Ted Croner

Ted Croner, fotografo di New York, muore all'età di 82 anni

18 Agosto, 2005
di Daryl Lang
Il fotografo Ted Croner, che ha catturato sensazionali immagini in bianco e nero di New York City negli anni '40 e '50, è morto Lunedì per cause naturali all'età di 82 anni.

Dopo aver studiato con il leggendario art director Alexey Brodovitch, Croner ha lavorato nel campo della fotografia di moda ma, come i suoi contemporanei Richard Avedon, Robert Frank, Diane Arbus e William Klein, è stato attirato dalla fotografia di strada. Croner è diventato molto famoso grazie alla sua opera personale, realizzata vagabondando nella città durante il tempo libero. Croner è stato rappresentato dalla Howard Greenberg Gallery, che ha annunciato la sua morte.

"New York era una città molto importante per lui," dice Margit Erb, direttore delle vendite alla Howard Greenberg Gallery. Erb dice che Croner si divertiva a raccontare storie del suo servizio durante la Seconda Guerra Mondiale e del suo lavoro come fotografo di moda.

"Credo che probabilmente era più felice quando aveva un circolo di persone intorno a sè e raccontava storie," dice Erb.

Nato a Baltimore nel 1922, Croner era cresciuto nel North Carolina e cominciò a fare il fotografo freelance al liceo. Frequentò poi la University of North Carolina.

Nel 1941, all'inizio della Seconda Guerra Mondiale, Croner si arruolò nell'esercito Americano come pilota cadetto e venne addestrato alla Photography and Aerial Mapping School in Colorado.

Di stanza a Guam, Croner scattò fotografie dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki, secondo un articolo del 2003 della rivista Black & White Magazine.

Dopo la guerra, all'età di 23 anni, Croner seguì il consiglio dell'amico e mentore Fernand Fonssagrives, un fotografo di moda, e si trasferì a New York per aprire uno studio fotografico. Mise in un fondo comune il denaro che aveva guadagnato come militare insieme all'amico fotografo Bill Helburn e i due aprirono un negozio su West 58th Street.

Sempre su consiglio di Fonsagrives, Croner prese lezioni da Brodovich alla New School e iniziò a fare fotografie della città nel suo tempo libero.

Alcune delle sue più famose immagini catturarono New York di notte. Per "Central Park South," datata 1947-48, Croner fotografò il panorama con strisce di luce che formavano i contorni degli edifici.  Un'altra fotografia, "Taxi, New York Night," datata ancora 1947/1948, mostra un'automobile in movimento, ripresa da un angolo basso, una macchia di cromo e di luci.

I lavori di Croner sono stati esposti al Metropolitan Museum of Modern Art ed i suoi clienti nel campo della moda includono Vogue, Bazaar, Glamour, and Brides. 


traduzione di Michele Murino
 

Ted Croner, New York Photographer, Dies at 82

August 18, 2005
By Daryl Lang
Photographer Ted Croner, who captured striking black-and-white images of New York City in the 1940s and 1950s, died Monday of natural causes at age 82.

After studying with the legendary art director Alexey Brodovitch, Croner pursued a career in fashion photography but, like his contemporaries Richard Avedon, Robert Frank, Diane Arbus and William Klein, he was drawn to street photography. Croner became best known his personal work, taken while wandering the city in his free time. He was represented by the Howard Greenberg Gallery, which announced his death.

"New York was a very important city to him," says Margit Erb, sales director at the Howard Greenberg Gallery. Erb says Croner enjoyed telling stories about his service in World War II and his work in fashion photography.

"I think he was probably happiest when he had a circle of people around him and he was telling stories," Erb says.

Born in Baltimore in 1922, Croner grew up in North Carolina and began shooting freelance photography in high school. He went on to attend the University of North Carolina.

In 1941, at the onset of World War II, Croner enlisted in the U.S. Army Air Corps as a pilot cadet and was trained at the Photography and Aerial Mapping School in Colorado.

Stationed in Guam, Croner captured photos of the bombings of Hiroshima and Nagasaki, according to a 2003 Black & White Magazine article about his life.

After the war, at age 23, Croner followed the advice of friend and mentor Fernand Fonssagrives, a fashion photographer, and moved to New York to open a photo studio. He pooled his money from the G.I. Bill with fellow Air Corps photographer Bill Helburn and the two set up shop on West 58th Street.

Also at the advice of Fonssagrives, Croner took classes from Brodovich at the New School and began taking photographs of the city in his spare time.

Some of his most famous images captured New York at night. For "Central Park South," dated 1947-48, Croner shot the skyline with streaks of light forming the shapes of buildings. Another photograph, "Taxi, New York Night," also dated 1947-48, shows a car in motion, shot from a low angle, a blur of chrome and lights.

Croner's work has been displayed at the Metropolitan Museum of Modern Art and his fashion clients included Vogue, Bazaar, Glamour, and Brides.

© Ted Croner/Howard Greenberg Gallery
Croner's "Taxi, New York Night," 1947-48


http://www.pdnonline.com/pdn/newswire/article_display.jsp?vnu_content_id=1001017947



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION