Ft. Myers, Florida
William H. Hammond Stadium
May 25, 2005

 
1.  To Be Alone With You
2.  You Ain't Goin' Nowhere
3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum
4.  Tonight I'll Be Staying Here With You
5.  Highway 61 Revisited
6.  She Belongs To Me
7.  Cold Irons Bound
8.  Girl Of The North Country
9.  High Water (For Charley Patton)
10.  I'll Be Your Baby Tonight
11.  Ballad Of A Thin Man
12.  Summer Days


13.  Don't Think Twice, It's All Right
14.  All Along The Watchtower

COMMENTO: YEAAAAAAAAAAAAAA! Amiche e amici di Maggie's Farm, dopo la pausa post-spring tour rieccoci on the road again per questo nuovo ed entusiasmante tour che vedrà sullo stesso palco Bob Dylan e Willie Nelson.

Tante speranze, i soliti scongiuri (speriamo che canti come si deve!), tantissima attesa. Innanzitutto speriamo di non rivedere un tour in fotocopia rispetto allo scorso anno, e questa è una cosa abbastanza
facile dato che la band è quasi completamente rinnovata e soprattutto rodata da un intenso tour primaverile ma soprattutto si spera di non assistere ai disastri di Willie con I Shall Be Released.

Ben vengano i duetti, Bob, ma con un po' di pazienza e casomai provando le cose verranno meglio. Is easy, If You Try. You Know. Come sempre a raccontarvi e commentarvi quello che succede al di là dell'oceano c'è il vostro occhio nella piscina, Sal 'The Capitan In Charge' Esposito.

La prima tappa di questo tour è a Ft. Myers, Florida presso il William H. Hammond Stadium. Tralasciando il set di Willie Nelson (su cui non abbiamo raccolto informazioni precise dal Dylan Pool) passiamo direttamente a commentare la scaletta di ieri sera. Bob e la band (si nota subito la mancanza della bella Elana) salgono sul palco accompagnati dalla classica presentazione e ad aprire il concerto
troviamo uno degli opener classici, To Be Alone With You, eseguita da Bob e dalla band con la consueta carica rock e questo soprattutto grazie al drumming di George e al potente impatto delle chitarre di Stu e Danny.

Dal rock si passa poi al country, che per tutta la serata sarà un po' il liet motiv, con una divertentissima versione di You Ain't Goin' Nowhere, con Bob che sfoggia un cantato molto coinvolgente e Don Herron alla pedal steel che tesse un ottima base sonora per le chitarre di Stu e Danny.

Immancabile arriva anche Tweedle Dee & Tweedle Dum ma la performance di Bob seppur abbastanza buona scivola lentamente in un brano da pilota-automatico, la mancanza del violino di Elana in questo senso ha privato il brano di un elemento ormai imprescindibile per la sua riuscita dal vivo.

Ancora il country protagonista con Tonight I'll Be Staying Here With You in una versione molto energica con Bob perfetto al piano e alla voce e un grandissimo Danny a confezionare ottimi licks
chitarristici su cui Stu ricama ottimi passaggi sonori.

Se Highway 61 Revisited scorre veloce trascinata dal drumming incessante di George, She Belongs To Me è senza dubbio il vertice della serata, sia per l'ottima prova vocale di Bob ma sopratutto per l'ottimo impatto sonoro in cui le chitarre e la pedal steel sono protagoniste.

Si ritorna al rock con una potente Cold Irons Bound con Bob che guida il brano con grande energia mentre le chitarre di Stu e Danny si danno battaglia nota su nota.

Si torna al country con una bella versione acustica di Girl From The North Country ma è solo un breve momento perchè subito dopo irrompe High Water (For Charley Patton) caratterizzata dall'ormai collaudato contrasto tra il banjo di Don e le chitarre di Stu e Danny, ottima la prova vocale di Bob che suggella il secondo brano migliore della serata.

Ancora country con una dolcissima versione di I'll Be Your Baby Tonight guidata dall'ottimo Don alla pedal steel ed interpretata da Bob con un tono denso di nostalgia.

Sul finale del set arriva prima una bella resa di Ballad Of A Thin Man e poi la classica Summer Days che con una lunga jam a base di swing rock che chiude la prima parte.

Dopo la classica pausa Bob e la band tornano sul palco e si riparte con Don't Think Twice, It's All Right, forse l'unica vera novità della serata, infatti è presentata in un arrangiamento più energico in cui a farla da padrone è la chitarra di Danny che aggiunge un tocco bluesy al brano.

All Along The Watchtower chiude un concerto nella norma, senza grandi sorprese e soprattutto senza duetti tra Willie e Bob. Nei prossimi giorni vedremo come si evolverà questo tour con la speranza di rivedere sul palco la bella Elana Fremerman.

Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION