parte 92
Lunedì 24 dicembre 2001


Vuoi discutere di Bob Dylan, della sua musica, della sua storia?... 
Hai domande da porre, storie da raccontare, emozioni da condividere,  sul grande Bob o inerenti la sua  musica e la sua vita? 
Scrivi a spettral@tin.it e le tue mail saranno pubblicate in queste pagine ogni lunedì.
Il curatore di questa pagina si riserva di pubblicare o meno, del tutto o in parte, le mail spedite a questa rubrica in relazione alla forma ed ai contenuti delle stesse, tagliando o cestinando quelle che dovessero contenere frasi ritenute non pubblicabili o argomenti non inerenti la rubrica stessa.
Napoleon in rags



974) ciao carissimo amico Michele !
   purtroppo sono molto preso dal lavoro e visto che , da buon (!)
   informatico , non "tengo" Computer a casa , leggo&scrivo solo dalla mia scrivania.
   E , appunto , essendo il periodo topico e travagliatissimo (l'1.1.2002
   passaggio a un nuovo sistema) non so più neppure da che parte girarmi.
   Fantastico!
   Credimi , quando ti ho passato la notizia di Bob Dylan il 19 aprile a Treviso non
   credevo tu la mettessi in rete ... anche perchè , onestamente , pensavo alla
   solita boutade anche se riportata da quotidiani autorevoli.
   Tra l'altro io sono un aficionados del Palaverde per concerti , basket
   (Benetton) e volley (Sisley) qundi...okkio raga che l'acustica non è il massimo.
   E comunque quel giorno , alla faccia dei miei 42 anni , mi metterò a
   scarpinare per Treviso nella speranza di incontrare il nostro (che rabbia quel
   racconto sul concerto di Udine e sull'autogrill...ecc.ecc. pensa che noi , dopo
   un conciliabolo , abbiam tirato dritto ....magari non succedeva nulla
   ...però...). E non è questione di fanatismo od altro ma ...sai.. ogni
   volta che vedo Bob sul palco vedo un pezzo dei miei 13-15 anni e ... mi rispecchio in mio
   figlio (il + grande) ... e .... vabbè basta con i sentimentalismi.
   Ah , dimenticavo , se vuoi mi posso proporre per essere il punto di
   riferimento per cene-incontri-ecc. in occasione dell'evento del 19.4 .... a disposiziò!
   Ti saluto molto "caramente" (si può dire?).
   E, tramite te , saluto anche tutti gli altri animaletti della fattoria
   nella speranza di poter fare 4 chiacchiere con tutti , di persona e quanto
   prima.
   Ciao-ciao.

   Antonio ALBATROS

   ps.
   dopo 6 mesi ho "fatto caso" che il numero di targa della mia auto
   inzia per BD 907.. : giuro!

Ciao Toni,
Ok, questo qui sopra non sarà un albatros ma è il gif più simile che ho trovato. Accontèntati, Toni, ok?
Quanto al concerto di Treviso, speriamo sia confermato e naturalmente io verrò di corsa...
Fanatismo? Desiderare di incontrare Bob (all'autogrill o meno) non significa essere fanatici ma dimostrare l'amore per lui. Secondo me.
Ciao e fatti vivo se hai aggiornamenti da Treviso...
Michele "Napoleon in rags"
ps: l'ideale sarebbe stato se la tua targa fosse:
BD 12 35 61



975) ciao michele, come va?
finalmente sono in vacanza...
mi ha appena scritto tommy (il tecnico delle chitarre di bob) a cui
avevo chiesto se sapeva niente di qualche data in italia in maggio, ma
ha scritto "no info yet" e ha anche aggiunto "but there was a bit of
recording in nyc so i was in hotel till dec 4 in nyc".
sono andati in studio di registrazione (non so se dylan o solo la band)
e quando registrano va sempre anche Tommy. non so cosa stiano registrando.
spero di avere al più presto qualche conferma... se venissero davvero a
treviso e poi a milano sarebbe davvero un bel colpaccio!!!! wow wow!
se non ci sentiamo prima, buone feste!
ciao ciao!
ila ladybird

Per chi non se lo ricorda Ila è la fortunata mortale che ha un contatto diretto con Larry Campbell e con Tommy (quello che io chiamo l'omino delle chitarre di Bob ma che in realtà è un addetto al palco e agli strumenti...). Cosa staranno registrando Bob e soci? Se senti ancora Tommy e hai aggiornamenti facci sapere Coccinella... Auguri anche a te.
Michele "Napoleon in rags"



976) Abbiamo organizzato per il 20 Dicembre 2001 alle ore 21.30 presso il
   locale "Vicolo De' Musici-Folkosteria" (Via della Madonna dei Monti,28 Roma
   vicino Via Cavour tel.066786188) una serata dal titolo "The times they are a'changin'". Marco
   De Annuntiis (Voce, chitarra e armonica) e Chiara Infantino (Voce e chitarra)
   suoneranno brani di Bob Dylan, Neil Young, Bruce Springsteen, Patti Smith,
   Edoardo Bennato e canzoni inedite.

   Vi aspettiamo!

   A presto.

   Roberto Petruccio e Marcello Canzoniere

Ciao boys, ancora una volta devo ricordare di inviarmi questi annunci in tempo utile per la pubblicazione. L'ho ricevuto solo il giorno prima e l'ho letto il giorno dopo la serata, quando era troppo tardi. Inviatemeli almeno tre/quattro giorni prima (anche perchè non sempre apro la posta tutti i giorni). Comunque ho riportato la mail anche perchè mi sembra di capire che in quel locale si svolgono spesso serate in tema dylaniano dunque che i romani sappiano e prendano nota...
Michele "Napoleon in rags"



977) Caro Michele ,
   Ho visto le date di Bob , almeno 3 / 4 date me le farò , non vedo l'ora.
   Seguo quasi quotidianamente le pagine di MF , anche se il tempo
   non mi consente di dedicarmi a scrivere qualche lettera per la posta.
   Il mio gruppo The Beards tornerà ad esibirsi verso fine Gennaio con
   una nuova formazione , sono cambiati batterista e bassista , sto aspettando
   le registrazioni di Alba dopo di che aggiornero il sito del gruppo e faro'
   un mini cd gratuito per chi volesse averlo.
   Volevo scriverti dei suggerimenti per MF che non ho fatto in tempo
   mandarti, te li scrivo adesso : la grafica delle news comincia a essere un po
   caotica e pesante nel caricamento ci vorrebbe qualcosa che snellisse il
   caricamento e la lettura. Io ho detto un mio parere , poi vedi te se hai
   tempo, se pensi sia un consiglio valido ecc.
   Sono in contatto tramite e.mail con Bucky Baxter e i suoi amici del sito,
   pero' non ho avuto ancora modo di parlare di cose importanti solo. Spero di
   avere un po di tempo a disposizione a Natale.
   L'ANGOLO DEL PIGNOLO.
   Volevo aggiungere un correzione nella lista di canzoni mai eseguite da
   Bob Dylan dal vivo , qui vi è contenuta Don't ya tell Henry , ma da un po' di mesi sappiamo
   che è stata eseguita nel 1972 ed è contenuto nel doppio ROCK OF AGES della
   Band.
   OK ORA DEVO SCAPPARE !!
   A presto
   Emanuele "louse"

Ciao Emanuele.
per la correzione provvederò (chiedo conferma per correttezza anche a Roberto "Terrapin", "titolare" della pagina).
Sulla pagina del "Cosa c'è di nuovo" probabilmente ti riferivi a quando non era ancora spezzata in due, come ora... Mi sembra che adesso sia abbastanza leggera per il caricamento (io la visualizzo interamente in circa dieci secondi). O ti riferivi alla pagina com'è adesso? Non saprei che aggiustamenti fare, nel caso... Fammi sapere cosa mi consigli per modificarla...
Allora ci si vede in giro per l'Europa (e l'Italia ovvio) questa primavera ma ricordati che non mi hai più trascritto gli aneddoti raccontati da Bucky ad Alba su Bob (ed io nemmeno me li ricordo più). Mi erano sembrati molto divertenti quando me li avevi raccontati al Neverending Birthday... Comunque se hai tempo e te li ricordi potrebbero costituire il tema della tua prossima mail (o forse Baxter ti ha vietato di divulgarli se no Bob si incazza?)...
Ciao, Michele "Napoleon in rags"



   978) Ciao Michele
   E'stata una grande sorpresa trovare il filmato di Pasadena in It's
   Unbelievable.
   E'veramente esilarante. Visto che ci sono ti chiedo, per favore, due
   cose, sempre se e'possibile. E'possibile veder pubblicata sul sito il testo
   della versione di Real live di Tangled up in blue con relativa traduzione? E
   poi come faccio a rimediare la cassetta, sarebbe meglio il cd del concerto
   live di Anzio? Infine per dopo le feste ti faro'avere, se gia'non ce l'hai
   una vhs con un paio di pezzi live di Dylan eseguti a Barcellona nel 1992,
   nell'ambito della rassegna Guitar's legend. Ad accompagnarlo ci sono tra i tanti
   Phil Manzanera, Keith Richards e Jack Bruce, ex Cream. Dylan esordisce con
   una non eccezionale versione di All along the wachtower, poi pero', come al
   solito c'é il miracolo, Bob rimane solo chitarra e microfono e canta una
   ballad fenomenale che non so riconoscere, la sua voce e' delicata, dolce
   come se cantasse una ninna nanna per i suoi figli. Sai che canzone e'?
   La vuoi allora la vhs?
   Giampiero

Ciao Giampiero,
per Anzio non ti resta che aspettare il Dylan tree del Porcile di Maggie's Farm. Vai qui per informazioni...
Per il testo alternativo di Tangled Up In Blue di Real Live farò il possibile. Se qualcuno ce l'ha sottomano me lo può gentilmente inviare (magari tradotto? Leonardo, non eri il titolare dei "testi alternativi" di Bob? Su, non essere pigro e datti da fare invece di ascoltare 24 ore su 24 i boot di Bob...!) Grazie!
Quello di Pasadena è effettivamente un video esilarante e sono contento ti sia piaciuto (aspetta di vedere le prossime puntate di It's Unbelievable...). Se qualcuno si è perso questo pezzo davvero divertente vada a Pasadena
Sono già in possesso del video che citi, dura 45 minuti, però tu scrivi Barcellona mentre dovrebbe essere Siviglia (Expo 92) se ricordo bene. La canzone che non hai riconosciuto dovrebbe essere Boots of Spanish Leather, la seconda dopo AATW. A meno che tu non ti riferisca alla terza o alla quarta...
Comunque ecco la sequenza:
All Along the watchtower - Boots of spanish leather - Across the borderline - Answer me (my love) - Shake rattle and roll (seguono altre canzoni non cantate da Bob ma da Keith Richards o altri artisti: Goin' down, Here comes that girl again, Connection, I can't turn you loose),
ciao Giampiero e alla prossima mail
Michele "Napoleon in rags"


979) Caro Michele, è un po' che non mi faccio sentire - se ricordo bene dal
   concerto di Anzio della scorsa estate.
   Ho avuto un po' di problemi (nulla di grave) che, aggiunti al fatto che ho
   recentemente cambiato lavoro, hanno ridotto notevolmente il mio tempo
   libero, costringendomi a seguire in modo "passivo" l'evolversi degli eventi
   (formidabili) che hanno coinvolto Dylan. Ciò non mi ha impedito, tuttavia,
   di consultare quotidianamente Maggie's Farm che devo dire è diventato il
   sito più bello di tutti quelli dedicati a Dylan, non finirò mai di
   ringraziarti per questo. Qualcuno potrà sostenere che ce sono di più
   aggiornati (expectingrain e Bill Pagel), ma nessuno di questi tratta gli
   argomenti legati a Dylan in modo così fantasioso, oserei dire 'artistico' e
   ovviamente 'italiano'.
   Quante cose avrei voluto scrivere, in merito ai recenti e meravigliosi
   accadimenti causati dall'impareggiabile genio del Maestro.
   - Love & Theft è, come tu giustamente lo hai definito da subito, un capolavoro
   assoluto e ciò che stupisce di più è il fatto che, pur essendo un disco
   assolutamente 'dylaniano' e sicuramente ispirato, sia culturalmente che dal
   punto di vista delle strutture melodiche, alla migliore tradizione della
   musica popolare americana, risulta del tutto diverso dalle altre produzioni
   di Bob (e di chiunque altro).
   - Il Nobel mancato per l'ennesima volta (ci sono milioni di motivi per
   riconoscere a Bob quello che è di Bob).
   -E che dire delle scalette dei concerti americani di questo autunno e gli
   echi dei relativi trionfi nelle grandi città americane (es: New York -
   MSG)…..
   Speriamo che le bellissime notizie relative ai prossimi concerti europei
   siano confermate. In tal caso spero di potere assistere a 2 o 3 show e mi
   auguro di poterlo fare insieme ad altri 'Maggie'sFarmiani'. La data prevista
   per il concerto di Milano offrirebbe, senz'altro, la possibilità di
   incontrarci.

   Un abbraccio a te e a tutti gli amici di Maggie's Farm.

   (Auguri per le prossime festività).

   Antonio G.

Ciao Antonio,
sul background culturale dei testi di Love and Theft si potrebbe scrivere un saggio, secondo me, o quanto meno un articolo... Naturalmente bisognerebbe avere la conoscenza di tutte le fonti citate da Bob (quindi non guardate me che al di là di scrivere un articolo sulla vita sentimentale di Bob non sono in grado)... Non sarebbe male se prima o poi qualcuno scrivesse un articolo al riguardo anche perchè consentirebbe di comprendere molti riferimenti e versi "oscuri" oltre a confermare se mai ce ne fosse bisogno la capacità di Bob di scrivere testi assolutamente unici. E sui testi di Love and Theft ci sarebbe molto da scrivere (personalmente li giudico tra i suoi più belli degli anni 90).
Per il Nobel secondo me è solo questione di tempo. Probabilmente Bob deve aspettare il "suo turno".
Ci vedremo sicuramente a Milano se il concerto sarà confermato come sembra.
Ciao e fatti sentire quando vuoi,
Michele "Napoleon in rags"


980) Caro "Napoleon in Rags",
   A proposito, ma il tributo a Bob ad Aosta poi si
   organizza? Dammi notizie! I tributi ben organizzati
   con molti interpreti sono interessanti, anche perché
   non hai solo il pubblico, ma anche altri musicisti da
   conoscere e con cui confrontarti. A novembre ho
   partecipato a un tributo a De André a Ciampino; è
   andato molto bene, hanno premiato me e un gruppo di
   Livorno. Nel frattempo spero anche che la mia carriera
   universitaria assuma un senso...
   Grazie, a presto. Marco

Ciao Marco, approfitto della tua mail per rispondere cumulativamente a chi mi chiedeva che fine ha fatto il tributo aostano a Bob. Diciamo che è congelato (e col freddo di questi giorni mai termine è più adatto) perchè se da un lato sarebbe tutto a posto (da parte mia intendo) non ho sufficienti garanzie dagli Enti preposti che avevano prima assicurato un certo tipo di struttura ed ora invece mi dicono che sono insorti problemi. Mi è stata proposta una soluzione alternativa che non mi soddisfa. Se la situazione si sbloccherà vi farò sapere sempre grazie a MF, naturalmente. A questo punto però non se ne parla prima dell'estate prossima.
Ciao, Michele "Napoleon in rags"


981) Ciao,
    mi è venuto in mente che da nessuna parte ho
   sentito parlare del taglio (ben riconoscibile) di
   "cantato" che c'è sulla versione originale di IDIOT
   WIND. Quando dice che "non ti riconosco più, la tua
   bocca (o voce) è cambiata e i tuoi occhi non cercano
   più i miei" si sente decisamente un cambio di timbro
   vocale nel cantato. Chissà che c'era sotto prima...
   A memoria, mi sembra che anche su JOKERMAN non ci
   siano notizie più dettagliate. Comunque la mia è solo
   una curiosità.
Daniele

Ciao Daniele,
non sono sicuro di aver capito cosa intendi... Cioè, intendi che ci siano state delle sovraincisioni su Idiot Wind nei versi che citi? Che il cantato originale era diverso? Non saprei... Non ho letto nulla al riguardo. Qualcuno ne è a conoscenza?...
Ho perso maldestramente il tuo indirizzo e mail... Me lo comunichi di nuovo ? (Così posso rispondere anche alla parte privata della tua mail...).
Ciao, Michele "Napoleon in rags"


982) Caro Michele,
   vorrei segnalare a tutti gli amici di MF un bellissimo film documentario
   appena uscito (anche se non so che tipo di distribuzione avrà): "Mario Schifano
   tutto" di Luca Ronchi. E' un ritratto dello straordinario artista scomparso
   tre anni fa', realizzato con un percorso più "tematico" che narrativo,
   utilizzando film e videoregistrazioni di Schifano stesso o su di lui, provenienti dal
   suo archivio. Oltre a essere una chiave per entrare nel mondo artistico
   di Schifano molto migliore di tante esegesi critiche, il film tra l'altro
   mostra (con molta lucidità) uno spaccato sull'ambiente artistico degli anni
   '60 e sul movimento della cosiddetta "pop-art" (Schifano fu a New York negli
   anni 1960-63 e "importò" in Europa quella tendenza, addirittura anticipandone
   alcuni temi rispetto agli artisti americani). Si scopre così - lo ignoravo
   anch'io, che amo molto quest'artista - che Schifano aveva un grandissimo
   amore per Bob Dylan, di cui ad un certo punto parla come del "più grande
   di tutti". Nel film si possono ascoltare diverse canzoni del Nostro (da
   "Like a rolling stone" a "Where teardrops fall"!), a volte in funzione di
   "colonna sonora", altre volte provenienti proprio dallo stereo dell'artista
   in alcune sequenze video da lui girate nella sua casa-studio. E' un film
   anche formalmente molto interessante e ben costruito, assolutamente non
   agiografico, anche se (o forse proprio perché) realizzato da un regista
   che aveva avuto uno stretto rapporto di amicizia con Schifano.
   Ciao, a presto e buone feste da
   Sandro Naglia
 

Ciao Sandro, grazie per la segnalazione. Ne approfitto anche per ringraziarti per avermi inviato le copie dell'intervista di Rolling Stone e ricambio gli auguri.
Ciao, Michele "Napoleon in rags"


983) E' possibile trovare la registrazione dell'esibizione di Bob Dylan del
27 SETTEMBRE 1997 BOLOGNA (Congresso Eucaristico)  ?
Grazie
Errico Pucci
epucci@mail.cinet.it


984) Ciao Michele
Seguo sempre la pagina 'Talkin' e non è molto che ho scritto, ma sono
rimasto fuori da tutte la discussione su Love and Theft, poi capisci perchè.
Sono molto preso dall'attività di scambi di CDR tra collezionisti e ascolto
parecchia musica di Dylan.
Forse per questo sono diventato piuttosto integralista sull'argomento e mi
inquieto sempre quando qualcuno solleva qualche critica al Maestro!
Mi spiego:
Non sono un pazzo da legare che accetta solo le cose provenienti da Dylan,
anzi so che a tantissimi di lui non gliene frega niente, lo detestano oppure
non sanno nemmeno chi è.
Bene, ognuno ha i suoi gusti, ci mancherebbe.
Ma quando voglio passare un'oretta con Internet per conoscere le sue novità,
qualche aneddoto dei suoi tour, cosa fanno i suoi fans e così via, perchè
devo trovare qualcuno che ci tiene a farci sapere che: non ha più voce, non
è capace a suonare la chitarra, non sa scegliere il batterista o il
chitarrista, canta sempre le solite canzoni, il suo ultimo album è quasi
spazzatura, e chi più ne ha più ne metta...
Ora siamo tutti liberi di pensarla alla nostra maniera, se a me non piace un
album è probabilmente per motivi personali, magari mi annoia; ma devo tenere
una conferenza per spiegare dettagliatamente i motivi ? Non lo ascolto e
basta.
Non mi piace più seguire i suoi concerti? Mi ascolto gli altri suoi dischi.
Chi sono io per assumere quell'atteggiamento da veterano che "...ha visto
gli shows del 92 o dell' 87, 81, 78 indietro gigioneggiando.
Ecco, non riesco a non polemizzare.
Sì, quando apro Maggie's Farm o Expecting Rain voglio trovarmi tra amici;
internet è pieno di siti dedicati ad altri musicisti, se ne vadano lì quelli
cui Dylan non piace più!

Buone vacanze, Michele e Buon Anno

Roberto "terrapin"

Ciao Roberto,
concordo. Naturalmente pubblicherò come ho sempre fatto anche le mail critiche, purchè pacate, perchè è giusto che ognuno dica la propria anche in termini negativi su Bob.
Ricambio gli auguri e alla prossima,
Michele "Napoleon in rags"




985) Hai saputo che è in uscita il 25 gennaio un disco live di De Gregori dai
   concerti 2001 intitoilato "Fuoco Amico" ?
   Chissà perchè a me la copertina ricorda quella del CD "Bob Dylan - 39 Years
   Of Live Performances" ... guarda un pò ...

   Altre info qui:
   http://www.sonymusic.it/degregori/discografia/album/index.html

   Ciao e grazie ancora, Leonardo

Ciao Leonardo,
thanx.
Michele "Napoleon in rags".
ps: Effettivamente la grafica è simile. Amore e furto (il grande De Gregori è la prova vivente di quello che diceva Bob...)


986)  Hello Friends,
Let me take the blessing of e-mail to wish you and your dearest ones most joyous Christmas, warmth and happiness, lots of snow, Dylan-related presents, and all the things you've always desired yet never had the cheek to ask for... ;-)
[& see you all in the front rows in April!]
Emotionally Yours,
Artur, the Reindeer

Hi Artur,
thanx!
Bob Bless You.
Michele "Napoleon in rags"


987) Caro Michele,
   con la scusa degli auguri natalizi, ti mando un testo che ho scritto (di tanto in tanto gioco a fare il Dylan-De Gregori). Se
   ti va, poi mi dici che te ne pare.
   Ancora auguri.

   Luca

 

   Dentro alle ferite delle montagne

   Dove si andava per diamanti

   E molto prima che tutto questo accadesse

   Una volta di più baciandomi hai detto

   "Non posso farci niente"

   "Ma quando parli così, amore"

   "Mi fai proprio paura"

   I suoi denti adesso cancellano il buio

   E nascondendo la polvere

   Lasciata lì da chissà quale tempesta

   La gente lo guarda

   E nella polvere batte le mani

   Alle righe della sua cravatta

   E a Salomè che sul quarto canale

   Stringe nel ricordo

   La testa di Giovanni Battista

   E poi seguendo la musica

   Ondeggia insieme alle candele

   Che circondano il palazzo di giustizia

   E preparano il diluvio che

   Non sapendo bene cosa fare

   Si innamorerà del nostro ombrello

   Come quella volta sul fiume

   Che sfiorando la tua mano ho pensato

   Forse sarebbe stato meglio lasciarti andare

   E ignorare il pianto dei tuoi tacchi

   Destinati a perdersi nella notte

   E ad accendere la fame dei suoi cani

   Che come in un gioco di specchi

   Si annusano si confondono

   E con l’esecuzione fissata per domani

   Ai primi soffi dell'alba

   Prima che la loro cena tocchi terra

   Ti invitano a sorridere guardando

   La fila degli altri condannati

   Ingrossarsi e scomparire lentamente

   Dietro l’angolo dove ignorati dai venti

   I libri stanno già bruciando

   E la cenere che accarezza

   Le scritte e i segni rimasti sul muro

   Annuncia che Norimberga

   Sarà ricostruita prima dell’ultima udienza

Ciao Luca. Splendida. Davvero. Non è cortesia. E' splendida e naturalmente degregoriana/dylaniana, giustamente. Amore e furto, sempre.
Ciao, Michele "Napoleon in rags"


988) Ringraziandoti per l'immensa quantità d'informazioni che metti a dispozione di un giovane dylaniano come me, ti invio
   i titoli di quelli che secondo me sono i dieci migliori album.

   1 Blood on the tracks
   2 Blonde on blonde
   3 Bringin it all back home
   4 Love and Theft
   5 Highway 61 revisited
   6 The freewheelin' Bob Dylan
   7 Desire
   8 John Wesley Harding
   9 Time out of mind
   10 Oh mercy

Francesco

Ciao Francesco
vedo che LAT sale sempre di più... Io sono ancora indeciso ma prima o poi aggiornerò anche la mia personale top ten.
Intanto per chi si fosse perso il recente aggiornamento ricordo che ho, appunto, aggiornato quella delle canzoni. Clicca qui
Ciao, Michele "Napoleon in rags"



989) Ed ora una correzione sull'indirizzo e-mail al quale rivolgersi se si è interessati al numero della rivista UNA CITTA' con l'intervista "dylaniana" ad Alessandro Carrera (l'abbiamo segnalata nella scorsa pagina della posta, lettera 971).

Quello giusto e':
unacitta@unacitta.it.


990) Ciao Michele sono Davide.
   Ho appena visto l'ottimo lavoro realizzato da Massimouse (nota di Napoleon. Consentitemi: fiore all'occhiello di Maggie's Farm) a proposito degli strumenti utilizzati da Dylan nel never ending tour.
   A lui, data la grande competenza dimostrata, vorrei chiedere un parere tecnico su Devid Kemper.In particolar modo mi
   piacerebbe sapere se il suono che produce la sua batteria, a me particolarmente sgradito, è frutto di un suo particolare
   stile oppure se dipende dal tipo di strumento utilizzato.
   Personalmente penso che Kemper non sappia interpretare al meglio le canzoni di Bob ne'
   acustiche ne' elettriche ed è per questo motivo che ogni anno spero che abbandoni la band, desiderio a tutt'oggi
   irrealizzato!!
   Infatti incredibilmente egli è il batterista che ha suonato di più con Dylan e probabilmente anche il peggiore!
   Non si spiegherebbe altrimenti perchè Augie Meyers che ha collaborato alla realizzazione di toom e love and theft
   mentre ha avuto parole di elogio per tutti gli altri componenti della band ha totalmente omesso il nome di Kemper!
   Grazie e ciao!
Davide

Allora Massimouse... sei in linea?...
Ciao, Michele "Napoleon in rags"



Visto che è natale chiudiamo in allegria:
non resisto a non pubblicare questa mail privata di Antonio Cat (anche perchè non posso indirettamente non farla leggere alla papera che non mi perdonerebbe di essersi persa questo pezzo esilarante). La premessa consiste in una mail che avevo spedito ad Antonio in cui parlavamo della sua possibile venuta a Milano per il concerto di Bob prossimo ed io, augurandomi che il gatto venisse in compagnia di Leonardo, mi immaginavo una scenetta tipo quella storica di Totò e Peppino De Filippo che arrivano a Milano in treno dal film "Totò, Peppino e... la malafemmina". Spero che il gatto mi perdoni per averla pubblicata...

991) allora!! ... carta ... calamaro e penna ... su!.. avanti scriviamo ...

   Signor Michele!! .... (intestazione autonoma) ...

   Vengo io con questa mia addirvi ... addirvi una parola ... che ... che ...
   che ... che ... (... uno!? quanti ?? ...) ... uno che!!!! ... che scusate se
   sono poche, ma un ricambio di saluto di Buon Natale a me mi fanno specie che
   quest'anno, una parola, c'è stata una grande moria di idee come voi ben
   sapete . : questo augurio di buon natale servono a che voi con l'insalata...
   vi consolate dal dispiaciere che avreto perchè ... perchè?? ... (non so ...
   perche che cosa?) perche ... è aggettivo qualificativo no!!! ... dovete ...
   ancora ricevere la vignetta promessa per zimmy e che io che sono medesimo di
   persona vi mandano questo perche' il giovanotto e' un lavoratore che lavora
   che deve tenere la testa al solito posto cioe' sul collo . ; . ;

   SALUTANDOVI INDISTINTAMENTE ... TI INVIO UN GRAN AUGURIO DI BUON NATALE ... E A
   RISENTIRCI PRESTO PROPRIO CON UNA VIGNETTA ... E' ANCORA IN CANTIERE ...
   ODDIO NON TI ASPETTARE CHISSA' CHE COSA ... IL PROBLEMA E CHE CONTIENE UN
   PAIO DI ATROCI DOPPI SENSI CHE DEVO IN QUALCHE MODO REGISTRARE MEGLIO ...

   Antonio Cat (che sono io)

   Senza nulla a pretendere

   In data odierna

Ciao Totò,
allora... in primis se vieni a Milano stai attento... Muoviti con circo e ispezione perchè il clima non è come lì da voi al
Sud... A Milano fa freddo, c'è la neve (e la neve a Milano - che si sappia per dinci ed anche per bacco - è FREDDA... Non
è come lì da voi, a mezza botta, che uno se la appallottola in mano... I postini ci stanno molto attenti a Milano... Un
postino c'è morto). Dunque per qualsiasi informazione rivolgiti a Mezzacapo (che ci ha fatto il militare a Milano...
Cavalleria). Ricordati che per arrivare a Milano ci vogliono quattro giorni di mare ma stai soprattutto attento alla nebbia... Ehh già! A Milano quando c'è la nebbia non si vede! Tu forse mi chiederai: "Se a Milano quando c'è la nebbia non si vede, come si fa a vedere che c'è la nebbia?".  Mah!
Quindi vèstiti da milanese con colbacco e pelliccia perchè qui da noi al nord c'è vento, freddo, e soprattutto bufale (sciolte), camminano per la strada, entrano nei palazzi...
Poi Milano è una città poliglotta, gente di tutte le razze e di tutti i paesi... Io ci ho conosciuto una ragazza che era troppo "bona". Quando la vidi mi chiesi: "Desto o son sogno?". Era una ragazza turca, per esser precisi era una settimana (tu mi dirai che si dice "ottomana"... Beh, sai com'è, nella confusione s'era persa una mano!)... Una settimana, dicevo, che aveva due "lunedì" ed un "sabato" che era tutti i giorni domenica... Qui da noi al Nord le usanze sono differenti rispetto a voi che state sotto allo stivale... Per esempio ti racconto un aneddòto: noi qui al Nord cuciniamo tutto col burro... Non come voi che cucinate tutto con l'olio... Mi hanno detto che perfino le macchie ve le fate con l'olio (noi invece col burro!). Retrogradi che non siete altro. Ma si sa che voi napoletani siete inferiori. Noi del Nord vi siamo superiori per cultura, per nascita e per censo. Superiori al censo per censo!
Comunque appena arrivi a Milano il concerto di Bob lo trovi subito... basta che segui i nomi sui manifesti... Eh già, perchè a Milano quando c'è la nebbia mettono i nomi sui manifesti... Come dire: "Chi mi vuol trovare io stò qua!"... Delle specie di indicazioni, và!
Ciao Antò e ricordati che "Gattibus frettolosibus fecit gattini guerces! Audax fortuna juventus!". Come dice quel vecchio detto francese? Les chaffeur sont les chaffeur!
Michele "Napoleon in rags"




 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------