sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Toledo, Ohio
University Of Toledo
John F. Savage Hall
10 Novembre 2004

1.  Leopard-Skin Pill-Box Hat

2.  Tonight I'll Be Staying Here With You

3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

4.  Visions Of Johanna

5.  Highway 61 Revisited

6.  Tryin' To Get To Heaven

7.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

8.  Million Miles

9.  I'll Be Your Baby Tonight

10.  Love Sick

11.  Bye And Bye

12.  Honest With Me

13.  Every Grain Of Sand

14.  Summer Days

Bis:

15.  Like A Rolling Stone

16.  All Along The Watchtower


COMMENTO: OOOH YEEAAAA!! Amiche e amci di Maggie's Farm, benvenuti alla nuova ed imperdibile puntata di What's Going On In Your Show; questa sera siamo a Toledo, Ohio presso la John F. Savage Hall della University Of Toledo, per seguire il tour senza fine di Bob.
Il Bardo di Duluth seguito dalla sua band sale puntualissimo sul palco e subito si parte con una sorpresa, Leopard-Skin Pill-Box Hat.
Larry alla slide è subito protagonista, infatti insieme a Stu regala una perfomance assolutamente eccelente, allo stesso modo anche Bob si destreggia alla grandissima facendo sfoggio della sua classica voce blues assolutamente travolgente.
Dal blues al country-rock il passo è breve e infatti arriva una ritmata versione di Tonight I'll Be Staying Here With You in cui Bob aggredisce il testo con grande convinzione e la band aggiunge un alto tasso di energia al brano.
Sorvolando su Tweedle Dee & Tweedle Dum, passiamo alla seconda sorpresa della serata, Visions Of Johanna.
Bob dà il meglio di se, cantando con grande precisione e sfoderando un fraseggio assolutamente da brividi; a rendere questo brano il primo highlight della serata ci pensa la band che confeziona un arrangiamento di grandissima qualità.
Il concerto ha una lieve flessione su Highway 61 Revisited, ma è solo un momento perchè subito dopo arriva Tryin' To Get To Heaven, che Bob canta in modo eccellente mentre le chitarre di Stu e Larry cesellano ogni nota scambiandosi ottimi licks.
Ancora le chitarre di Stu e Larry sono protagoniste nel brano successivo, Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine), in cui brilla anche l'eccezionale drumming di George e il pulsare incessante del basso di Tony.
Il secondo highlight della serata è ancora una sorpresa, Million Miles, ancora da Time Out Of Mind; la band supporta in modo eccellente la voce oscura e profondissima di Bob creando un'atmosfera sofferta e densa di pathos.
A stemperare la tensione arriva una bellissima resa di I'll Be Your Baby Tonight, in cui Bob nei panni del crooner fa sfoggio ancora una volta di un'ottima voce ma soprattutto di una grandissima prova al piano, infatti con i suoi accordi spezza la melodia creata dalle chitarre creando una sorta di effetto honky tonky rallentato.
Poi arriva Love Sick ed è ancora magia, Bob dispensa emozioni cantando questo brano con grandissima intensità mentre Larry infarcisce il brano di piccoli ma incredibili passaggi chitarristici di grande gusto. Ottima è anche Bye And Bye in uno strano arrangiamento a metà strada tra il rock n' roll trascinante e il jazz; in questo senso determinante è il drumming di George che puntella il brano con tocchi lievi che lentamente sfociano in passaggi potenti e ficcanti.
Honest With Me vale la pena tralasciarla, anche se sul palco come al solito il tasso di elettricità è altissimo; una nota la merita Every Grain Of Sand, insolitamente appannata e priva di mordente.
Summer Days chiude la partita.
Bob e la band tornano sul palco dopo una breve pausa e si riparte con i bis... su cui ovviamente non ho intenzione di spendere nemmeno una parola.
For now the game is over! Roll up!

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION