MAN OF CONSTANT SORROW

UOMO DELL'ETERNO DOLORE
traditional - arrangiamento di Bob Dylan

versione del tour Europeo della primavera 2002

Sono l'uomo dell'eterno dolore
Ho visto guai tutti i miei giorni
Dirò addio al Colorado
il posto in cui son nato e cresciuto

Me ne andrò errabondo attraverso questo intero mondo
attraverso il ghiaccio e la neve, la grandine e la pioggia
Sto per prendere il treno del mattino
Forse ci morirò su quel treno

I tuoi amici dicono che sono uno straniero
Non vedrai mai più la mia faccia
Ma c'è una promessa, una promessa che ho fatto
ci incontreremo ancora su quella sponda dorata

Per sei lunghi anni sono stato nei guai
non trovo piacere qui su questa terra
Sono diretto verso quel treno del mattino
Forse ci morirò su quel treno

Sono l'uomo dell'eterno dolore
Ho visto guai tutti i miei giorni
Dirò addio al Colorado
il posto in cui son nato e cresciuto 


traduzione di Michele Murino
 


MAN OF CONSTANT SORROW
traditional - arranged by Bob Dylan
 
I am a man of constant sorrow
I've seen trouble all my days
I'll  bid farewell to old Kentucky
The place where I was born and raised.

Through this whole world I'm bound to ramble
Through ice and snow, sleet and rain
I'm about to ride that morning railroad
Perhaps I'll die on that train.

Your friends say that I'm a stranger
My face you'll never see no more
But there's one promise, one promise that is given
We'll meet again on that golden shore.

For six long years I've been in trouble
Nor pleasure here on earth I find
For I'm bound to ride that morning railroad
Perhaps I'll die on that train.

I am a man of constant sorrow
I've seen trouble all my days
I'll  bid farewell to old Kentucky
The place that I was born and raised.



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION