VISIONS OF JOHANNA

VISIONI DI JOHANNA
parole e musica Bob Dylan

Versione alternativa con versi differenti da "No direction home - Bootleg series vol. 7"

Non è questa la notte per far scherzi quando provi a restartene lì tranquillo
Stiamo qui seduti ed arenati sebbene tutti cerchiamo di fare del nostro
meglio per negarlo
E Louise tiene un pugno di pioggia (1), e ti tenta alla sfida
Luci brillano debolmente dall'appartamento di fronte
In questa stanza i termosifoni tossiscono
La stazione radio di musica country suona dolcemente
Ma non c'è nulla, veramente nulla da spegnere
C'è solo Louise assieme al suo innamorato, così intrecciati
e queste visioni di Johanna che conquistano la mia mente

Nel terreno vuoto dove le signore giocano a moscacieca con catene di chiavi
E le ragazze della notte sussurrano di fughe su treni della linea "D"
Possiamo sentire il guardiano notturno mentre accende la sua torcia elettrica
Chiedendosi se è davvero pazzo
Louise sta bene, solo che è troppo vicina
come seta, sembra uno specchio
Ma la fa troppo breve e troppo facile
che Johanna non è qui
Questo fantasma dell'elettricità urla nelle ossa del suo viso
Dove queste visioni di Johanna ora hanno preso il mio posto

Ragazzino perduto, si prende troppo sul serio
??? della sua povertà, gli piace vivere pericolosamente
e quando fa il nome di lei
parla di un bacio d'addio per me
Ha davvero una faccia tosta
per essere così inutile
Bofonchia del più e del meno al muro mentre io sono nella sala
Oh, come posso spiegare?
E' così difficile andare avanti
E quelle visioni di Johanna mi tengono sveglio oltre l'alba

Nei musei l'Infinito viene giudicato
Riecheggiano voci, ecco com'è la salvezza dopo un po'
Monna Lisa deve avere il "blues dell'autostrada" (2)
Lo può dire dal modo in cui sorride
Guardo la primitiva violacciocca ghiacciare
quando le donne dalla faccia di gelatina starnutiscono
Sento quello coi baffi dire "Dio mio non trovo più le mie
ginocchia"
Gioielli e binocoli pendono dalla testa del mulo
Ma queste visioni di Johanna fanno sembrare tutto così crudele

Ora il violinista suona per la contessa che fa finta di curarsene
Le dice: "Fammi il nome di qualcuno che non sia un parassita e
dirò una
preghiera per lui"
Ma, come dice Louise, "Non sei un buon osservatore, vero
ragazzo?"
E lei, proprio lei, si prepara per lui
Madonna, non si vede ancora
Guardiamo la gabbia vuota che ora si corrode
Dove il suo mantello di scena una volta si muoveva fluente
Il venditore ambulante va verso la strada
tutto quel che gli spettava è andato
Esamina il codice dell'usignolo (3)
scritto ancora su un camion del pesce che sta facendo il carico
La mia coscienza esplode
Le armoniche suonano tonalità scheletriche (4) e pioggia
E queste visioni di Johanna sono tutto ciò che rimane

Ohhh, ohhh, ohhh, ohhh...


traduzione di Michele Murino

Note:
(1) gergale per "droga"
(2) stato di tristezza e depressione
(3) in originale "Nightingale's Code"; gioco di parole con "Nightingale's Ode", con riferimento alla poesia di Keats "Ode to a Nightingale"
(4)forse un gioco di parole. "Skeleton keys" sono anche le chiavi vere e proprie, di quelle grosse, soprattutto antiche.
 

VISIONS OF JOHANNA
words and music Bob Dylan

Ain't just like the night to play tricks when you're tryin'
to be so
quiet
We sit here stranded, though we're all doin' our best to deny it
And Louise holds a handful of rain, temptin' you to defy
Lights flicker from the opposite loft
In this room the heat pipes cough
The country music station plays soft
But there's nothing, really nothing to turn off
Just Louise and her lover so entwined
And these visions of Johanna that conquer my mind

In the empty lot where the ladies play blindman's bluff with the
key
chain
And the all-night girls whisper of escapades out on the "D"
train
We can hear the night watchman clickin' his flashlight
Askin' himself if it's really insane
Louise, she's all right, she's just too near
like silk, she seems like the mirror
But she all just makes too concise and too clear
That Johanna's not here
This ghost of 'lectricity howls in the bones of her face
Where these visions of Johanna have now taken my place

Little boy lost, he takes himself so seriously
post (?) of his misery, he likes to live dangerously
And when bringing her name up
He speaks of a farewell kiss to me
He's sure got a lotta gall
to be so useless and all
Muttering small talk at the wall while I'm in the hall
Oh, how can I explain?
It's so hard to get on
And those visions of Johanna, they kept me up past the dawn

Inside the museums, Infinity goes up on trial
Voices echo, this is what salvation's like after a while
Mona Lisa musta have the highway blues
She can tell by the way she smiles
See the primitive wallflower freeze
When the jelly-faced women sneeze
Hear the one with the mustache say, "Jeeze, I can't find my
knees"
Jewels and binoculars hang from the head of the mule
But these visions of Johanna make it all seem so cruel

The fiddler now plays for the countess who's pretending to care for
him
He says "Name me someone that's not a parasite and I'll
say a prayer for
him"
But like Louise says "You can't look at much, can ya man?"
As she, herself, prepares for him
Madonna, she still has not showed
We see the empty cage now corrode
Where her cape of the stage once had flowed
The peddler, he steps to the road
ev'rything's gone which was owed
he examines the nightingale's code
still written on a fish truck that loads
my conscience explodes
The harmonicas play the skeleton keys and the rain
And these visions of Johanna are all that remain

Ohhh, ohhh, ohhh, ohhh...



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION