STANDING ON THE DOORWAY
da "Time out of mind"



SULLA PORTA
parole e musica Bob Dylan

Cammino nelle notti d'estate
il juke-box suona piano
ieri tutto andava troppo veloce
oggi si muove troppo piano
non mi rimane un posto dove girarmi
non mi e' rimasto niente da bruciare
non so se ti ho visto, se ti avrei voluto baciare o uccidere
probabilmente non te ne sarebbe importato niente comunque
mi hai lasciato sulla porta a piangere
non ho niente a cui tornare ora

La luce in questo posto e così fastidiosa
mi sta facendo venire il mal di testa
tutte queste risate mi stanno rendendo triste
le stelle sono diventate rosso ciliegia
strimpello la mia allegra chitarra
fumo un sigaro economico
il fantasma del nostro vecchio amore non se ne e' andato
e non sembra neanche che lo farà presto
mi hai lasciato sulla porta a piangere
sotto la luna di mezzanotte

Forse mi prenderanno o forse no
ma non stanotte e non dovrà essere qui
ci sono cose che potrei dire, ma non lo farò
so che la pietà di Dio deve essere vicina
ho viaggiato sul treno di mezzanotte
ho acqua ghiacciata nelle vene
sarei pazzo se ti riportassi indietro
andrei contro ogni regola
mi hai lasciato fuori dalla porta a piangere
soffrendo come uno stupido

Quando gli ultimi raggi del giorno tramontano
amico, non rotolerai più
sento le campane della chiesa suonare in lontananza
mi chiedo per chi stiano suonando
so che non posso vincere
ma il mio cuore proprio non vuole cedere
la notte scorsa ho ballato con una straniera
ma lei mi ha ricordato che tu sei stata la sola
mi hai lasciato fuori dalla porta a piangere
nella oscura terra del sole

Mangerò quando avrò fame, berrò quando avrò sete
e vivrò la mia vita onestamente
e anche se la pelle del mio viso e' cadente
so che qualcuno sarà lì a prendersi cura di me
ha sempre significato così tanto
anche la più soffice carezza
non vedo niente da guadagnarci in un qualsiasi chiarimento
non ci sono parole che sia necessario dire
mi hai lasciato fuori dalla porta a piangere
con la tristezza avvinghiata alla mia testa.


STANDING IN THE DOORWAY
words and music Bob Dylan

I'm walking through the summer nights
Jukebox playing low
Yesterday everything was going too fast
Today, it's moving too slow
I got no place left to turn
I got nothing left to burn
Don't know if I saw you, if I would kiss you or kill you
It probably wouldn't matter to you anyhow
You left me standing in the doorway, crying
I got nothing to go back to now

The light in this place is so bad
Making me sick in the head
All the laughter is just making me sad
The stars have turned cherry red
I'm strumming on my gay guitar
Smoking a cheap cigar
The ghost of our old love has not gone away
Don't look like it will anytime soon
You left me standing in the doorway crying
Under the midnight moon

Maybe they'll get me and maybe they won't
But not tonight and it won't be here
There are things I could say but I don't
I know the mercy of God must be near
I've been riding the midnight train
Got ice water in my veins
I would be crazy if I took you back
It would go up against every rule
You left me standing in the doorway, crying
Suffering like a fool

When the last rays of daylight go down
Buddy, you'll roll no more
I can hear the church bells ringing in the yard
I wonder who they're ringing for
I know I can't win
But my heart just won't give in
Last night I danced with a stranger
But she just reminded me you were the one
You left me standing in the doorway crying
In the dark land of the sun

I'll eat when I'm hungry, drink when I'm dry
And live my life on the square
And even if the flesh falls off of my face
I know someone will be there to care
It always means so much
Even the softest touch
I see nothing to be gained by any explanation
There are no words that need to be said
You left me standing in the doorway crying
Blues wrapped around my head


traduzione di Leonardo Mazzei