sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Kingston, Rhode Island
University Of Rhode Island
Ryan Center
17 Novembre 2004

1.  To Be Alone With You

2.  Tonight I'll Be Staying Here With You

3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

4.  Love Sick

5.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

6.  Million Miles

7.  If Not For You

8.  It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)

9.  Tryin' To Get To Heaven

10.  High Water (For Charley Patton)

11.  Visions Of Johanna

12.  Honest With Me

13.  A Hard Rain's A-Gonna Fall

14.  Summer Days

Bis:

15.  Like A Rolling Stone

16.  All Along The Watchtower


COMMENTO: IF YOU WANNA ROCK, YOU GOTTA LISTEN BOB!
YEAAAAA Amiche e amici di Maggie's Farm benvenuti alla nuova e scintillante puntata di What's Going On In Your Show, come sempre il vostro inviato virtuale on the pool Sal "The Magic Number" Esposito vi dà il benvenuto direttamente dal Ryan Center della University Of Rhode Island di Kingston, Rhode Island.
Si parte subito alla grandissima con una trascinante versione di To Be
Alone With You guidata dalle chitarre di Stu e Larry e spinta dal
potentissimo drumming di George.
Dal rock n' roll al country-rock il passo è breve e il brano successivo è Tonight I'll Be Staying Here With You; Bob canta in modo assai coinvolgente mentre Stu all'elettrica e Larry alla pedal steel aggiungono al brano un notevole tasso di elettricità.
Tweedle Dee & Tweedle Dum introduce al primo highlight della serata ovvero una splendida versione di Love Sick cantata in modo eccellente da Bob e guidata dall'intreccio chitarristico di Stu e Larry, quest'ultimo assai brillante nella linea melodica del brano.
Con Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) è il momento del rock blues più rovente; Bob da vero intrattenitore aggredisce il testo cantando con un tono roco molto sporco mentre Larry alla slide conduce per mano la band in una ottima resa del brano.
Il secondo highlight della serata è ancora da Time Out Of Mind, Million Miles, interpretata da Bob con un tono sofferto accentuato dall'arrangiamento notturno e oscuro confezionato dalla band, che vede in George l'anima pulsante.
Poi arriva una sorpresa, If Not For You, che non sentivamo da qualche tempo in una bella resa rock in cui le chitarre di Stu e Larry si danno battaglia nota su nota, Bob è impeccabile al cantato mentre meno incisiva appare la sezione ritmica che tende a serrare troppo il ritmo del brano.
It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding) è sofferta e velenosa come sempre
tuttavia l'arrangiamento in crescendo ha lasciato il posto ad un mood
più potente ed incisivo, in cui Bob sembra trovarsi leggemente meno a
suo agio.
Tryin' To Get To Heaven è ancora un saggio della capacità interpretativa di Dylan, infatti il menestrello canta vivendo il testo e
evidenziando con i vari toni di voce i momenti cardine, ottimo
sul finale l'assolo di Larry.
High Water (For Charley Patton) è ancora una volta su alti livelli, tuttavia negli ultimi tempi sembra accusare una leggera flessione soffrendo troppo la pesantezza dell'arrangiamento elettrico.
Il terzo brano clou della serata è Visions Of Johanna, che questa sera appare ancora più scintillante rispetto alle già ottime performance dei giorni precedenti soprattutto per quello che concerne il cantato di Bob che questa sera sembra eguagliare per evocatività le versioni del 1966. Honest With Me e una tirata versione di A Hard Rain's A-Gonna Fall introducono alla conclusiva Summer Days che chiude il set.
Dopo la classica pausa arrivano i classici bis... tanto per cambiare.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION