A ROVING BLADE

UNA LAMA VAGANTE
(Il brigante di Newry)
traditional

da "Golden Vanity"

Nella città di Newry dove sono nato e cresciuto
ora giaccio morto nel disprezzo a Stephen's Green
Ho lavorato lì al negozio del sellaio
e son sempre stato una lama vagante

A diciassette anni ho preso moglie
e l'ho amata più della mia stessa vita
e per renderla bella e felice
sono andato a rubare sulla strada del re

Ma non ho mai derubato un povero
nè ho fatto irritare i commercianti
Ma ho derubato i signori e le loro donne la notte
ed ho portato tutto a casa alla delizia del mio cuore

Sono andato a Covent Garden
con la mia adorata moglie per vedere la recita
Gli uomini di Lord Fielding mi hanno inseguito
e sono stato catturato dalla dannata masnada

Mio padre gridò "Figlio mio caro"
Mia moglie pianse "Son rovinata"
Mia madre strappandosi i suoi riccioli bianchi pianse
dicendo che sarebbe stato meglio morissi nella culla

Quando sarò morto e sepolto nella mia tomba
vi prego fatemi un sontuoso funerale
Sei briganti per trasportarmi
date loro larghe spade e dolce libertà

Sei graziose giovinette per sorreggere il mio drappo funebre
date a tutte loro nastri grigi e verdi ghirlande
Quando sarò morto diranno il vero
che son stato un giovane selvaggio e malvagio

Nella città di Newry dove sono nato e cresciuto
ora giaccio morto nel disprezzo a Stephen's Green
Ho lavorato lì al negozio del sellaio
e son sempre stato una lama vagante


A ROVING BLADE
(Newry Highwayman)
traditional

In Newry town where I was bred and born
In Stephen's Green now I lie in scorn.
I served my time there to the saddlers' trade
And I always was a roving blade.

At seventeen I took a wife,
And I loved her dearer than I loved my life
And for to keep her both fine and gay
I went a-robbin' on the king's highway.

I never robbed any poor man yet
Nor tradesman I caused to fret
But I robbed lords and their ladies at night
And carry all home to my heart's delight.

To Covent Garden I took my way
With my dear wife for to see the play
Lord Fielding's men did me pursue
And taken was I by the cursed crew.

My father cried, "My darling son."
My wife she cried, "I am undone."
My mother tore her white locks and cried
That in the cradle I should have died.

When I am dead and in my grave
A flashy funeral pray let me have
Six highwaymen for to carry me
Give them broad swords and sweet liberty.

Six pretty fair maids to bear my pall
Give them grey ribbons and green garlands all
When I'm dead they will speak true
He was a wild and a wicked youth.

In Newry town where I was bred and born
In Stephen's Green now I lie in scorn.
I served my time there to the saddlers' trade
And I always was a roving blade.


traduzione di Michele Murino