sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
West Haven, Connecticut
Yale Field
7 Agosto 2004

1.  Maggie's Farm 

2.  Watching The River Flow 

3.  Tell Me That It Isn't True 

4.  Lonesome Day Blues 

5.  Just Like A Woman 

6.  Tweedle Dee & Tweedle Dum 

7.  Love Sick 

8.  Highway 61 Revisited 

9.  Ballad Of Hollis Brown

10.  Honest With Me 

11.  It Ain't Me, Babe

12.  Summer Days 

Bis:

13.  Mr. Tambourine Man

14.  Like A Rolling Stone 

15.  All Along The Watchtower 


COMMENTO: YEEEEEEEEAAAAAAA!!! Amiche e amici di Maggie's Farm, siamo qui nella cripta virtuale del Dylan Pool dove attraverso un elaborato procedimento di fisica quantistica ci accingiamo a raccontarvi la terza serata del tour americano di Bob al fiano di Willie Nelson, che nemmeno questa sera dividerà con lui il palco.
Sede del concerto di questa sera è lo Yale Field di West Heaven, Connecticut.
Si parte alla grande con una bella versione di Maggie's Farm con Bob che aggredisce ogni verso con la giusta convinzione e la band che traghetta Bob a guardare il fiume con Watching the River Flow tutta giocata su una ritmica rock-blues assolutamente travolgente.
Si passa poi al country-rock con una bella versione piena di groove di Tell Me It Isn't True dove Bob reinventa la melodia accellerandola leggermente e impostando la voce in modo davvero particolare.
Lonesome Day Blues è tagliente come le chitarre di Stu e Larry che la dominano, Bob dal canto suo sfodera una voce assolutamente impeccabile mentre la ritmica impressa al brano da Tony e George è travolgente.
Dopo tanta elettricità arriva la perla della serata ovvero Just like a Woman in una versione lenta e sognante in cui brilla l'ottimo lavoro al piano di Bob e la chitarra di Stu che regala sul finale un breve ma eccezionale assolo. Tweedle Dee & Tweedle Dum è potente e tambureggiante con Larry e Stu immersi in un duello chitarristico di grande effetto a supporto del lavoro di Bob al piano.
La seconda perla della serata è Love Sick in cui Bob rallenta il fraseggio e canta ogni verso con voce davvero da brividi; sugli scudi c'è ancora un volta l'ottimo Stu che insieme a Campbell cesella alla grande ogni nota.
Highway 61 è guidata dal drumming potentissimo di George che infonde al brano un grande groove; tuttavia Larry e Stu appaiono in ombra limitandosi allo stretto necessario.
Poi arriva una piccola sorpresa dagli anni sessanta, infatti proprio come aveva già fatto durante il tour europeo Bob ripesca Ballad Of Hollis Brown che esegue con la stessa foga espressiva supportato alla grande da Larry. L'arrivo di Honest With Me è salutato dal pubblico con un po' di dispiacere in quanto il concerto è giunto quasi alla fine, purtroppo in questo tour le
scalette saranno per forza più brevi per dare spazio a Willie Nelson, tuttavia la prova di Bob e della band assolutamente superlativa fa dimenticare a tutti questo particolare.
It Ain't Me Babe e Summer Days chiudono la prima parte e dopo una breve pausa si riparte con Tambourine Man in una bella versione cantata da Bob con un tono quasi ipnotico.
Il finale come al solito è riservato a Like Rolling Stone e All Along The Watchtower, in cui Larry Campbell regala una eccezionale prova alla pedal steel.
Una breve nota finale la dedichiamo a Willie Nelson, che dopo aver superato l'intervento al polso sta lentamente ricominciando a suonare la chitarra; particolarmente brillante durante il suo set è stata Me and Bobby McGee, famosissima canzone portata al successo da Janis Joplin.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente. 

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION