LONESOME CHRISTMAS (Prose fragment)
by Bob Dylan

NATALE SOLITARIO
Bob Dylan

il trimestre finì, e li' rimasi ...
bloccato, ah ...
era più difficile di quello che pensassi si ...
non penso di avercela fatta ... no ... la notte era ubriaca e adesso era inverno ...
le vacanze di Natale ... il colossale periodo di riposo ...
vivevo in quella fraternity house.
Tutti se ne erano andati ... tutti andati a casa ... la casa? La mia ... appartiene a me.
grande e solitaria casa. non c'è neanche nessuno ???? nemmeno in cucina ...
sedevo fra due barili di burro stamattina. pensando al povero me stesso.
seduto fra due barili di burro.
ora e' notte la strada e' mia.
dio e' cosi' solitaria ...
chi andrò a trovare?
amo Judy.
Judy dice che mi ama ma dice anche che ha da fare. le ho detto che la amo ...
la odio perché sento che non mi ama ...
vorrei non amarla. vorrei che mi invitasse per natale per
amor di dio ... vorrei avere una macchina ...
vorrei vorrei. ehi, signor natale voglio sapere dove dovrei essere.
regalami questo per natale ... (nessuna risposta).
spengo le luci nella stanza principale cosi' nessuno mi può vedere e guardo fuori dalla finestra
finestra sporca nessuno mai che pulisca le finestre qui
beh, di certo non sarò io (mordendomi i denti)
io ci abito soltanto qui ... hanno messo un annuncio per pensionanti ed hanno preso me ...
non hanno mica preso una confraternita col pegno di fedeltà che debba badare a
loro e alle loro finestre ...
non sono neanche amico di nessuno di loro
pensano che sono strano ... i miei abiti ed i miei capelli non sono quelli giusti ...
mi sorridono anche ...
talvolta sorrido anch'io ma poi loro sogghignano ...
perché cazzo ridacchiano?
devo ridacchiare in risposta per quello per cui iniziano?
fanali entrano nel vialetto!
Sta arrivando qualcuno ...
subito afferro il telefono e fingo di parlare ...
non voglio che nessuno, chiunque esso sia, pensi che me ne sto qui tutto solo ...
sbatte il freno sbatte la portiera sbatte la porta
e qualcuno che a malapena conosco sale le scale e sembra trasalire nel vedermi ...
smette di andare dovunque stesse andando e mi sente
salutare qualcuno e riattaccare il telefono ...
"sei stato qui negli ultimi due giorni?"
"no sono stato al nord ma sono tornato"
"non ci vai a casa per natale?"
"beh, l'ho fatto, amico ma come ti ho detto sono tornato"
"e dov'è che vai per natale?"
guardo fuori dalla finestra fingendo di aspettare qualcuno - deve avere un cervello di focena per crederci
"non so, ho tre posti fra cui scegliere"
"già beh, ero solo sorpreso di trovare qualcuno qui, questo è tutto"
"già beh in un certo senso mi prendero' cura della casa ah"
"Allora vado sopra per prendere alcuni libri, ci vediamo quando scendo"
salto' i gradini tre alla volta tump tump ...
amico se avessi fegato penso si ti ruberei
quello schifo di macchina e accenderei quello schifo di riscaldamento e partirei per quella strada schifa e farei saltare quella radio schifa -
tump tump ... eccolo che torna agitando dei block-notes.
"ci vediamo non prendertela"
"già già neanche tu"
sono salito di sopra ... la casa era fredda ...
la prima neve caduta si era sciolta
fuori pioveva
ci sarebbe stata di nuovo neve la mattina
mi fermai nella stanza di qualcuno e diedi un'occhiata
a delle sudicie riviste ... amico vorrei saltare dentro una
di quelle riviste ... ah si regalami anche questo
per natale ...
cos'è tutta 'sta merda legata con nastri ...
dammi qualche specie di mondo dove saltare dentro ...
judy judy maledizione devo chiamare judy ...
ring ring sua madre risponde.
sua madre mi odia.
tipo snob ...
vuole il meglio per sua figlia.
cagna di società.
cagna d'una madre ...
parla con disprezzo quando sa che sono io a chiamare ...
talvolta dice pure che judy non c'è ...
judy dice di non chiamare a certi orari ...
ah amico è tutto così fottutamente complicato ...
"c'e' judy?"
"pausa"
"c'e' judy?"
"suono smorzato"
"devo parlare con judy"
"silenzio smorzato"
"pronto"
"pronto judy?"
"ti ho detto di non chiamare che ti credi di fare?"
"devo solo chiederti una cosa"
"cosa?"
mi sento bene a sentire la sua voce ma sono triste
perché so che se ne deve andare ...
probabilmente con qualcun altro ...
qualcun altro che piace a sua madre e che ha più senso di me per lei ...
ah voglio gridare forte e strillare al telefono ...
"quando posso vederti?"
"ti ho detto di non tornare"
"si ma hai detto di amarmi"
"ma non posso vederti questa settimana"
"perché?"
"perché ho altri progetti ecco perché"
"ma tu mi ami - l'hai detto tu"
"ma non posso non rispettare i progetti"
"che vuol dire non puoi, per favore vieni qui, non ci vorrà molto e ..."
"ma io non manco agli appuntamenti"
"appuntamenti? ah io proprio ... voglio dire non capisco"
"guarda devo andare per favore non chiamare fino a dopo natale"
"judy figlia di troia tu hai detto ... che ..."
clic
"hai detto che mi amavi ..."
slam
le ragazze mi sbattono il telefono in faccia e mi sbattono il telefono in da sempre da quanto posso ricordare ognuna promette di essere l'ultima.
sono uscito nella notte solitaria sentendo campane suonare in lontananza.
piovigginava e anch'io avrei voluto trovarmi lontano.


LONESOME CHRISTMAS (Prose fragment)
by Bob Dylan

the school quarter ended, an there I stood ...
stranded ha ...
it was harder then I thought yes...
I dont think I made it ... no ... the nite was drunk and it was now winter ...
Christmas vacation ... the almighty restin period ...
I was livin in this fraternity house.
Everybody's gone ... they all went home ... the house? mine ... belongs t me.
big lonesome house. nobody's even ????
not even in the kitchen ...
I sat between two barrals of butter this mornin. thinkin about poor me.
sittin between two barrals of butter.
it's now nite the street is mine.
god it's lonesome ...
who will I go see?
I love Judy.
Judy says she loves me but she also says she's busy. I told her I love her ...
I hate her cause I sense she dont love me ...
I wish I didn't love her. I wish she'd invite me for christmas for christ's sake ... I wish I had a car ...
I wish I wish. Hey mr. christmas man I wanna know where I'm supposed t be.
gimme that for christmas ... (no answer).
I shut the lights off in the main room of the house so nobody can see me an I watch out the window ...
dirty window nobody even cleans the windows here
well it aint gonna be me (bitin my teeth)
I'm just roomin here ... they advertised for boarders an they got me ...
they didn't get no fraternity pledge of alligence cat whose got t wait on them
or their windows ...
I aint even friends with any of em
they think I'm odd ... my clothes an hair
aint right ...
they smile at me too ...
sometimes I smile back but then they chuckle ...
why in the fuck do they chuckle?
I gotta chuckle back what's they start it for?
headlights turn into the alley!
somebody's comin ...
I quick pick up the phone an pretend I'm talkin ...
dont want nobody whoever it is t think
I'm all alone here ...
the brakes slam the car door slams the screen door slams an somebody who I hardly know walks up the steps an seems startled by me ...
he stops headin for whatever he was headin for as he hears me say goodbye an hang up the phone ...
"you been here the last couple day?"
"no I went up north but came back down"
"aint yuh going home for christmas?"
"well I did man but like I said I came back down"
"well where you going for christmas?"
I look out the window pretendin I'm waiting for somebody - he's gotta have porpoise brains t believe this "I dont know I got about three places I chose from" "yeah well I's just surprised t see anybody here
that's all"
"yeah well I'm kinda takin care the house ha"
"I'm on my way upstairs t get some books see yuh on my way down"
he jumped the steps three at a time thud thud ...
man if I had the guts I think I do I'd steal
your louzy car an turn on your louzy heat an drive down that lousy road ... an blow out your lousy radio -
thud thud ... he's back again wavin notebooks.
"see yuh take it easy now"
"yeah yeah take it easy too"
I walked upstairs ... the house was cold ...
the first snow that fell had melted
outside it was rainin
in the mornin there'd be snow again
I stopped into somebody's room an glanced over some dirty magazines ... man I wish I could jump right into one a them magazines ... ah yes gimme that for christmas too ...
what's all this wrapped up ribbon shit ...
gimme some kinda world t jump into ...
judy judy god damn I gotta call judy ...
ring ring her ma answers.
her ma hates me.
snobby sort ...
wants the best for her daughter.
society bitch.
bitch of a mother ...
talks down at me when she knows it's me callin ... sometimes she even says that judy aint there ...
judy says not t call at certain times ...
ah man it's all so fuckin complicated ...
"is judy there?"
"pause"
"is judy there?"
"muffled sound"
"I gotta talk t judy"
"a muffled silence"
"hello"
"hello judy?"
"I told you not t call what d'yuh think you're doing?"
"I just gotta ask yuh something"
"what?"
I feel good from hearin her voice but feel sad cause I know she's gotta go ...
probably with someone else ...
someone else her mother likes an makes more sence t her than me ...
ah I wanna cry out load an scream over the phone ... "when can I see you?"
"I told you not t come back"
"yah but yuh said you loved me"
"but I cant see yuh this week"
"why?"
"cause I made other plans that's why"
"but you love me - you said yourself"
"but I cant break plans"
"what d'yuh mean yuh cant, will yuh please come over here, it wont take long an ..."
"but I dont break dates"
"dates? ah wow I just ... I mean I dont understand"
"look I gotta go please dont call til after Christmas"
"Judy you son of a bitch you said ... that ... "
click
"you said that you loved me ..."
slam
girls have hung up on me an have hung up on me as far back as I can remember ...
each one promises t be the last.
I walked out in the lonesome nite hearin bells off in the distance.
the rain drizzled as I too wished I was off in the distance.


traduzione di Leonardo Mazzei