sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Des Moines, Iowa
Sec Taylor Stadium
28 Agosto 2004

1.  Maggie's Farm

2.  Tonight I'll Be Staying Here With You

3.  Lonesome Day Blues

4.  Heartland (con Willie ed i suoi figli)

5.  Highway 61 Revisited

6.  Moonlight

7.  Things Have Changed

8.  Floater (Too Much To Ask) (Elana Fremerman al violino)

9.  A Hard Rain's A-Gonna Fall

10.  Honest With Me

11.  Ballad Of Hollis Brown

12.  Summer Days (Tommy alla chitarra)

Bis:

13.  Like A Rolling Stone

14.  All Along The Watchtower


COMMENTO: WOWOWOWOWO!!! Amiche e amici di Maggie's Farm, siamo al Sec Taylor Stadium di Des Moines, Iowa per seguire la nuova tappa del tour di Bob Dylan & Willie Nelson.
Come sempre a raccontarvi minuto per minuto tutto quello che è successo sul palco, c'è il vostro inviato virtualissimo Sal "Eagle Of Temple" Esposito.
Bando ai vari opener e al set di Willie, come sempre davvero eccellente e passiamo al set di Bob.
Si parte con una bellissima resa di Maggie's Farm, come sempre molto elettrica e con il piano di Bob a fare da contrappunto alle chitarre di
Stu e Larry.
Si passa poi al country-rock con Tonight I'll Be Staying Here With You in cui la voce di Bob si stende sull'ottimo tappeto sonoro delle chitarre e della batteria di George davvero impeccabile in ogni stacco.
Lonesome Day Blues è una scarica di energia senza eguali, Bob canta con voce roca mentre Larry e Stu si scambiano assoli di alta scuola spinti dall'incessante basso di Tony.
Come ormai da programma sale sul palco Willie Nelson e mentre tutti ormai aspettano I Shall Be Released arriva a sorpresa la splendida Heartland, eseguita per la seconda volta dal vivo.
La resa non è memorabile, Bob mangiucchia qualche parola, tuttavia Willie salva il salvabile con una eccezionale prova vocale.
Si torna prepotentemente al rock con Highway 61 Revisited, come sempre infuocatissima e densa di groove ritmico.
Quasi a sorpresa arrivano poi Moonlight, rivestita di un sound rock-jazzy di grande intensità che sfocia in un ritornello quasi country-rock, e Things Have Changed, velocizzata e resa più potente nei passaggi strumentali dalle due chitarre di Stu e Larry.
Sale poi sul palco Elana Fremerman degli Hot Club Of Cowtown e si parte con una memorabile Floater (Too Much To Ask) in cui le chitarre di Larry e Stu seguono l'ottima melodia disegnata dal violino e dal piano di Bob che si intrecciano e si rincorrono alla grande.
A Hard Rain's A-Gonna Fall è potente ed apocalittica nel suo incedere sincopato, Bob snocciola con cura ogni verso in un crescendo davvero emozionante.
Con Honest With Me ci si avvia alla conclusione del set ma c'è ancora tempo per una tesissima versione acustica di Ballad Of Hollis Brown, seguita come da programma da Summer Days con un ottimo Tommy Mad Dog alla terza chitarra.
I bis classici chiudono la serata tra gli applausi.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION