LETTER TO LARRY
(to Lawrence Ferlinghetti, April 28, 1964)
by Bob Dylan


Lawrence Ferlinghetti legge al Living Theatre, 5 ottobre 1959 (foto di Fred W. Mc Darrah)



Lettera a Larry
(a Lawrence Ferlinghetti, 28 Aprile 1964)
di Bob Dylan

caro larry.
niente macchine sportive.
tempo., buono.
il traffico è lento nel tunnel.
vento da ovest ed io ahah me ne vado
in francia domani. devo guardare in tutte le tasche dei miei pantaloni
e raccogliere qualcosa da mandarti.
in questo momento sono nel mezzo della distruzione di tutto quel che ho
fatto (ho persino fatto a pezzi la mia vecchia macchina da scrivere ed ho inciso col fuoco le mie
penne trasformandole in minuscole statuine di plastica)
so che ti manderò qualcosa uno di questi giorni.
tutto quel che devo fare è terminare qualcosa da mandarti.
in ogni caso, se sarò avvelenato o intrappolato o ucciso come un topo
ti invierò qualche edgar lee masters?
poesie dattilo (bob dylan scritte) di grande imbarazzo.
grande stile di thelonius monk grande (io ritto)
il bello del mondo è iniziato proprio lì.
Sono andato.
Veleggiando sul (attraverso il figlio) figlio,
visto. alba. comunque sono andato.
Sono quassù.
il mio indirizzo è me-bearsville. appena tornato da un viaggio nella zona di boston.
cantato canzoni a providence.
amhearst.
arrivato ad amhearst con 15 amici di cambridge.
lasciato providence con 15 amici di providence.
piantati in asso tutti loro sull'autostrada però. (sì prometto fedeltà per la fortuna di avere
così tanti amici.)
ed ecco la repubblica.
viva gli irlandesi.
ah sì la mia bandiera è diventata di un colore solo.
chi veloce?
io veloce?
soffocare?
ha starai scherzando. non sto cambiando. bruciando. forse fumando.
non correndo astuto.
non io.
non ho nessuna di quelle cose.
non io.
sì decisamente mi piacerebbe prendere in prestito una capanna a big sur.
non so quando.
qualche volta.
wham.
mi colpisce proprio.
ho canzoni e storie per te.
il mio rinvio però è perchè so che ci sarà qualcosa di più.
voglio mandarti di più
sì credo che sia così.
è così in parole povere.
questo è tutto.
nient'altro che la verità.
nient'altro che niente.
mi sarebbe piaciuto passare più tempo a san francisco.
mi piacerebbe passare più tempo in molti posti.
una volta lo farò.
un giorno lo farò.
domani. già domani.
io, in una strana luce tutto bene.
mi ricordo un po' di anni fa.
vagabondando. elemosinando.
viaggiando su tutte le strade sbagliate.
facendo l'autostop (fingendo che i mercati finanziari mi fossero crollati addosso) attraverso i sempre pronti
usa. chitarra in spalla.
il mio pensieroso strumento.
sì e la sola cosa che desideravo era che un giorno avrei avuto la possibilità di ritornare
in quelle fottute sale di tiro al bersaglio e che mi pagassero per aver suonato nelle coffee house.
nei coffee bar.
oh come ero solito sperare che un giorno sarebbe successo se non altro. avere abbastanza amici o
conoscere la gente giusta per sopravvivere con la mia testa in maniera tanto eccellente quanto loro... dio.
non ho mai avuto una possibilità.
però avevo una motocicletta.
ma a differenza di quelle che avevo sulle strade del sud dakota e del minnesota,
questa era una adatta ai campi.
perciò vedi, dopo tutto, non sto andando affatto così veloce.
non si può andare troppo veloce nei campi lo sai.
la sola cosa brutta è che non c'è neanche un fottuto motel.
assolutamente nessun segnale.
io sono il primo ad essere colpito dagli incendi delle foreste e dio sa che un rifugio
antiatomico sarebbe una pazzia.
la terribile poiana vola ed i miei gradini sul davanti sono tutti pieni di ??? uccisi
colpiti dalle macchine... eppure io ancora saluto con la mano gli aeroplani
e stronzate del genere (quali stronzate del genere?) perciò non mi va affatto male.
va tutto bene.
sì ho tagliato molta legna.
ti scriverò più tardi e ti manderò ritagli della mia testa.
in questo momento c'è un clacson che suona.
deve essere per me.
hhhmmmmmmmmm.
o in qualsiasi modo tu lo scriva.
sarò in francia per un po'.
da qualche parte dove non leggono la rivista life.
naturalmente però ritornerò.
e sarò di nuovo a san francisco.
non ho niente da fare.
e nessun posto dove andare.
addio.
addio e arrivederci.
dì ciao per me.
dì ciao a tutti
ci vediamo poi
commemorante
agitante satinato
positivizzato
omogeneizzato. uovocremato. torta in facciato
uovo in occhiato
slegato. conformato. legnocompensato. bene-fatto. incappucciato.
lampada riparato minimizzato odiato retrodatato
moscatizzato. moscadetto mosca andato a male da qualche parte
rimpiazzato, rintracciato
abbracciato ombrellato ohbbracciato
chiesa allacciato
imbronciato
e tutto quanto

ci vediamo
gentilmente

Bob Dylan


traduzione di Michele Murino
 

Letter to Larry
(to Lawrence Ferlinghetti April 28, 1964)
by Bob Dylan

dear larry.
have no sports car.
weather., good.
traffic movin' slowly thru tunnel.
breeze is from the west an I ahah am goin
t france tomorrow. have t look thru all my pants pockets
an collect things t send t you.
as of now I am in the midst of destroyin all I've
done (I've even crashed my old typewriter t pieces an have burned my
pens into little tiny plastic statues)
I know I will send you something one of these days.
all I have t do is finish something t send you.
in any case, if I am poisened or framed or kilt or ratted on
I will will will you some edgar lee masters?
type (bob dylan written) poems of grand embarassment.
thelonius monk grand style grand (me upright)
the world's fair begun down there.
I'm gone.
Sailin on (across the son) son,
sawn. dawn. anyway I'm gone.
I'm up here.
my address is me-bearsville. just got back from trip t boston area.
sung songs at providence.
amhearst.
arrived in amhearst with 15 friends from cambridge.
left providence with 15 friends from providence.
ditched them on highway tho. (yes I pledge alliegence t the luckyness of havin
some so many friends.)
an here's t the republic.
up the irish.
ah yes my flag has turned into one color.
who fast?
me fast?
choking?
ha you must be joking. I'm not turnin. burnin. maybe smokin.
not running cunning.
not me.
I aint none of them things.
not me.
yes most deffinately would like t borrow cabin at big sur.
cant say when.
sometime.
wham.
it just hit me.
I do got things of songs an stories for you.
my hangup is tho that I know there will be more.
I want t send the more more then I want t send the got.
yes I guess that's it.
that's it in a nutshell pruneskin.
that's the whole story.
nothin but the truth.
nothin but the nothin.
would've liked t spent more time in san francisco.
would like t spend more time in many places.
sometime I will.
someday I will.
tomorrow. yeah tomorrow.
I a, in a strange light alright.
I remember a few years ago.
tramping. bummin.
ridin the roads all wrong.
hitchhiking (pretending stock markets crashin all over me) thru the ever ready
usa. guitar on my back.
my thoughful tool.
yes an the only thing I wished was that someday I'd be able t come back
t these fucked up shootin gallery pay me for my playin coffee houses.
coffee bars.
oh how I used t hope that someday if nothin else. I'd have enuff friends or
know the right people t survive with my head at least as groovy as
theirs ... man.
I never got a chance.
I got a motorcycle tho.
but unlike the last ones I had on south dakota an minnesota roads,
this one's for the fields.
so you see, after all, I'm not really going all that fast.
you cant go too fast in the fields you know.
the only thing that's wrong is that there's no fuckin motels.
absolutely no advertising.
I'm the first one hit by the forest fires an god knows that a fallout
shelter'd be insane.
terrible buzzard flies an my front steps all loaded with killed dear
hit by cars ... yet I still wave t airplanes
an shit like that (what shit like that?) so I'm not all bad.
all good.
would?
yes I've chopped much wood.
I'll write you later an send clippings from my head.
as for now there's a horn honkin.
must be for me.
hhhmmmmmmmmm.
or however you spell that.
will be in france for awhile.
someplace where they dont read life magazine.
of course I'll be back tho.
an will be out in san francisco again.
I have nothin t do.
an no place t go.
faretheewell.
faretheegoodbye.
say hi for me.
say hi t anybody
see you then
comemoratin figitatin
agitatin satined
positivelyated
homogenized. egg creamed. pie in the faced
egg in the eyed
untied. complyed. plywooded. do-gooded. hooded.
lamp shaded understated hated backdated
muscatelled. muscatold musca went wrong someplace
displaced. cock traced
embraced umbraced ohbraced
church laced
straight faced
an all that
yes

see you then
gently

Bob Dylan
 

MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è una  produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------