sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Boulder, Colorado
University Of Colorado
Coors Events Center
24 Ottobre 2004 

1.  Down Along The Cove

2.  God Knows

3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

4.  Lay, Lady, Lay

5.  Highway 61 Revisited

6.  Can't Wait

7.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

8.  High Water (For Charley Patton)

9.  Positively 4th Street

10.  Bye And Bye

11.  Don't Think Twice, It's All Right

12.  Honest With Me

13.  Forever Young

14.  Summer Days
 
Bis:

15.  Like A Rolling Stone

16.  All Along The Watchtower



 
COMMENTO: WOWOWOWOWOW!!!! Ladies & Gentleman, benvenuti alla nuova ed entusiasmante puntata di What's Going On In Your Show.
Questa sera siamo al Coors Events Center di Boulder presso la University Of Colorado.
Come sempre, a commentarvi minuto per minuto il concerto di Bob e della sua band, c'è il vostro Sal "The Lawyer in Law" Esposito.
E come sempre al grido di IF YOU WANNA ROCK.....YOU GOTTA LISTEN BOB DYLAN.... si parte... e si parte alla grandissima con una raggiante versione rock n' roll-style di Down Along The Cove in cui Bob è subito protagonista sul palco con simpatici siparietti danzanti e sopratutto con una grande prova alla voce e al piano.
Sempre sull'onda del rock arriva God Knows, in una versione torrida e pulsante dove le chitarre di Stu e Larry si danno battaglia alla grande mettendo a ferro e fuoco il palco mentre Bob sfoggia un fraseggio assolutamente travolgente.
Con Tweedle Dee & Tweedle Dum è ancora rock prima che irrompa la dolcezza del brano successivo, Lay Lady Lay, cantata da Bob con grande cura ma soprattutto suonata dalla band in modo eccellente. Se Highway 61 Revisited scorre via veloce impressionando per l'energia che Bob e suoi musicisti riescono ad esprimere sul palco, Can't Wait è la perla assoluta della serata; infatti la band confeziona per questo brano un arrangiamento più solido, laddove la voce di Bob riesce ad esprimere al meglio la sua immensa carica emotiva.
Arriva poi il momento del blues con una strepitosa Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) in cui il drumming incessante di George spinge al massimo le chitarre di Stu e Larry che si danno battaglia sostenute dal piano traballante di Bob e dal basso di Tony.
Con una High Water (For Charley Patton) suonata in modo eccellente, si apre la parte migliore del concerto in cui troviamo una splendida Positively 4th Street ma soprattutto una magnifica resa di Bye And Bye in cui Bob sfodera una voce da crooner davvero molto particolare.
Il brano clou della serata però deve ancora arrivare ma non bisogna aspettare molto perchè subito dopo irrompe una fantastica versione acustica di Don't Think Twice, It's All Right in cui Bob torna agli antichi fasti regalando una performance tesa e nervosa di questo suo grande classico.
Se Honest With Me è come al solito l'occasione per Bob per fare sfoggio della sua band, Forever Young è il momento più gradito dal pubblico che non perde l'occasione di cantare in coro con Bob.
Il finale del set è come da copione ad appannaggio di Summer Days chiusa dalla classica jam chitarristica.
Dopo la classica breve pausa arrivano i due immancabili bis, Like A Rolling Stone e All Along The Watchtower.
For now it's all folk!

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION