sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Cambridge, Massachusetts
Harvard University
Gordon Track and Tennis Center
21 Novembre 2004

1. Rainy Day Women #12 & 35
2. Forever Young
3. God Knows
4. Desolation Row
5. It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)
6. Lay, Lady, Lay
7. High Water (For Charley Patton)
8. Tweedle Dee & Tweedle Dum
9. Don't Think Twice, It's All Right
10. Stuck Inside of Mobile with the Memphis Blues Again
11. John Brown
12. Honest With Me
13. Sugar Baby
14. Summer Days

Bis:

15. Like A Rolling Stone
16. All Along the Watchtower


COMMENTO: WOOWOWOWWOOW!!!!! Amiche e amici di Maggie's Farm benvenuti all'ultimo appuntamento con What's Going On In Your Show (per ora...).
Questa sera siamo a Cambridge, Massachusetts presso il Gordon Track and Tennis Center della Harvard University per seguire l'ultima data del tour autunnale negli States di Bob Dylan.
Come sempre a narrarvi le gesta di Mr. Bob Dylan, c'è il vostro "impiccabile" reporter Sal "Stormy Head" Esposito.
Ad aprire le danze questa sera è Rainy Day Women #12 & 35, in una versione dal ritmo veloce e dal fraseggio inarrestabile, guidata alla grande al canto da Bob e dalla slide di Larry per quello che concerne la parte strumentale.
Il brano successivo, Forever Young, è cantata da Bob con grande cura mentre la band confeziona un arrangiamento dalla bellezza cristallina, dove emerge senza dubbio la chitarra di Stu che sul finale regala un ottimo assolo in supporto all'armonica di Bob.
Si vira poi sul rock con una potentissima resa rock-blues di God Knows in cui le chitarre di Stu e Larry incendiano il palco a colpi continui di riff spinti dal piano traballante di Bob che incide sulla linea melodica spezzandola e ricomponendola secondo l'ispirazione del momento.
Il primo highlight della sera è però Desolation Row, infatti oltre al cantato assolutamente delizioso di Bob, che regala inoltre ottimi passaggi all'armonica, va segnalata un ottima performance della band che crea per questo brano un atmosfera evocativa dall'intensità unica.
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding) vede Larry alla cittern e un Bob in gran spolvero con un'altra eccezionale prova vocale; ciò che però impressiona è la grande versatilità di Stu che riesce all'elettrica a fornire un apporto misurato durante il procedere dei versi ma allo stesso tempo diventare determinante nelle parti strumentali.
Si passa poi al country con Lay, Lady, Lay, con Larry alla pedal steel, in sostanza è una versione standard ma considerando l'alta qualità della serata non sfigura affatto.
Il secondo highlight della serata è High Water (For Charley Patton), in una versione nuova e scintillante con Larry al bouzuki.
Abbandonato l'appeal rock da cui sembra distantissima, questa nuova versione presenta un fraseggio incalzante e incisivo e soprattutto una parte ritmica precisissima ben lontana dal sound granitico di qualche tempo fa.
La solita e classica Tweedle Dee & Tweedle Dum introduce una splendida versione di Don't Think Twice, It's All Right dai forti toni bluesy caratterizzata da un cantanto particolarmente ispirato di Bob
Dylan e da perfetti inserimenti dell'armonica.
Si torna al rock con una bella versione di Stuck Inside of Mobile with the Memphis Blues Again, ma è solo un momento infatti conclusa la canzone la band imbraccia gli strumenti acustici e si parte con John Brown, vera sopresa della serata.
L'esecuzione è assolutamente perfetta con Bob che sfoggia un cantato molto evocativo ma soprattuto con Stu e Larry che attraverso un perfetto intreccio di chitarre forniscono al brano una potenza evocativa enorme.
Una rovente Honest With Me fa da apripista al terzo highlight della serata, una splendida versione di Sugar Baby, in cui ancora una volta Bob conferma di avere nelle corde ancora grandi interpretazioni ma soprattutto di essere un ottimo piano player, infatti sul finale si immerge in un breve assolo in duetto con Stu.
Summer Days chiude la prima parte tra gli applausi e dopo la classica pausa arrivano i due classicissimi bis finali.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION