LETTERA ALLA MAMMA DI JOAN BAEZ

Questa è una lettera scritta da Bob Dylan fingendosi (e firmandosi) Joan Baez ed indirizzata alla mamma di Joan.
"TU SAI CHI" è, naturalmente, Bob Dylan.
"Albert" è Albert Grossman manager di Bob dell'epoca.
"Mimi" è la sorella di Joan.
"Dick" è Dick Farina cantautore e marito di Mimi.

Cara Mamma (Lettera alla mamma di Joan Baez)

Cara mamma, eccomi qui.

Sono quassù a Woodstock dallo zio Albert in una casa carinissima, dovresti esserci, con la piscina e tutto il resto. Sono con TU SAI CHI, ci sono anche Dick e Mimi ma non sono riuscita a vederli spesso da quando TU SAI CHI si è preso tutto il mio tempo.

Mamma devi credere a quel che ti racconto.

Dovevo starmene dai Foreman come avevo deciso e mi sentivo pronta a tutto...
sta di fatto che quando io e Mimi arrivammo in città per prima cosa andammo là, figurati che ero già stanca dal pomeriggio e si vedeva che avevo bisogno di farmi una dormita così me ne sono andata a letto e, per Dio! quando ho spostato le coperte chi pensi ci fosse nascosto sotto la trapunta?!

Già, proprio lui...e ti giuro su dio che si era raggomitolato in una maniera tale che sembrava sbucare da dentro il cuscino. Mamma ero furiosa ma eccitata

La prima cosa che ho fatto è stato chiamare Mimi che è subito corsa giù attraversando il corridoio..ma credi davvero che sia servito a qualcosa?!

TU SAI CHI si è alzato con calma ed è saltato giù sul pavimento.

Mamma, aveva i capelli talmente lunghi che gli passavano la vita ed un maglione orribile che sembrava non lavasse da almeno un anno..mamma...era assolutamente ripugnante!

Penso che anche Alfredo, il cubano più tardi abbia commentato "a tairdbil" (aye, que terrible)

Comunque appena Mimi l'ha visto là è scappata via!...mamma si è girata ed è scappata!

TU SAI CHI non ha perso tempo e con la grazia di un cavernicolo...mi ha trascinata a letto (ti giuro che non si faceva una doccia da almeno quattro giorni, proprio così..quattro giorni mamma!)

E puoi ben immaginare quanto fossi stanca; mi sembrava di non poter replicare e lui stava dicendo qualcosa... qualcosa come mai avevo sentito prima di allora... nemmeno nei film avevo sentito una cosa simile!

Mi sembra che stesse dicendo "hey..come on...Hey come on!!" ripetutamente.
Hey e tu sai come cado come un'incudine.
...clunge...!!

...e provai delle sensazioni come mai avevo provato prima..ma non voglio che tu pensi che lui mi abbia influenzato o meno...

Forse dovrei andarmene da uno strizzacervelli, forse non conosco davvero me stessa e dovrei conoscermi, forse ha ragione lui quando mi dice:
" Eh cara Joanie, tu non conosci veramente te stessa!"

Comunque, per farla breve CHI SAI TU mi ha "acchiappata"; non sembrava  affatto una specie di Capitan Kid che nuotava avanti e indietro eroicamente sotto poppa  ma era strano, veramente strano.

Mi ha colta davvero di sorpresa.

Cosa avresti fatto tu?

Ho lottato con lui per ogni cosa, mamma, per ogni cosa,senza cedimenti.

Gli ho morso il naso (LETT.tolto i moccoli dal naso) , gli ha dato un calcio dove...fa veramente male!!!, gli ho graffiato la nuca fin quando il sangue non gli è uscito dall'ombelico; mamma soffiavo talmente forte nelle sue orecchie che credevo gli sarebbero esplosi gli occhi;

Ma poi lui ha fatto quella stupida cosa

Mi sembrava stesse ancora dicendo "Hey, c'mon. Hey c'mon" forse ancora più intensamente ed iniziò a recitare poesie e mentre lo stavo graffiando e stavo quasi per rompergli un gomito iniziò a chiamarmi Ramona!

All' inizio pensai che fosse una specie di gioco, iniziò a dire qualcosa come "no une trying" oppure "exist" e, mamma, ti giuro che accennò anche qualcosa riguardo a labbra spezzate dal sole....

...non potevo oppormi!!

...mi sembrava di non essere in grado di reagire!

Così sono svenuta, esausta...

...già e mi sono risvegliata qui.

Non ho fatto un solo concerto per ben un mese!
Manny telefonava continuamente e Victor rispondeva dicendo ."No, non c'è!" con una voce ridicola e TU SAI CHI non diceva un bel niente a parte "va tutto bene" e "non c'è problema".

Bene, ora devo andarmene, TU SAI CHI sta facendo questo film e vuole che gli strofini la testa mentre lui si prepara.

Tutto sommato però tutto quello in cui speravo sta andando per il verso giusto.

La casa sembra più bella.

Oh, a proposito, ho ceduto la mia macchina a TU SAI CHI, già, ha detto che mi toglierà un bel po' di pensieri causati dal possedere qualcosa...e beh...era una
sciocchezza non me ne importava molto ma...

TU SAI CHI ha venduto la macchina, ha detto che così non lo scoccierò più pregandolo di farmi guidare... mamma è il peggior guidatore del mondo ogni volta che mi accompagna dallo psicologo impreco sicura di essere vicina a decollare!

Il mio psicologo lo odia..ma questa è un'altra storia..te ne parlerò più avanti.

Con l'affetto di sempre a presto.

p.s.

Ti saluta Manard Solomon e mi ha chiesto quando torni.

ok ciao

e non preoccuparti per me

oh. p.p.s.

Ho dato a TU SAI CHI un mio piccolo ritratto e lui l'ha attaccato sull'interno della sua Ford Station Wagon......

mamma sono felice,

ti prego non ti preoccupare per me

tutto passa e tutto cambia

oh mamma ...ti voglio davvero bene

oh, mamma...

salutami Pauline e Brice

oh!oh! sta arrivando TU SAI CHI e non voglio che mi veda mentre ti scrivo...

devo andare!

ti voglio bene

Joanie

nota di Michele: quando parla di "spaccate labbra country" o scrive "tutto passa tutto cambia" Joanie/Bob cita ovviamente dei versi di "To Ramona" canzone di Dylan dall'album "Another side of Bob Dylan".

nella foto: Bob Dylan, Joan Baez, la sorella Mimi e la loro mamma



traduzione di Eleonora "Magpie"
grazie ad Alessandro Carrera per la collaborazione
 

Dear Mummy (Letter to Joan Baez's mother)

dear mummy
it's me here.
i'm up in woodstock at uncle alby's.
nice house you oughta be here.
swimming pool.
all that stuff.
i'm with you-know-who.
dick an mimi're also around the place but i've hardly seen them
sinse you-know-who got a hold on me.
mummy you must believe me.
i was gonna stay at the foremans as planned i mean i was all set
to an everything.
anyway when me an mimi got t town an right away first thing we
did was t go there.
an you know me i was tired and it was already past noon an well i fuigered
like t get t sleep you know an well i got in t bed
y'know an jesus i pulled back the blankets an who do you think
was hiding under under the quilt?
yeah him.
i mean like i don't know if you'll believe me or not
but i swear t gawd he was rolled up like a ball inside the pillow.
mummy, i shit.
the first thing i did was t call for mimi.
mimi came running down the hall but do you think it did anygood?
you-know-who just slowly stood up an jumped on the floor.
mummy, his hair had grown down past his waist,
he was wearing this monster sweater that stank like he hadn't
taken a bath for a year.
mummy, he was terrible.
i mean like even alfredo the cuban was heard t comment later "ay tairdbil"
(aye, que terrible) anyway, mimi saw him there an she turned
an ran.
mummy, she just turned an ran.
you-know-who didn't waste any time let me tell yuh.
he threw me on the bed like some kind of caveman. (he hadn't shaved for about
four days mummy. honest t gawd. four days!)
an you know how tired i get.
i mean like i was in no position t fight.
an he wa sayin something.
he was sayin like i never heard before.
i mean like i never heard it in any movie.
i mean like he was sayin "hey c'mon hey c'mon" over an over again.
hey an you know me like i just fall like an anvil.
clunge.
when it comes t new things that i aint never heard before.
i mean like i don't want you t think he's (you-know-who) influenced me or nuthin
mummy i just fall into all these traps.
maybe that second shrink was right.
maybe i DONT know myself as i should know myself.
maybe he was right when he said "Joannie darling, you just don't know
yourself" anyway, you-know-who, for lack of better word, just about seized me.
it wasnt like any captain kid came swirling
down from the masttype thing but still it was kind of wierd.
i mean he really did sort of take me by surprise.
i mean like what would you do?
i mean i fought an everythin.
mummy i fought him no end.
i bit the shit out of his nose.
kicked him where it really hurts.
clawed the back of his neck till blood came out a his bellybutton.
mummy, i blew so hard in his ear, i thought his eyes would pop out.
but then he did this dumb thing.
i mean like he was still sayin "hey c'mon, c'mon" but then also too now
he started reciting poetry.

like it was about the time i was
scratching an trying t bend his elbow off he started
calling me ramona.
i swear at first i thought it was some game.
he kept sayin things like "no use trying" an words like "exist" an
mummy i swear he even mentioned something about
crack country lips.
mummy, i couldn't fight.
i mean like i just couldn't fight.
yeah like so i passed out.
yeah an i woke up here.
aint played a concert for a month.
manny is calling perpetually.
victor keeps answering the phone an says "no, she aint here"
in a funny voice an you-know-who doesn't say nothin
excpt "everything's all right" an "nuthin matters"
yeah well i gotta go. you-know-who's making this movie
an he wants me t rub his head while he gets ready.
all in all everything i guess is ok.
house is coming along.
oh, i signed over my car t you-know who.
yeah, he said it'd take a lot of worry off my mind about owning things
an well ... it has a little i guess.
i wouldn't mind that too much but well ...
you-know-who sold the car.
he says that's better that way cause now i wont be pesterin him
t let me drive it.
mummy, he's the worst driver in the world.
i swear i nearly have a bird everytime he takes me t the shrink.
my shrink hates him but that's another story an i'll write you later about it.
.ti +4
ok then faretheewell

manard solomon says hello
an keeps asking when you're
coming back
ok 'bye
an dont worry bout me none

oh, p.p.s
i gave that little tiny picture of me
t you-know-who an he posted it on top
of his ford station wagon interior

mummy, i'm fine
dont worry about me please
everything passes everything changes
oh, mummy mummy I love you so much
oh mummy
give regards t brice an pauline

oh oh! here comes you-know-who
i dont want him t catch me writin
t you
gotta go
luv yuh

Joanie



 
 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------