sera per sera Bob in concerto
a cura di Salvatore "Eagle"

 
Montauban, Francia
Montauban Festival de Jazz
Jardin des Plantes
6 Luglio 2004

1.  To Be Alone With You

2.  It's All Over Now, Baby Blue

3.  Lonesome Day Blues

4.  Desolation Row (acoustic)

5.  It's Alright, Ma (I'm Only Bleeding)

6.  Tweedle Dee & Tweedle Dum

7.  Under The Red Sky

8.  Highway 61 Revisited

9.  It Ain't Me, Babe

10.  Cold Irons Bound

11.  This Wheel's On Fire

12.  Honest With Me

13.  Masters Of War 

14.  Summer Days

Bis:

15.  Don't Think Twice, It's All Right

16.  Like A Rolling Stone

17.  All Along The Watchtower


COMMENTO: YEAAAA!! Amiche e amici di Maggie's Farm, siamo ancora in Francia e precisamente al Montauban Festival de Jazz presso Jardin des Plantes di Montauban, dove grazie ai racconti degli amici del Dylan Pool virtualmente seguiremo l'ennesimo grande concerto di Mr. Bob Dylan. Si parte subito alla grande con To Be Alone With You, in un potente
arrangiamento rock in cui Larry domina lungo tutto il brano regalando
ottime parti di chitarra. Segue It's All Over Now, Baby Blue, in cui Bob
canta con grande cura ogni verso ma sopratutto sfruttando il nuovo
fraseggio e il nuovo arrangiamento più rock regala una performance più
che convincete. Il blues irrompe prepotente con Lonesome Day Blues, in
cui le chitarre di Larry e di Stu si via via diventano sempre più
roventi e questo grazie anche all'incoraggiamento di Bob che alla voce
regala un ottima performance. Il primo highlights della serata è
Desolation Row, in una bella versione semi acustica che si snoda
attraverso un arrangiamento in crescendo davvero molto particolare.
Sempre sul crescendo strumentale si muove anche la successiva It's
Alright, Ma (I'm Only Bleeding), in cui Larry al cittern regala un
ottima performance supportato alla grande anche dall'ottima chitarra di
Stu, Bob dal canto suo come al solito aggredisce i versi telluric di
questa canzone quasi sparandoli verso il pubblico. Una convincente
Tweedle Dee & Tweedle Dum, introduce ad un ottima versione di Under The Red Sky, in cui Bob regala una bella performance vocale mentre la band impreziosisce il brano con un ottimo arrangiamento. Il turbine elettrico
di Highway 61 Revisited serve a far calare la tensione, ma torna alta
subito dopo con una magica It Ain't Me, Babe in una eccezionale resa
acustica in cui Larry brilla in modo particolare. Il drumming
rumoristico di George introduce ad una bella resa di Cold Irons Bound,
in cui le chitarre di Larry e di Stu si danno battaglia supportando alla
grande il piano e la voce di Bob. Bob poi regala al pubblico francese
una perla tanto attesa e non eseguita in Italia, e parlo di This
Wheel's On Fire, che esegue cantando con grande cura ogni verso
regalando grazie all'apporto prezioso di Larry e Stu una delle migliori
performance della sera. Honest With Me introduce all'inattesa Masters Of
War in una bella versione acustica a cui segue una bella jam su Summer
Days che chiude la prima parte del concerto. I bis sono aperti da una
non particolarmente brillante Don't Think Twice, It's All Right, seguita
a ruota da Like A Rolling Stone e All Along The Watchtower.

Questa recensione è stata redatta sulla base dei commenti dei fan del
Dylan Pool e di The Watchtower Forum, e sulla base dell'ascolto di
alcuni mp3 che vengono postati nei predetti forum. I commenti alle
canzoni sono frutto di traduzioni e solo dove specificato dello
scrivente.

Salvatore Esposito


E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION