sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Alcalá de Henares (Madrid), Spain
Huerto del Palacio Arzobispal
14 Luglio 2004

1.  The Wicked Messenger

2.  She Belongs To Me

3.  Cry A While

4.  Desolation Row

5.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

6.  Boots Of Spanish Leather

7.  Highway 61 Revisited

8.  This Wheel's On Fire

9.  Watching The River Flow

10.  Ballad Of A Thin Man

11.  Floater (Too Much To Ask)

12.  Honest With Me

13.  Ballad Of Hollis Brown 

14.  Summer Days

Bis:

15.  Don't Think Twice, It's All Right

16.  Like A Rolling Stone

17.  All Along The Watchtower


COMMENTO: Ola Amigos!!! Siamo sempre in Spagna e precisamente all'
Alcalá de Henares a Madrid, sede del concerto è l'Huerto dello splendido
Palacio Arzobispal. Bob e la sua band salgono sul palco in perfetto
orario e dopo alcuni secondi si parte con una elettricissima versione di
The Wicked Messenger con Larry protagonista con grandiosi passaggi
chitarristici. Il secondo brano, She Belongs To Me, abbassa la tensione
elettrica ma non convince pienamente forse per l'impostazione vocale di
Bob troppo distaccata e poco coinvolgente, tuttavia la band fa del suo
meglio sfoderando un ottimo arrangiamento elettrico. La cavalcata
chitarristica blues di Cry A While introduce al primo highlights della serata ovvero Desolation Row, cantata da Bob con un tono quasi ipnotico, la band fa le cose in grande con un fantastico crescendo strumentale. La scatenata Tweedle Dee & Tweedle Dum abbassa per un attimo la tensione emotiva della canzone precedente ed introduce alla seconda perla della serata, Boots Of Spanish Leather introdotta da uno splendido intreccio delle chitarre di
Stu e Larry, quando irrompe la voce di Bob è magia pura. Un salto sull'
Autostrada 61 con una vibrante Highway 61 Revisited e poi via di corsa
verso lo scantinato di Big Pink con una magnifica This Wheel's On Fire
in cui Bob regala la miglior interpretazione vocale della serata.
Watching The River Flow viene accolta con sopresa dal pubblico spagnolo,
che applaude contentissimo dopo una trascinante performance al piano e
alla voce di Bob nelle vesti del blues man. La qualità resta altissima
anche con la successiva Ballad Of A Thin Man con il piano di Bob ancora
protagonista ma ad impressionare questa volta è la sezione ritmica
davvero impeccabile con Tony che stende un tappeto sonoro su cui il
piano di Bob disegna la linea melodica della canzone. Larry passa al
violino ed è il momento di Floater (Too Much To Ask), la versione di
questa sera è una spanna sopra le altre sentite in questo tour tuttavia
non riesce a convincere a pieno a causa di una intepretazione poco
convinta di Bob. Ancora Larry protagonista su Honest With Me con enormi
bordate di slide in supporto all'elettrica di Stu, ottimo anche Bob che
si destreggia benissimo alla voce. Con una buona versione acustica di
Ballad Of Hollis Brown si arriva alla conclusione della prima parte che
termina come da programma con la coinvolgente jam finale su Summer Days.
Dopo aver abbandonato il palco per pochi minuti Bob e la band tornano e
si riparte con una convincente versione acustica di Don't Think Twice,
It's All Right seguita come da rituale da Like A Rolling Stone e da All
Along The Watchtower.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION