BOB DYLAN ED UNA POSSIBILE CONNESSIONE CON GLI UFO
di  Sean Casteel

 

Ci sono stati numerosi tentativi per vedere oltre la maschera artistica dei versi e della poesia di Bob Dylan a quello che è alla base del suo genio - quello che è il reale processo creativo che risulta dai versi di Dylan.
Voglio suggerire una spiegazione che, a quanto ne so, non è mai stata precedentemente ipotizzata - un contatto con gli UFO. Baso questa spiegazione su uno studio assolutamente rigoroso dell'interazione tra gli UFO e gli esseri umani ed al fascino dell'ascolto di Bob Dylan che ho iniziato quando avevo 12 anni, nel 1970.

Permettetemi di dare qualche informazione di base su quello che generalmente avviene quando una persona ha esperienza di contatti con gli alieni a bordo di un UFO. Spesso il soggetto dorme nel suo letto e poi improvvisamente si sveglia e si sente paralizzato respirando a fatica.
Poi inizia a brillare un raggio di luce azzurra nella stanza, che sembra provenire dal nulla. Il raggio di luce azzurra preleva il soggetto dal letto e lo conduce attraverso la finestra chiusa in una navicella che aspetta di fuori.

La descrizione più comune dell'aspetto degli alieni è la seguente: creature dalla pelle grigia delle dimensioni che variano da due piedi e mezzo a quattro, con occhi neri a mandorla. Queste creature umanoidi, che vengono chiamate "grigi" dalla maggioranza dei ricercatori del campo, depongono il soggetto su una sorta di tavolo operatorio ed iniziano a sottoporlo a vari test medici.
L'intento finale di questi esami medici è ancora sconosciuto ma spesso si è supposto che alla base vi sia l'intento di effettuare esperimenti atti alla creazione di una razza ibrida di creature metà umane e metà aliene.

So che questo potrebbe offendere molti di voi ma gli esperimenti alieni spesso consistono nella rimozione delle ovaie da soggetti di sesso femminile e di sperma da soggetti di sesso maschile che sono poi uniti con le loro controparti aliene. E' stato affermato più di una volta da questi "grigi" che il loro materiale genetico è compatibile con quello degli esseri umani.

Dunque, che c'entra Dylan? Beh, quando ho ascoltato per la prima volta la canzone "10.000 Men" dall'album "Under the Red Sky", sono rimasto colpito dall'appropriatezza del verso "10,000 women in my room, Spilling my buttermilk, Sweeping it up with a broom." ("10.000 donne nella mia stanza, versano il mio latte, lo raccolgono con una scopa").

Usando il termine "latte" come un eufemismo, Dylan ci offre un resoconto assolutamente schietto del prelievo di un campione di sperma.
Anche la natura femminile dei suoi alieni coincide con i resoconti di molti altri rapimenti alieni nei quali soggetti umani si accoppiano con alieni di sesso opposto.

Parlerò più tardi delle allusioni di questi versi.

Un altro punto da considerare è che un'esperienza di rapimento alieno è spesso rimossa a livello di coscienza. Ad un rapito resta generalmente solo il ricordo di un "salto temporale", poche ore di cui egli non ha memoria. Esiste un altro fenomeno che talvolta si verifica, quello definito "memoria schermata" o "storia di copertura" in cui viene innestato dagli alieni un ricordo più accettabile di quello che l'esperienza traumatica di un rapimento lascia al soggetto. Quello che molti studiosi di UFO definiscono come una "misericordiosa" amnesia

Ma torniamo a Dylan. Uno degli aspetti più importanti dell'opera di Dylan è naturalmente la sua coscienza sociale, la sua sollecitudine per tutti gli esseri umani ed i loro diritti a diverse libertà personali e politiche, così come una notevole dose di timore di Dio - come il senso di riverente critica sociale di un profeta del Vecchio Testamento. Anche in questo Dylan ha molto in comune con un UFO "experiencer", come talvolta vengono definiti i rapiti.

Tutti, dallo psichiatra di Harvard John E. Mack, un fermo sostenitore dei fenomeni di rapimenti e considerato uno dei maggiori ricercatori del campo, fino allo scrittore Whitley Strieber, autore di best sellers come  "Communion," "Transformation" e "Breakthrough," riportano che in seguito ad un'esperienza di rapimento da parte di alieni il soggetto è spinto in maniera differente rispetto a prima verso alcuni problemi sociali.
Questo cambiamento nella visione del mondo porta con sè un notevole aumento improvviso di interesse dei soggetti verso il pericolo di guerra nucleare ed il declino delle condizioni ambientali del mondo.

Un interesse più profondo per il pianeta e per i propri simili che in precedenza i soggetti non provavano.

Ai rapiti viene spesso mostrata un'immagine olografica del mondo in fiamme che lascia in loro in maniera permanente un senso di apocalisse per l'immediato futuro che tende a far nascere una accresciuta spiritualità in loro ed impianta la nozione di devozione altruista nei confronti dei propri simili. Se questo cambiamento sia voluto dagli alieni o sia piuttosto un semplice effetto collaterale dei ricordi del rapimento che resta a livello inconscio nella mente non è ancora noto.

Potrebbe essere questa una plausibile spiegazione per l'atteggiamento estremamente moralistico di Dylan a livello sociale e politico e per i suoi disastrosi moniti di un destino di decadenza e malvagità senza ritegno?

Così come "you don't need a weatherman to tell which the wind blows" allo stesso modo non hai bisogno di un UFO per dire che il mondo è in balìa del male. Ma quello che intendo dire è che ci sono molte allusioni nei versi di Dylan ad esperienze comuni a quelle di coloro che hanno avuto contatti con UFO.

Prima ho parlato di "salti temporali" e di "memoria schermata", i due sistemi che gli alieni usano per cancellare i ricordi di un soggetto dopo che il rapimento è terminato ed il soggetto stesso ritorna sano e salvo nella sua stanza da letto, o in automobile o da qualsiasi altra parte.
E' stato dimostrato da più di uno studioso che un soggetto può avere molteplici contatti con entità aliene durante il corso della propria vita e non avere ricordi coscienti di astronavi o di alieni. Tutto quello che gli resta è un guazzabuglio di ricordi stipati a livello subliminale e forse una sensazione che qualcosa è "sbagliato".
Forse Dylan non parla di UFO perchè la sua memoria cosciente non presenta cognizione delle sue esperienze.

"Saw a shooting star tonight, and I thought of you" dalla canzone "Shooting Star".

Una stella cadente è spesso utilizzata come spiegazione per le manovre aeree di navicelle, manovre che non possono essere imitate dalla tecnologia aeronavale umana attuale e che certo non possono essere stelle cadenti.

"The farmers and the business men, they all did decide, To show you where the dead angels are that they used to hide . . ."
"I  fattori e gli uomini d'affari, hanno deciso tutti di mostrarti gli angeli morti che erano soliti nascondere"

Sebbene questi versi siano datati 1966, dalla canzone "Sad-Eyed Lady Of The Lowlands", sembrano un perfetto resoconto del celebre "Incidente di Roswell" in cui un fattore del New Mexico di nome Mack Brazel dichiarò di aver trovato un disco volante distrutto con i corpi senza vita di entità biologiche extraterrestri nei pressi.
Gli "angeli morti" furono in seguito nascosti dai militari e l'intero incidente venne coperto dalla versione ufficiale che parlava semplicemente di una sonda atmosferica caduta al suolo.

La mente inconscia di Dylan è stata in qualche maniera spinta a scrivere un preciso resoconto in rima dell'incidente quasi 13 anni prima che il pubblico ne fosse portato a conoscenza.
Probabilmente avete sentito parlare del tentativo del membro del Congresso del New Mexico di ottenere le registrazioni dell'incidente da parte del Dipartimento della Difesa.
In qualche modo Dylan "sapeva" la verità quando persino alcuni rappresentanti del Governo ne erano all'oscuro.

L'esperienza che Dylan ebbe alla fine del 1978 o all'inizio del 1979 nella quale egli era solo a casa sua ed avvertì una "presenza" nella stanza che scuoteva le sue finestre e cercava di comunicare può essere una prova di un contatto alieno. Dylan interpretò l'avvenimento come un messaggio di Gesù Cristo secondo cui egli avrebbe dovuto convertirsi ufficialmente al Cristianesimo, cosa che Dylan fece.

La storia degli UFO e dei loro contatti con il genere umano interpretati in chiave religiosa risale ad almeno 6000 anni fa ai tempi degli antichi Sumeri, e presumibilmente ad epoche antecedenti. Molti dei miracoli raccontati nel Vangelo, come la Trasfigurazione, la Resurrezione e l'Ascensione sono stati collegati agli UFO, chiamati nella Bibbia "le nuvole del Paradiso". Le guarigioni miracolose che si ritiene Cristo abbia operato sono molto simili agli effetti successivi ad un rapimento alieno.

In effetti la Bibbia è a volte definita "il più grande libro di Ufologia esistente" perchè molti dei miracoli descritti dagli antichi scrittori Ebrei sono stati imitati nel 20mo secolo dagli UFO. L'interesse di Dylan per la Bibbia fin dalla sua infanzia non è certo una coincidenza in questo contesto.

Dylan ha mai parlato esplicitamente di UFO? Nella biografia di Robert Shelton su Dylan, "No Direction Home," viene riportata un'affermazione di Dylan : "Gli anni '60 sono stati come l'atterraggio di un UFO. Un mucchio di gente ne ha sentito parlare ma pochissimi lo hanno visto davvero".
La sua allusione è stata fatta passare come una battuta ma può essere la prova di un iceberg seppellito in profondità nella pressochè infinitamente complessa memoria inconscia di Dylan. E se questo è vero per Dylan certo egli non è solo.

Un recente sondaggio del 1992 della Roper Organization in cooperazione con gli autorevoli studiosi di Ufologia Budd Hopkins e David Jacobs poneva agli intervistati alcune domande per appurare se una persona era stata vittima di un rapimento alieno senza averne cognizione.
Le domande riguardavano alcuni tipi di esperienze che sono comunemente ricordate dopo un rapimento alieno nonostante l'amnesia imposta dagli alieni stessi.

I risultati del sondaggio indicarono che una piccola parte della popolazione degli Stati Uniti, circa 5 milioni di persone, dichiarò di aver avuto queste esperienze. Comunque, su un altra scala, quella piccola parte è stata anche in maniera consistente più attiva da un punto di vista sociale e politico di coloro che non avevano avuto tali esperienze.

Esiste quindi almeno un collegamento tra i rapimenti alieni ed il bisogno di una persona ad essere di utilità al genere umano con attività sociali o politiche. Il collegamento con l'opera di Dylan dovrebbe essere ovvio.

Ci sono stati numerosi avvistamenti di UFO da parte di celebrità, da Elvis Presley al Principe Carlo, da Jimmy Carter a Muhammed Alì. Se da un lato si è sparso il ridicolo sul credere nell'esistenza degli UFO da parte del governo e dei media "autorevoli" dall'altro esiste un'abbondanza di avvistamenti da parte di personaggi famosi ed occasionali ammissioni da parte di governi che non tutti gli avvistamenti possono essere spiegati come fenomeni naturali.

La convinzione che non siamo soli nell'universo in genere colpisce una persona intelligente più che la convinzione opposta.
Il genio poetico e musicale di Bob Dylan deriva in qualche modo da un vacuum spirituale? O è il risultato delle amorevoli cure per un fiore delicato da parte di giardinieri alieni dal magico tocco?

"As you stare into the vacuum of his eyes . . ." (da "Like A Rolling Stone," 1965)

Il Dottor. David Jacobs, lo studioso di Ufologia che ha conferito una nuova profondità psicologica allo studio dei rapimenti alieni parla nel suo libro "Secret Life" dei vari effetti che i neri e larghi occhi a mandorla dei "grigi" hanno sulle persone.

Tutto, dall'interrogazione del soggetto ad un effetto anestetico caldo e sereno, può essere ricondotto allo sguardo degli occhi alieni del "grigio".

Lo sguardo fisso è uno degli eventi più comunemente ricordati di un'esperienza di rapimento alieno ed è stato citato in maniera consistente  da centinaia di soggetti che hanno vissuto tali esperienze.

Altri artisti che sembrano essere sotto la stessa influenza aliena sono Leonard Cohen ("Sisters Of Mercy", per citarne una) e The Band ("Chest Fever"). Entrambe le canzoni trattano di entità di sesso femminile in veste di visitatrici notturne nella stanza da letto che allo stesso tempo affascinano e terrorizzano.

E se è vero che gli alieni che sono dietro al fenomeno degli UFO sono qui sulla Terra in cerca dei "Chosen Few", chi potrebbe contestare la loro scelta di Bob Dylan quale rappresentante della razza umana cui risevare la loro cura e la loro attenzione?

THE END

l'articolo originale
 

Due note finali di Napoleon in rags: 
1) Nell'inquietantemente coincidente racconto del celebre caso Roswell rapportato al verso citato di "Sad-Eyed lady of the low-lands" Mr. Casteel ha stranamente dimenticato di sottolineare un'altra incredibile affinità. Nel gergo militare dei corpi speciali dell'Esercito o governativi (sorta di Men in black, per intenderci) il termine utilizzato per indicare in codice l'avvistamento di un UFO o di un entità biologica extraterrestre è appunto "Dead Angel" (come nella canzone di Dylan) o "Fallen Angel"
2) La battuta finale sui "Chosen Few" (I pochi eletti, i Predestinati) è ovviamente un riferimento a "Ring them bells" dall'album "Oh Mercy" (se a qualcuno dovesse essere sfuggito...)
Naturalmente io
avevo già rivelato
tutto molto prima di Mr. Casteel nel fantaracconto n.2
HELL BOOK.
clicca qui
E se non hai letto nemmeno il fantaracconto dylaniano n.1,
LA SPIA E IL SENSITIVO (di Liaty Pisani)
clicca qui

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------