Reno, Nevada
Reno Hilton Pavilion
March 18, 2005


1.   Folsom Prison Blues (song by John R. Cash)

2.  Drifter's Escape

3.   Just Like A Woman

4. Tweedle Dee & Tweedle Dum

5.  If Dogs Run Free

6.  Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues Again

7.  Love Sick

8.  Highway 61 Revisited

9.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

10.  Mississippi

11.  Honest With Me

12.  Make You Feel My Love

13.  Summer Days


14.  A-11 (song by Hank Cochran)

15.  All Along The Watchtower


  COMMENTO: WEEEEELLLLL!!!!! Cari, anzi carissimi amici di Maggie's Farm,
come sempre il vostro commentatore dilanologo Salvatore "The People's
Writer" Esposito vi da' un caloroso benvenuto alla nuova puntata di
What's Going On In Your Show dal Reno Hilton Pavilion di Reno, Nevada. Come
da programma Amos Lee e Merle Haggard, scaldano il pubblico prima che
Lui salga sul palco e dia inizio alla magia.

Il primo brano del set di
Bob è subito una sorpresa. Si parte infatti con una azzeccatissima
Folsom Prison Blues, celebre brano di John R. Cash famoso per la frase
shock "I shot a man in Reno just to watch him die". La performance di
Bob è davvero entusiasmante, infatti interpreta il brano con una
eccellente impostazione vocale supportato alla grande dall'apporto della
band che confeziona un arrangiamento davvero perfetto.

Il secondo brano
della serata è Drifter's Escape, nella ormai nota versione elettrica
rallentata. Danny e Stu duellano sin da subito con grande abilità su
ogni nota mentre George imprime al brano un ritmo sincopato davvero
riuscitissimo.

Il primo highlight della serata però arriva con la
splendida nuova versione di Just Like A Woman, che ormai dal vivo sembra
venire sempre meglio, ottimo in questo senso l'apporto di Don Herron
alla pedal steel che tesse una eccellente trama melodica lungo tutto il
brano.

Tweedle Dee & Tweedle Dum rialza il tasso di elettricità sul
palco grazie agli eccellenti scambi di licks chitarristici tra Danny e
Stu e alla potenza della sezione ritmica che in Tony trova la sua anima
pulsante.

Dal rock si passa poi al jazz di If Dogs Run Free, dove ad
essere protagonista è il violino di Elana Fremerman che duettando con le
chitarre di Stu e Danny offre un ottima cornice per la voce di Bob.

Il rock torna prepotente con Stuck Inside Of Mobile With The Memphis Blues
Again e sul palco sale ancora il livello di elettricità, ottimo il
drumming di George che spinge la band lungo i sentieri del miglior rock
blues così come la voce di Bob perfetta in ogni sfumatura.

Il secondo brano clou della serata è però il successivo, Love Sick, eseguita
dalla band in un gradevolissimo arrangiamento dove il piano di Bob e il
violino di Elana si amalgamano perfettamente alle chitarre di Stu e
Danny.

Highway 61 Revisited scorre veloce come gli assoli di Danny e
introduce alla perfezione una granitica versione di Most Likely You Go
Your Way (And I'll Go Mine), dove Don fa letteralmente magie alla pedal
steel mentre Bob da' ancora una volta il meglio di se' alla voce.

Il terzo highlight arriva con Mississippi, una piccola sorpresa in quanto non
veniva eseguita da tempo, la band ricalca molto l'arrangiamento della
versione in studio ma in più vi aggiunge l'ottimo apporto del violino di
Elana e della pedal steel di Don.

Honest With Me regala al pubblico di
Reno ancora un'alta ondata di rock blues ma la magia non è finita in
quanto il brano successivo, Make You Feel My Love, è un altra prova di
come questa band, seppur limitata sotto certi aspetti riesca ad
adattarsi tanto ai brani elettrici quanto ai brani più melodici.Ottima
la prova vocale di Bob.

Summer Days chiude la prima parte in un tripudio
di chitarre e applausi.

Dopo la pausa Bob e la band tornano sul palco
per l'ormai immancabile A-11 di Cochran e l'insostituibile All Along The
Watchtower.
 
Salvatore Esposito



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION