sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Benidorm, Spagna
Plaza de Canalejas
Plaza de Toros
9 Luglio 2004

1.  Drifter's Escape

2.  Hazel

3.  Cry A While

4.  Girl Of The North Country

5.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

6.  Love Sick

7.  Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)

8.  Highway 61 Revisited

9.  Make You Feel My Love

10.  Cold Irons Bound

11.  Shooting Star

12.  Honest With Me

13.  If Dogs Run Free

14.  Summer Days

Bis:

15.  Mr. Tambourine Man

16.  Like A Rolling Stone

17.  All Along The Watchtower


COMMENTO: YEAAAAAAA!!! Amiche e amici di Maggie's Farm siamo ancora in Spagna e precisamente a Benidorm per seguire la seconda tappa nella penisola iberica del Tour di Bob Dylan. Il primo brano, Drifter's
Escape, è subito all'insegna dell'eletticità, Bob si immerge nei versi
con la classica voce roca e trascina la band in una scoribanda
chitarristica che vede protagoniste le chitarre di Stu e Larry. Il brano
successivo, Hazel, è una vera sopresa per il pubblico spagnolo, Bob
canta in modo eccezionale e suona il piano con grande cura tessendo una
trama sonora di grande effetto a supporto delle chitarre. Il rock-blues
di Cry A While, stempera un po' la tensione che torna a farsi altissima
con una eccezionale versione acustica di Girl Of The North Country in
cui protagonista è Larry che cesella ogni nota, sul finale arriva un
breve ma efficacissimo assolo di Stu che chiude in modo eccellente il
brano. Il tormentone rock n' roll di Tweedle Dee & Tweedle Dum è
salutato dal pubblico con grande entusiasmo sopratutto per l'ottimo
lavoro della coppia ritmica George-Tony che imprime al brano una potenza
e una vivacità davvero uniche. Il secondo highlight della serata è Love
Sick, in cui la voce sofferta di Bob regala una grande prova vocale
mentre la band ricrea alla perfezione l'atmosfera notturna e malinconica
del brano. Segue un uno-due dall'altissimo impatto elettrico, infatti
prima arriva il potente rock blues di Most Likely You Go Your Way (And
I'll Go Mine) e poi Highway 61 Revisited, in entrambe la band spinge al
massimo sull'accelleratore con grandi riff di chitarre che si
intrecciano ma sopratutto con la sezione ritmica assolutamente
espolosiva. Dopo tanta potenza elettrica si passa alla romantica Make
You Feel My Love, in cui Bob vestendo quasi i panni del crooner canta
con grande cura ogni verso ma sopratutto regala una ottima performance
al piano. Grandiosa è anche la successiva Cold Irons Bound, che in
questo nuovo arrangiamento quasi post-rock, svela alcuni elementi che
nel passato erano in ombra, un esempio senza dubbio è il passaggio
chitarristico prima dell'ultimo verso in cui Larry da ancora una volta
prova di essere il chitarrista ideale per Bob Dylan. Assolutamente da
brividi è anche la successiva Shooting Star, altra grande sopresa della
serata, in cui Bob e la band arrivano a toccare il cuore di tutto il
pubblico che applaude quasi commosso. Il duello chitarristico di Honest
With Me, introduce al jazz di If Dogs Run Free, in cui brilla
incontrastato Larry che da solo regge quasi tutto il brano con
eccezionali parti di chitarra. Dopo Summer Days arriva la pausa, poco
dopo Bob e la band tornano sul palco e si riparte con Mr. Tambourine Man
in una bella versione acustica in cui Bob dopo molto tempo torna ad
eseguire questa canzone con un fraseggio più che buono. Like A Rolling
Stone e All Along The Watchtower come da programma chiudono la serata.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION