono esibiti i Greencards, seguiti a ruota da Willie Nelson che come al solito ha
ricevuto una vera ovazione da parte del pubblico. Subito dopo sono saliti sul palco Bob e la sua band che si sono lanciati in una travolgente versione di Maggie's Farm con Stu e Danny a dominare la
scena con le loro chitarre spinti al massimo dall'eccellente drumming di George.

Il secondo brano della serata, If You See Her, Say Hello, è stata presentata nell'ormai classico e trascinante arrangiamento rock con Bob protagonista al piano e alla voce supportato magnificamente
dall'interplay tra le chitarre di Stu e Danny.

Il rock resta sugli scudi con Tweedle Dee & Tweedle Dum, la cui esecuzione però non rivela
particolari miglioramenti rispetto a quella sentita qualche sera fa, un po' per il cantato non particolarmente riuscito di Bob, un po' per la band che si limita al compitino senza strafare.

Le cose migliorano quando subito dopo arriva il primo momento acustico della serata ovvero
una dolcissima resa di Boots Of Spanish Leather interpretata da Bob con un tono di voce molto caldo ma allo stesso tempo denso di nostalgia. Ottimo l'apporto di Don alla pedal steel che imprime alla linea
melodica maggiore incisività rispetto al passato.

Si torna ancora al rock con una bella resa di Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again, in cui Bob sfoggia un cantato assai coinvolgente mentre la band spinge al massimo soprattutto nei passaggi strumentali.

Il primo highlight della serata arriva però con il brano successivo, Love Sick, proposta in un arrangiamento lievemente rinnovato dove oltre all'eccezionale cantato di Bob si apprezza un grande lavoro della sezione ritmica.

Ottima è anche la resa di Highway 61 Revisited in cui la pedal steel di Don duella alla grande con la chitarra di Danny e il piano di Bob che inoltre aggiunge del suo sfoggiando sia un ottima prova vocale sia i classici balletti dal retro del suo piano.

Si passa poi al secondo momento acustico della serata con Ballad Of Hollis Brown cantata da Bob con tono teso e drammatico e dominata dall'ipnotico banjo di Don che regge tutta la melodia del brano.

Non manca poi la classica scorrazzata in territori alt-rock con la tellurica Cold Irons Bound in cui le chitarre di Stu e Danny infuocano il palco mentre Bob sfoggia un cantato da wolfman molto incisivo in questa occasione.

Il secondo highlight della serata arriva con Tears Of Rage eseguita dalla band con una grande carica rock che ci riporta alla versione del 2003 con i Dead, allo stesso modo Bob sfoggia un cantato dai toni solenni e commoventi.

Il finale del set è tutto a base di jazz rock con Bye And Bye e Summer Days, la prima guidata dal violino di Don mentre la seconda è caratterizzata dalla classica lunga jam finale con tutti i membri della
band che si alternano agli assoli.

Dopo la pausa Bob e la band tornano sul palco per i bis che anche questa sera vedono protagoniste Don't Think Twice, It's All Right e All Along The Watchtower.
 

Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION