sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Poughkeepsie, New York
The Chance
4 Agosto 2004

1.  The Wicked Messenger

2.  If You See Her, Say Hello

3.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

4.  Tonight I'll Be Staying Here With You

5.  High Water (For Charley Patton)

6.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

7.  Sugar Baby

8.  Seeing The Real You At Last

9.  Ballad Of A Thin Man

10.  Highway 61 Revisited

11.  This Wheel's On Fire

12.  Honest With Me 

13.  It Ain't Me, Babe 

14.  Summer Days

Bis:

15.  Don't Think Twice, It's All Right

16.  All Along The Watchtower


COMMENTO: YEEEEEEEEEEEYEEEESSSSSS Sal is come back to Faaaaaarm!!!!!!
Amiche e amici di Maggie's Farm, dopo le meritate vacanze sia per Bob
che per me ritorniamo in costume e ciabatte da mare ma sopratutto forma smagliante per il tour americano del menestrello di Duluth, così vestiti
entriamo attraverso la porta virtuale del Dylan Pool al The Chance di
Poughkeepsie, New York dove questa sera ci sarà il primo concerto, che a
differenza degli altri (che vedranno come co-headliner Willie Nelson)
vede la sola partecipazione di Bob.
Come al solito puntualissimi Bob e la band salgono sul palco e dopo pochi secondi si parte con una nervosa versione di Wicked Messenger, la voce di Bob è potente e diretta ma a brillare sono i suoi poderosi assoli di armonica che tagliano il muro sonoro della band davvero impeccabile.
A sorpresa dopo i vari rumors che davano Freddie Koella come rientrante sul palco c'è ancora Mr. Criticatemi Kimball, qualcuno ha detto anche che avrebbe figurato bene solo con i Toto ma a parte le maldicenze Stu, anche questa sera sembra in perfetta sintonia con Bob e con la sua band come dimostra l'ottima partenza al seguito di Mr. I'mTheGuitar Larry Campbell.
La seconda e la terza canzone, If You See Her Say Hallo e Tweedle Dee &
Tweedle Dum, confermano quanto detto fin qui, con l'eccezione di alcuni cambi nel testo operati da Bob e di una superlativa prova alla batteria
di George.
Dopo una sana dose di rock' n' roll si passa al country con Tonight I'll Be Staying Here With You, dove Larry fa cose davvero eccezionali alla pedal steel incorniciando alla grande l'ottima prova vocale di Bob.
Una poderosa resa elettrica di High Water (For Charley Patton) introduce al blues di Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine) dove Bob regala ben tre assoli di armonica assolutamente da brividi mentre Larry e Stu duellano alla grande.
La prima sorpresa della serata arriva con Sugar Baby in una splendida versione acustica a tempo di valzer con Larry alla cittern, Stu all'acustica, e Tony al contrabbasso; la prova vocale di Bob è assolutamente superlativa così come l'apporto della band sempre sopra le righe.
Con la rollingstoniana Seeing The Real You At Last si torna al rock e questa volta protagonista è Stu che si produce in ottimi licks chitarristici mentre Bob canta in modo travolgente e dopo l'ultimo verso grida "Oh yeaaaahh".
Highlight della serata è la successiva Ballad Of A Thin Man in cui il piano, la voce e l'armonica di Bob si stendono su un ottimo tappeto sonoro dato dalla splendida pedal steel di Larry, incredibile in questo senso anche il fraseggio chitarristico con Stu.
Solita cavalcata sonora di grande intensità è poi Highway 61 Revisited a cui segue il secondo highlight della serata, ovvero una magica This Wheel's On Fire in cui ancora una volta Bob regala una prova magistrale sia alla voce che all'armonica; assolutamente da pelle d'oca è "rolling down the roooooaaaaaadddd" cantato con un tono drammatico.
Se Honest With Me con la splendida slide di Larry e Summer Days sono semplicemente travolgenti nella loro ritmica forsennata, la versione acustica di It Ain't Me, Babe con Larry alla cittern e il primo bis Don't Think Twice, It's All Right rappresentano i momenti più intimistici e sentiti della serata.
All Along The Watchtower chiude il concerto come al solito.
Insomma per essere una prova generale del tour con Willie Nelson questo concerto è stato in linea con le migliori performance del tour europeo e ha senza dubbio mostrato alcuni passi in avanti soprattuto per quello che concerne le prove chitarristiche di Stu Kimball ormai perfettamente integrato nei meccanismi della Bob Dylan's Tour Band. 

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente. 

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION