parte 93
Lunedì 31 dicembre 2001


Vuoi discutere di Bob Dylan, della sua musica, della sua storia?... 
Hai domande da porre, storie da raccontare, emozioni da condividere,  sul grande Bob o inerenti la sua  musica e la sua vita? 
Scrivi a spettral@tin.it e le tue mail saranno pubblicate in queste pagine ogni lunedì.
Il curatore di questa pagina si riserva di pubblicare o meno, del tutto o in parte, le mail spedite a questa rubrica in relazione alla forma ed ai contenuti delle stesse, tagliando o cestinando quelle che dovessero contenere frasi ritenute non pubblicabili o argomenti non inerenti la rubrica stessa.
Napoleon in rags


(Qualcuno mi ha detto che i caratteri che uso per la Posta sono troppo piccoli per essere letti comodamente... Dunque da oggi aumentiamo le dimensioni...! Qui non si bada a spese...!)


992) Ciao Michele

Un grandissimo grazie a Emanuele "louse".
Ha perfettamente ragione:
"Don't Ya Tell Henry" va depennata dalla lista Never Played Live ed inserita
opportunamente nelle altre.
Così ho fatto e ti allego la pagina in formato .htm che puoi usare
direttamente per la sostituzione.

La data < 31/12/1971 > potrebbe anche essere < 1/1/1972 > :
essendo spettacolo di fine d'anno, la canzone magari è stata eseguita
dopo le 24, perciò il giorno 1.
Io sono propenso a lasciare 31/12.

Roberto "terrapin"

Ciao Roberto,
naturalmente ho già aggiornato la tua pagina "LAST TIME" (gli interessati clicchino qui) ed ho quindi depennato Dont' ya tell Henry dalla lista delle canzoni mai eseguite dal vivo da Bob. Grazie.
La questione delle date mi intriga... chissà che ora era quando l'hanno eseguita... Comunque sarei propenso anche io a credere che fosse ancora il 31 Dicembre del 1971.
Qualcuno era presente quella sera? Ci faccia sapere... (anche se non eravate presenti ma lo avete letto da qualche parte va bene lo stesso... ci fidiamo!)...
Ciao Roberto e alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


Nella lettera seguente Bruno si riferisce all'annuncio che avevo messo nella scorsa pagina della posta con la segnalazione del concerto-omaggio a Dylan dal titolo "The times they are a'changin'" presso il locale "Vicolo De' Musici-Folkosteria" (Via della Madonna dei Monti, 28 Roma), messaggio che mi era arrivato troppo tardi per essere "utile"...

993) Mi sarebbe piaciuto saperlo prima, ci sarei andato... peccato.
Napoleon, ho un'idea da proporti.
Per questo tipo di annunci potresti inserire su Maggie's Farm un Guestbook
dove l'utente puo' postare un proprio messaggino in una pagina apposita.
Esistono Guestbook gratuiti su Beseen.com o su Dreambook.com che funzionano
benissimo e sono molto usati nelle homepage dei fan-clubs.

Oppure, nel mio caso specifico, mi piacerebbe avere l'e-mail di Roberto Petruccio e Marcello Canzoniere per dargli la mia e farmi avvertire in tempo di queste loro iniziative.

Tanti auguri di Buon Natale, Felice Anno Nuovo e tanti tanti Euro per tutti.

Ciao!
Bruno the Jackass

Ciao Bruno
ecco:
roberto_petruccio@virgilio.it

Chi è interessato li contatti.
Sull'idea del guestbook mi informerò.
Ciao e grazie,
Michele "Napoleon in rags"
ps: ricambio gli auguri, of course!


994) Ciao Michele ho letto la tua risposta sulla posta del sito
(lettera numero 978 della posta n. 92) e volevo dirti
che mi sono sbagliato io sul concerto spagnolo di Bob del '92 che ti dicevo. Era Siviglia
e non Barcellona e la canzone che dicevo che era fantastica era Answer me my
love. Ho fatto un po' di errori scusami. Senti, Answer me my love non l'avevo
mai sentita prima, puoi dirmi tutto quello che sai? E' veramente bella non
trovi? Auguri ancora.
Ciao Giampiero

Ciao Giampiero,
adoro quel pezzo nella versione di Bob di Siviglia Expo '92... Grande armonica, e grande interpretazione, molto suggestiva... dolcissima come sottolineavi tu la volta scorsa...
Per quanto riguarda i dati ho copiato quanto segue dal mio archivio:

Answer Me, My Love
parole (originali) e musica Fred Rauch e Gerhard Winkler (a firma "Mutterlein")
parole inglesi di Carl Sigman
anno: 1952

Il testo:

(Questa qui sotto è la versione di Nat "King" Cole in una registrazione del 1954)

Answer Me, My Love

Answer me, oh, my love
Just what sin have I been guilty of ?
Tell me how I came to lose your love,
Please answer me, my love

You were mine yesterday
I believed that love was here to stay
Won't you tell me where I've gone astray ?
Please answer me, my love

If you're happier without me,
I'll try not to care
But if you still think about me,
please listen to my prayer

You must know I've been true
Won't you say that we can start anew ?
In my sorrow, now I turn to you
Please answer me,  my love

If you're happier without me,
I'll try not to care
But if you still think about me,
please listen to my prayer

You must know I've been true
Won't you say that we can start anew ?
In my sorrow, now I turn to you
Please answer me,  my love

Answer me my love



Questa è invece la versione di Bob Dylan a Siviglia '92 (Bob inverte molte strofe e cambia alcune parole che più sotto evidenzierò):

Answer Me, My Love

Answer me, oh, my love
Just what sin have I been guilty of ?
Tell me how I come to lose your love,
Please answer me, my love

You must know I've been true
Won't you say that we can start anew ?
In my sorrow, now I turn to you
Please answer me,  my love

If you're happier without me,
I'll try not to care
But if you ever think about me,
listen to my prayer

You were mine yesterday
I believed that love was here to stay
Tell me how I've gone astray ?
Please answer me, my love

If you're ever think about me,
I'll try not to care
But if you ever think about me,
listen to my prayer

You were mine yesterday
I believed that love was here to stay.
Won't you tell me where I've gone astray ?
Please answer me, my love

Please answer me, my love



Ed ecco le variazioni che fa Bob rispetto alla versione di Nat "King" Cole evidenziate in rosso:

Answer me, oh, my love;
Just what sin have I been guilty of ?
Tell me how I come to lose your love,
(Bob sembra dica "come" invece di "came")
Please answer me, my love.

You must know I've been true;
Won't you say that we can start anew ?
(Bob cambia completamente la frase qui sopra ma non riesco a capire cosa dica... Termina con un "let me do"... Chi lo sa?)
In my sorrow, now I turn to you;
Please answer me,  my love.

If you're happier without me,
(ma Bob dice qualcosa di diverso rispetto ad "happier")
I'll try not to care;
But if you ever think about me,
("ever" invece di "still")
listen to my prayer.
(eliminato il "please")

You were mine yesterday;
I believed that love was here to stay.
Tell me how I've gone astray ?
(eliminato il "Won't you" prima di "Tell me" e sostituito "where" con "how")
Please answer me, my love.

If you're ever think about me,
(qui Bob si confonde ed invece che "If you're happier without me" canta per sbaglio il verso successivo che ripete poi, giustamente, dopo)
I'll try not to care;
But if you ever think about me,
(ancora "ever" invece di "still")
listen to my prayer.
(eliminato il "please")

You were mine yesterday;
I believed that love was here to stay.
Won't you tell me where I've gone astray?
(stavolta c'è il "Won't you" prima di "Tell me" ed il "where" al posto di "how")
Please answer me, my love.

Please answer me, my love



"Answer me my love" è stata interpretata tra gli altri da Nat "King" Cole, Harry Belafonte e Bing Crosby...
Non so in quale boot di Bob potrebbe essere. Se qualcuno lo sa me lo segnali. Grazie.
Comunque la canzone è bellissima e Bob la canta da brividi, chi non l'ha mai ascoltata cerchi di procurarsela perchè secondo me ne vale la pena.
Ciao Giampiero e alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


995) Ciao e Tanti Auguri a tutti i farmiani, scrivo in
risposta alla domanda postami da Davide la settimana
scorsa (nota di Napoleon: quella su David Kemper
il batterista della band di Bob...).
Dapprima lo ringrazio perché ha apprezzato il
lavoro sugli strumenti e strumentisti del Never Ending
Tour, poi tengo a precisare che la mia conoscenza è
pur sempre legata ad una passione non ad una
professione, non so se tutto quello che andrò a
scrivere potrà essere ritenuto giusto.
La domanda di Davide riguardava il tanto odiato
David Kemper, batterista che da 5 anni circa segue Bob
in tour. Per rispondere ho ripreso un concerto della
Jerry Garcia Band nella quale lui suonava, in
particolare ho riascoltato Tangled up in blue, Senor,
I shall be released e Simple twist of fate. Ho
riconosciuto gli stessi break e ritmi che usa ora fare
con Bob, ma anche un po’ più di vitalità e velocità
nell’eseguirli. Ebbene sono passati anni ed ascoltando
i bootleg nei quali lui suona mi accorgo di una
differenza; la marca della batteria non può essere
troppo colpevole del suono poiché le DW drums sono
batterie da rhythm ’in’ blues e il rhythm ’in’ blues
è tutto fuorché cupo nei suoni. Se debbo tirare le
somme dico che David Kemper ha la maggior parte delle
colpe, in quanto il vero suo problema sta
nell’appiattire le canzoni e non cercare ritmi
spezzati o break più vivaci. Un’altra parte della
colpa è nel modo in cui egli accorda la batteria, le
pelli a mio avviso andrebbero più tirate, ma potrei
sbagliarmi. Poi altre colpe stanno negli
arrangiamenti, il modo in cui suona Tangled up in blue
di Dylan non può essere lo stesso della Jerry Garcia
Band, e se deve suonarla così sarebbe meglio che
usasse le spazzole (bacchette della batteria molto
morbide e tipiche della musica jazz). Io ritengo
comunque che Dylan, tranne che per le band già formate
(The Band, Grateful Dead, gli Heartbreakers), non abbia mai
avuto buon orecchio per i batteristi, il batterista di
Real Live era impreciso, quello di Budokan (ossia il
ben noto Ian Wallace) non era niente di speciale,
l’unico che ricordo bene è quel folle di Howard Wyeth
pianista e batterista della Rolling Thunder Revue, dal
suono della batteria al suo stile assolutamente
innovatore (il ritmo in Shelter from the storm lo
sentiremo negli anni novanta nel rock inglese dei Blur
e Oasis) rimane il migliore. Forse avrò modo di
dedicare anche alla Rolling Thunder Revue una pagina su
strumenti e suonatori. Spero di essere stato
esauriente per te Davide, se vuoi comunque rifarti le
orecchie sulla batteria, ascoltati i live della Dave
Matthews Band poiché Carter Beauford è il miglior
batterista degli ultimi 10 anni.
Ciao Massimouse
 
 
 

Ciao Massimouse e grazie per le delucidazioni...
Devo comunque dire a "difesa" di Dave Kemper che è vero che ho incontrato molti dylaniani che non lo sopportano ma ho trovato anche molti che invece lo apprezzano... Voglio dire cioè che non sarei sicurissimo al cento per cento che non abbia estimatori ma solo detrattori... I dylaniani in ascolto magari potrebbero mandarmi i loro pareri... Potremmo fare un mini sondaggio sul miglior batterista di Bob... A me piaceva molto Winston Watson, per esempio...
Resta comunque il mistero, quanto a Kemper, sul perchè se è così scarso Bob lo tenga con sè da così tanto tempo (se non sbaglio è quello che suona con lui da più tempo tra i batteristi)... Non è che è parente di Bob alla lontana? O magari deve dei soldi a Bob...
Una volta Bob fece una battuta su di lui presentandolo... Disse qualcosa che ora come ora non mi ricordo perfettamente ma suonava tipo: "Dave Kemper, l'unico batterista al mondo per cui è meglio non avere batterista..." o qualcosa del genere. Poi mi hanno detto che in realtà la frase americana è un modo di dire per fare un complimento (sarà! certo che se la traduzione italiana è quella "alla faccia del complimento")...
Massimo naturalmente DEVI continuare il lavoro sugli strumenti anche per quanto riguarda la Rolling Thunder Revue... DEVI assolutamente...
A proposito per quelli che non hanno ancora visto il lavoro di Massimouse vadano qui
Ciao e alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


996) Ciao Michele!
Avrei bisogno un'informazione a proposito del concerto di Bob a Zurigo (al quale di sicuro sarò presente).
Ho visto su expectingrain che i biglietti sono già disponibili ma purtroppo al contrario degli anni precedenti si è deciso di non fare il posto unico ma di dividere i posti per caregorie rispettivamente da 50, 60 e 90 franchi. Qualcuno sa dirmi come sarà la distribuzione dei posti riservati? Si dovrà stare seduti anche sotto il palco oppure lì sara posto unico ("chi prima arriva meglio alloggia")?
Ultima domanda: per quanto riguarda le altre date italiane a Milano e Treviso, conosciuti i luoghi dove si svolgeranno i concerti, sarà più probabile che vi sia un unico prezzo di entrata o anche lì più prezzi a seconda della diversa categoria dei biglietti disponibili?
Grazie e ciao!!!
Auguri di buon anno a tutti!
Davide

Ciao Davide,
conoscendo l'Hallenstadion azzarderei che sotto il palco il posto sarà unico.
Chi leggesse qualcosa al riguardo mi faccia sapere, grazie.
L'esperienza di quelli italiani, soprattutto per Milano, farebbe supporre che ci saranno eventualmente biglietti di diverso prezzo. Non ci giurerei per Treviso, magari Toni Albatros sa dirci qualcosa visto che conosce il posto... Ci sei?
Chi va a Zurigo stia attento che l'Hallenstadion non è facilissimo da raggiungere e sembra che nessuno lo conosca (chiesi a decine di indigeni che mi guardavano con un aria come a dire: "Hallenstadion? Perchè? E' a Zurigo?). Informatevi bene prima sul percorso più facile per raggiungerlo...
Ciao Davide e auguri anche a te,
Michele "Napoleon in rags"


997) ciao, com'è possibile che in tutta la rete non riesco a trovare la
traduzione di Hurricane!!!!!!!

Penso che Hurricane oltre ad essere una canzone molto bella, forse la più
bella di Bob Dylan, ha un valore molto
importante, in quanto è stata interamente dedicata a Rubin "Hurricane"
Carter, il pugile di colore che fu accusato
di omicidio ingiustamente e passo' piu di 20 anni in carcere, Bob la
dedico a lui quando ancora era in carcere.

Se puoi darmi un aiuto su dove la posso trovare mi faresti un
grandissimo piacere
ciao
grazie, Nicola

Ciao Nicola,
il testo e la traduzione di Hurricane sono nella nostra sezione TESTI IN ITALIANO.
Se non l'hai mai visitata vai qui

Ad ogni modo ti riporto qui sotto sia il testo che la mia traduzione:

HURRICANE
words Bob Dylan and Jacques Levy
music Bob Dylan

Pistol shots ring out in the barroom night
Enter Patty Valentine from the upper hall.
She sees the bartender in a pool of blood,
Cries out, "My God, they killed them all!"
Here comes the story of the Hurricane,
The man the authorities came to blame
For somethin' that he never done.
Put in a prison cell, but one time he could-a been
The champion of the world.

Three bodies lyin' there does Patty see
And another man named Bello, movin' around mysteriously.
"I didn't do it," he says, and he throws up his hands
"I was only robbin' the register, I hope you understand.
I saw them leavin'," he says, and he stops
"One of us had better call up the cops."
And so Patty calls the cops
And they arrive on the scene with their red lights flashin'
In the hot New Jersey night.

Meanwhile, far away in another part of town
Rubin Carter and a couple of friends are drivin' around.
Number one contender for the middleweight crown
Had no idea what kinda shit was about to go down
When a cop pulled him over to the side of the road
Just like the time before and the time before that.
In Paterson that's just the way things go.
If you're black you might as well not show up on the street
'Less you wanna draw the heat.

Alfred Bello had a partner and he had a rap for the cops.
Him and Arthur Dexter Bradley were just out prowlin' around
He said, "I saw two men runnin' out, they looked like middleweights
They jumped into a white car with out-of-state plates."
And Miss Patty Valentine just nodded her head.
Cop said, "Wait a minute, boys, this one's not dead"
So they took him to the infirmary
And though this man could hardly see
They told him that he could identify the guilty men.

Four in the mornin' and they haul Rubin in,
Take him to the hospital and they bring him upstairs.
The wounded man looks up through his one dyin' eye
Says, "Wha'd you bring him in here for? He ain't the guy!"
Yes, here's the story of the Hurricane,
The man the authorities came to blame
For somethin' that he never done.
Put in a prison cell, but one time he could-a been
The champion of the world.

Four months later, the ghettos are in flame,
Rubin's in South America, fightin' for his name
While Arthur Dexter Bradley's still in the robbery game
And the cops are puttin' the screws to him, lookin' for somebody to blame.
"Remember that murder that happened in a bar?"
"Remember you said you saw the getaway car?"
"You think you'd like to play ball with the law?"
"Think it might-a been that fighter that you saw runnin' that night?"
"Don't forget that you are white."

Arthur Dexter Bradley said, "I'm really not sure."
Cops said, "A poor boy like you could use a break
We got you for the motel job and we're talkin' to your friend Bello
Now you don't wanta have to go back to jail, be a nice fellow.
You'll be doin' society a favor.
That sonofabitch is brave and gettin' braver.
We want to put his ass in stir
We want to pin this triple murder on him
He ain't no Gentleman Jim."

Rubin could take a man out with just one punch
But he never did like to talk about it all that much.
It's my work, he'd say, and I do it for pay
And when it's over I'd just as soon go on my way
Up to some paradise
Where the trout streams flow and the air is nice
And ride a horse along a trail.
But then they took him to the jailhouse
Where they try to turn a man into a mouse.

All of Rubin's cards were marked in advance
The trial was a pig-circus, he never had a chance.
The judge made Rubin's witnesses drunkards from the slums
To the white folks who watched he was a revolutionary bum
And to the black folks he was just a crazy nigger.
No one doubted that he pulled the trigger.
And though they could not produce the gun,
The D.A. said he was the one who did the deed
And the all-white jury agreed.

Rubin Carter was falsely tried.
The crime was murder "one," guess who testified?
Bello and Bradley and they both baldly lied
And the newspapers, they all went along for the ride.
How can the life of such a man
Be in the palm of some fool's hand?
To see him obviously framed
Couldn't help but make me feel ashamed to live in a land
Where justice is a game.

Now all the criminals in their coats and their ties
Are free to drink martinis and watch the sun rise
While Rubin sits like Buddha in a ten-foot cell
An innocent man in a living hell.
That's the story of the Hurricane,
But it won't be over till they clear his name
And give him back the time he's done.
Put in a prison cell, but one time he could-a been
The champion of the world.

Copyright © 1975 Ram's Horn Music

HURRICANE
parole Bob Dylan e Jacques Levy
musica Bob Dylan

Colpi di pistola risuonano nel bar notturno
entra Patty Valentine dal ballatoio
vede il barista in una pozza di sangue
grida "Mio Dio! Li hanno uccisi tutti!"
Ecco la storia di "Hurricane"
l'uomo che le autorità incolparono
per qualcosa che non aveva mai fatto
lo misero in prigione ma un tempo egli sarebbe potuto diventare
il campione del mondo

Patty vede tre corpi giacere a terra
ed un altro uomo di nome Bello muoversi attorno in modo misterioso
"Non sono stato io" dice l'uomo alzando le mani
"Stavo solo rubando l'incasso, spero che tu comprenda.
Li ho visti uscire", dice concludendo, "Meglio che uno di noi chiami la polizia"
E così Patty chiama la polizia
che arriva sulla scena con le sue luci rosse lampeggianti nella calda notte del New Jersey

Intanto lontano in un'altra parte della città
Rubin Carter ed un paio di amici stanno facendo un giro in auto
sfidante numero uno per la corona dei pesi medi
non aveva nessuna idea di che tipo di guaio stava per succedere
quando un poliziotto lo fa accostare al lato della strada
proprio come la volta prima e la volta prima ancora
a Paterson questo è il modo in cui vanno le cose
se sei negro è meglio che non ti faccia nemmeno vedere per strada
o ti incastrano

Alfred Bello aveva un socio che aveva un conto in sospeso con la polizia
Lui ed Arthur Dexter Bradley vagavano in cerca di preda
disse "Ho visto due uomini uscire di corsa, sembravano pesi medi,
sono saltati su una macchina con targa di un altro stato"
E miss Patty Valentine fece solo di sì con la testa
Il poliziotto disse "Aspettate un momento ragazzi, questo qui non è morto!"

Così lo portarono all'ospedale
e sebbene quell'uomo vedesse a fatica
gli dissero che avrebbe potuto identificare il colpevole
Alle quattro del mattino fermano Rubin
e lo portano all'ospedale, gli fanno salire le scale
il ferito gli dà un'occhiata con la vista appannata
e dice "Cosa lo avete portato a fare qui? Non è lui l'uomo!"

Ecco la storia di "Hurricane"
l'uomo che le autorità incolparono
per qualcosa che non aveva mai fatto
lo misero in prigione ma un tempo egli sarebbe potuto diventare
il campione del mondo

Quattro mesi più tardi i ghetti sono in fiamme
Rubin è in Sud America a combattere per il suo nome
mentre Arthur Dexter Bradley è ancora in ballo per l'affare della rapina
e i poliziotti gli stanno alle costole cercando qualcuno da incolpare

"Ricordi quell'omicidio avvenuto in un bar?"
"Ricordi di aver detto di aver visto la macchina fuggire?"
"Pensi forse di poter giocare con la legge?"
"Credi che potrebbe essere stato quel pugile quello che tu hai visto scappare quella notte?"
"Non dimenticare che tu sei un bianco!"

Arthur Dexter Bradley disse "Non ne sono veramente certo"
I poliziotti dissero "Un povero ragazzo come te potrebbe avere un'occasione"
"Noi ti abbiamo in pugno per quell'affare del motel e stiamo discutendo col tuo amico Bello"
"Ora tu non vorrai dover tornare in prigione, fai il bravo"
"Farai un favore alla società, quello è un figlio di puttana"
"Vogliamo mettere il suo culo in prigione"
"Vogliamo affibbiargli questo triplice omicidio"
"Non è mica Gentleman Jim"

Rubin avrebbe potuto far fuori un uomo con un pugno
ma non gli era mai piaciuto parlare troppo di questo
"E' il mio lavoro", diceva "E lo faccio per i soldi"
"E quando sarà finito me ne andrò veloce per la mia strada
su in qualche paradiso della natura
dove nuotano branchi di trote e l'aria è limpida
e dove si può fare una corsa a cavallo lungo i sentieri"
Ma poi lo hanno messo in prigione
dove cercano di trasformare un uomo in topo

Tutte le carte di Rubin erano segnate fin dall'inizio
il processo fu una farsa, egli non ebbe mai una sola possibilità
il giudice fece apparire ogni testimone a favore di Rubin come un ubriacone degli "slums"
per la gente bianca che osservava egli era un vagabondo rivoluzionario
e per i negri era solo un negro pazzo
nessun dubbio che fosse stato lui a premere il grilletto
e sebbene non fosse stato possibile produrre l'arma del delitto
il Pubblico Ministero disse che aveva compiuto lui l'omicidio
e la giuria composta esclusivamente da bianchi fu d'accordo

Rubin Carter fu processato con l'imbroglio
l'accusa fu omicidio di primo grado, indovinate chi testimoniò?
Bello e Bradley ed entrambi mentirono sfacciatamente
e tutti i giornali si gettarono a pesce sulla notizia.
Come può la vita di un tale uomo
essere nelle mani di gente così folle?
Nel vederlo così palesemente incastrato mi sono vergognato di vivere in un paese
dove la giustizia è un gioco

Ora tutti quei criminali in giacca e cravatta
sono liberi di bere Martini e guardare l'alba
mentre Rubin siede come Budda in una cella di pochi metri
un innocente in un inferno vivente
Questa è la storia di Hurricane
ma non sarà finita finchè non riabiliteranno il suo nome
e gli ridaranno indietro gli anni che ha perduto
Lo misero in galera ma un tempo sarebbe potuto diventare
campione del mondo
 


998) Ciao Napoleon,
voglio augurarti un felice 2002.
Ieri sera ho visto un film della Walt Disney ispirato ad una storia vera. Narra di una squadra di Football Americano di adolescenti in tempi in cui l'integrazione razziale in certe zone d'America era di là da venire. C'è una versione di A Hard Rain's a-gonna fall (non so chi la canta però, certo imita Dylan) davvero originale e spumeggiante. Un film da vedere con una colonna sonora splendida.
Sempre riguardo ai film ti segnalo, ma lo saprai già forse, che Jerry Mc Guire un'altra storia di Football termina con una versione inedita (e qui è davvero Bob a cantare) di Shelter from the storm. Il grande Tom Cruise (quanta strada da Top Gun è passata) gira la scena finale con Bob che canta quella strordinaria canzone. Bel film, grande Tom Cruise, splendida la resa di quella canzone nel film. Da vedere.
Auguri.
A presto
Andrea

Ciao Andrea,
ricambio gli auguri. Sul secondo film che citi sapevo... Il primo invece mi è sconosciuto...
Non ti ricordi il titolo?... Sarà mica stata la versione di "Hard Rain" di Brian Ferry?...
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"
 



Artur mi segnala questa che se ho capito bene è una foto premonitrice di George Harrison

999) The late George Harrison doing "High Water"!!!
Artur J.







1000) Ciao Napoleon
Ho visto la notizia delle date europee e stavolta Bob non me lo voglio perdere
per nessun motivo, anzi incomincio già da ora a romperti per andare a
vederlo assieme a te visto che non ho degli amici Dylaniani o
Dylaniati... che dir si voglia.
Adesso ti saluto e ti faccio i migliori auguri di buone feste e felice anno
nuovo!!!
Ciao Ciao
LorenzOWL

P.S.
Vado a riascoltare Love and Theft...

Ciao "Gufo" (a proposito: non trovo un gif che rappresenti un gufo da inserire in queste pagine... Chi ce l'ha? Mi serve anche una coccinella, una mosca, un criceto e qualche altro che al momento mi sfugge...) naturalmente ti aggregherai a noi altri animaletti che organizzeremo come l'estate scorsa le trasferte dylaniane... Su MF naturalmente segnaleremo gli incontri in modo che la rappresentanza mfarmiana sotto i palchi di Bob sia ancor più folta della scorsa estate...
Ciao,
Michele "Napolen in rags"


BUON ANNO A TUTTI GLI AMICI DI MAGGIE'S FARM!!!


Non vi sarete persi le seguenti novità delle ultime settimane?...
...I SAID THAT (Così parlò Zimmerman...)
Bob Dylan racconta se stesso in 40 anni di interviste, dichiarazioni, etc... Clicca qui
THE BASEMENT TAPES:
TUTTE LE TRADUZIONI
clicca qui


SELF PORTRAIT:
NUOVE TRADUZIONI
clicca qui


GREATEST HITS VOL. 2 ED INEDITI:
MOLTE TRADUZIONI
clicca qui
THEY'LL STONE YOU WHEN YOU'RE PLAYING YOUR GUITAR...
gli strumenti usati da Dylan e band
A cura di Massimouse che ha realizzato delle immagini strabilianti
Clicca qui
NEL VICOLO STA ADRIANO CON SUA MADRE LA FOCA
Considerazioni inutili su un problema irrisolvibile
di Tito Schipa, Jr. 
(come tradurre Dylan in italiano?)
Clicca qui
Bob Dylan
UFO CONNECTION
Per la serie FANTARACCONTI DYLANIANI
ho tradotto questo pezzo di Sean Casteel
Clicca qui
BOB DYLAN 
His most revealing interview in decades
da ROLLING STONE  (NOVEMBER 22, 2001) - by Mikal Gilmore
Clicca qui




 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------