THE WICKED MESSENGER
da "John Wesley Harding"


IL MALVAGIO MESSAGGERO
parole e musica Bob Dylan

C'era un malvagio messaggero
da Eli egli era venuto
con una mente che moltiplicava le cose più piccole
Quando gli chiesero chi lo avesse inviato
egli rispose con il suo pollice
dal momento che la sua lingua non avrebbe potuto parlare
ma soltanto lusingare

Stava dietro la sala dell'assemblea
era lì che aveva fatto il suo letto
Molte volte lo si sarebbe potuto vedere ritornare
finchè un giorno egli semplicemente apparve
con una nota nella mano che recitava
"le piante dei miei piedi
giuro che stanno bruciando"

Oh le foglie cominciarono a cadere
ed i mari cominciarono a dividersi
e gli uomini che lo fronteggiarono erano molti
e gli furono dette queste sole poche parole
"Se non puoi portare buone notizie
allora non portarne affatto"


traduzione di Michele Murino
 

THE WICKED MESSENGER
words and music Bob Dylan

There was a wicked messenger
From Eli he did come,
With a mind that multiplied
The smallest matter.
When questioned who had sent for him,
He answered with his thumb,
For his tongue it could not speak, but only flatter.

He stayed behind the assembly hall,
It was there he made his bed,
Oftentimes he could be seen returning.
Until one day he just appeared
With a note in his hand which read,
"The soles of my feet, I swear they're burning."

Oh, the leaves began to fallin'
And the seas began to part,
And the people that confronted him were many.
And he was told but these few words,
Which opened up his heart,
"If ye cannot bring good news, then don't bring any."


MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------