Talkin' Bob Dylan Blues
parte 50

E' un onore per me e per tutti noi di Maggie's Farm inaugurare questa pagina della posta con una lettera che ci riempie di orgoglio. Ce la invia Stefano Rizzo, mitico autore, tra l'altro, del volume "Bob Dylan - Blues, ballate e canzoni", autentica "Bibbia" per tutti i "dylaniani" risalente al lontano 1972 e che ha aperto la strada nello studio dell'opera di Dylan nel nostro Paese. Stefano Rizzo risponde all'amico Antonio che tempo fa, giustamente, su queste pagine lo proponeva all'attenzione per una "statua d'oro" da tributargli per la sua importantissima opera. Sapere che persone del calibro di Stefano Rizzo leggono le nostre pagine ci riempie ovviamente di felicità.
Michele Murino

Ecco di seguito la lettera di Stefano Rizzo che siamo onorati di poter pubblicare (nota: il lavoro a cui fa riferimento Rizzo è appunto il volume "Bob Dylan - Blues, ballate e canzoni", Newton Compton, 1972):

Caro Antonio,
innanzitutto diamoci del tu. Questo "lei" e questo "dottore" mi fanno
sentire molto vecchio, il che è anche vero (compio 55 anni tra un paio di
giorni), ma in nome del comune amore per Bob Dylan possiamo considerarci
colleghi, anzi amici.
Quindi, grazie per le tue belle parole e per l'entusiasmo, la spontaneità
che ne traspare. Io considero quel lavoro che feci tanti anni fa, quando
avevo 26 anni, una esperienza tra le più belle della mia vita. La mia
compagna (non ancora mia moglie) aspettava un bambino e stava accanto a me,
con i suoi lunghi capelli neri e i grandi occhi, mentre io muovevo avanti e
indietro la puntina sul disco di vinile per decifrare quelle parole mozze,
quella voce rauca e nasale, quella pronuncia incomprensibile
(incomprensibile anche per tanti amici americani cui chiedevo aiuto), e
cercavo poi, attraverso la traduzione, di comunicare la magia, l'intensità,
la profonda verità umana del suo messaggio. La mia donna era accanto a me e
io avevo a che fare con un personaggio che parlava di integrità, di
giustizia, di amore: be' è qualcosa che non ho dimenticato e che, anche se
adesso faccio un altro mestiere, considero un insegnamento valido, per tutti
i tempi, una strada ancora valida da seguire per vivere una vita, non dico
giusta, perché quello è difficile, ma decentemente umana.

Dunque, la mia tesi di allora. Fu abbastanza rivoluzionaria perché era una
tesi in filosofia su un "autore" che molti ancora non consideravano degno (un
cantante!) neppure di studi di letteratura. A me interessava capire
soprattutto il rapporto tra messaggio poetico e impegno politico, se era
vero che Dylan aveva "tradito" con la sua svolta rock e con il suo
disimpegno esteriore, o se questo invece non era altro che uno sviluppo reso
necessario dal mezzo di comunicazione, cosicché, rendendosene lui conto (per
la verità con una intelligenza e una sensibilità eccezionale) aveva fatto
bene a cambiare e diventare altro, proprio per non continuare a essere la
copia di se stesso, per un bisogno di autenticità e per rendere il suo
messaggio di allora ancora più vero e più forte.

Questo il senso della tesi. Non dispongo al momento di una copia pulita
perché altrimenti te la manderei (non ho problemi di copyright o di
piraterie o di appropriazioni indebite); per la verità in questi giorni ci
sto lavorando, riducendola alquanto per pubblicarla in una raccolta di
saggi. Una versione più breve, più da saggio, era uscita su un numero de "il
Ponte", mi sembra del 1976, diretto allora da Guido Fink. Comunque, se il
progetto volume non va avanti o ritarda farò una copia della tesi originale,
con tutti i segnacci a matita successivi, e te la manderò. Non per
presunzione o per insegnare qualcosa, ma come segno di affetto. (Io sono un
dylaniano di prima generazione, ma c'è mio fratello, Francis Koerber,
bluesman e maestro di chitarra che lo è di seconda, e mio figlio, pianista
blues e fisico a Napoli, che lo è di terza: tutti dylaniani per nulla
dylaniati, il che riempie il cuore del capostipite, che sarei io, di gioia).
Un caro saluto,

Stefano Rizzo

Un grazie da parte nostra a Stefano Rizzo e... ovviamente sarà un piacere per noi di Maggie's Farm pubblicare qualsiasi contributo relativo a Dylan lei vorrà (o meglio tu vorrai) inviarci. Michele  "Napoleon in rags" Murino

Per quei pochi che non lo conoscessero ecco il volume di cui si parlava:



Ed ora veniamo alla posta "normale"... non prima però di aver ringraziato (urbi et orbi come faccio sempre io per far vedere che conosco il latino... o è siciliano?) Carlo "Pig" che sta facendo un sacco di lavoro tecnico per "Maggie's Farm" e mi sta dando una mano preziosissima per quanto riguarda tutte le diavolerie legate ai computer, ai siti, ai programmi ftp, ai browsers, ai providers, e chi più ne ha più ne metta... Carlo è un super esperto in questo ramo e senza il suo aiuto fondamentale Maggie's Farm avrebbe vita dura... Grazie Carlo!
ps1: a proposito, proprio in virtù della esperienza in campo informatico di cui sopra, Carlo sta scrivendo un nuovo fumetto per MF che si affiancherà alle strips di Zimmy... Si tratta di una strip ispirata ai personaggi Disney... Il titolo?... "Le avventure di Microcip e Microciop"...
ps2: il ps 1 è uno scherzo... ehm


401) Vorrei chiederti un favore. Mi ha scritto Massimo di Firenze x chiedermi
informazioni sul Dylan tree, io gli ho risposto ma la mail mi ritorna
indietro con un messaggio di errore. Potresti mettere un annuncio nella
posta chiedendo a Massimo di mandarmi l'indirizzo esatto ? Grazie e ancora
ciao Anna

Fatto... Massimo se sei in linea fatti vivo con Anna


402) ciao michele!
sono francesco e ti scrivo per farti innanzitutto i complimenti per il sito
è stato bello trovare un sito in italiano su bobby così interessante e attivo
(e a proposito dell'attività volevo lodare le operazioni "dylan tree" e dire che nel primo cd mi è stata molto utile la sezione "accordi" visto che mi piace strimpellare le canzoni di bobby)
dylan è stata una figura molto importante per me. il primo  album che ho sentito è stato GOOD AS I BEEN TO YOU ed è stata una folgorazione. poi a poco a poco ne ho conosciuto l'intera discografia e devo dire che la folgorazione si è ripetuta quasi sempre
le cose belle di bob dylan sono tante la prima è il legame che c'è tra la sua musica e la sua vita a questo proposito volevo dire che anche la lettura della sua biografia è stata emozionante ed avvincente
un altro punto a favore di bob dylan è la varietà delle sua produzione musicale. mi trovate un altro artista che abbia inciso dischi folk, rock, country e gospel?
per non parlare poi dei testi. la lettura dei suoi testi è stata qualcosa di sconvolgente (ricordo ancora
con commozione le prime volte che sentii THE FREEWHEELIN' con i testi davanti)
e poi è stato un artista che mi ha fatto scoprire tutto un mondo musicale che non conoscevo (o meglio mi ha dato gli imput per farlo): la musica folk, il blues, il country, il rock degli anni 50, ecc
comunque per me non c'è niente di più difficile (e cerebrale) che razionalizzare la mia passione per bob dylan.
diciamo che per me è stata una figura che ha riempito molti spazi vuoti, non solo a livello di hobby,
ma anche (e soprattutto) a livello culturale ed umano
detto questo, e per venire a discorsi un po' più futili, mi sembra chiaro che non potresti estorcermi
nemmeno con le pinze quale sia per me la canzone preferita di bob (anche se personalmente per me CHIMES OF FREEDOM significa molto:  è la canzone in cui bob proclama il fatto che tutti hanno
diritto alla libertà, soprattutto gli sfortunati...scusa se è poco...)
fatto questo sproloquio (naturalmente incompleto, ma l'importante è che l'abbia fatto,perché altrimenti schiattavo), ti saluto ed auguro lunga vita ed ogni benedizione al sito
ciao, Francesco
 

Ciao Francesco... come hai ragione riguardo a Chimes of freedom... Una di quelle canzoni che ti fanno dire: "Avesse anche scritto solo quella e  basta Dylan sarebbe entrato nella storia di questo secolo".
Grazie per la "benedizione" e fatti vivo...
Michele "Napoleon in rags" Murino



 

403) ciao Michele
sono Marco da Luino.
aspettando tue notizie sulla festa di maggio ad Alba,
vorrei dirti che se cerchi qualche gruppo sconosciuto che
propone pezzi di Bob, vorrei indicarti un nome...
BEFORE HENDRIX (è vero è inutile nasconderlo ci sono dentro anch'io). Comunque i before hendrix hanno in scaletta
una decina di pezzi di bob e sarebbe proprio un bel sogno poterne suonare un paio davanti a "migliaia" di fans del "nostro".
Già che ci sono ti mando la mia lista delle best-songs di ogni tempo:
1) LIKE A ROLLING STONE
2) IDIOT WIND
3) MAMA YOU BEEN ON MY MIND
4) HURRICANE
5) RING THEM BELLS
6) STUCK INSIDE A MOBILE....
7) LOVE MINUS ZERO/NO LIMIT (UNPLUGGED VERSION)
8) DESOLATION ROW
9) VISIONS OF JOHANNA
10) DON'T THINK TWICE...
 

Ciao Marco, i voti della tua classifica saranno presto conteggiati nella classifica generale nella solita pagina... Mmm, 10 punti per Like a rolling stone e 3 punti per Desolation row... la lotta è sempre aperta...
Quanto al discorso sulla tua band colgo l'occasione per precisare che io ho solo annunciato su Maggie's Farm la festa di Alba per il prossimo compleanno di Bob dal 24 al 27 maggio prossimi ma non ne faccio parte (ovviamente sarò ad Alba a festeggiare però...). La festa è organizzata da Piercarlo e presto spero mi mandi altri dettagli in maniera da pubblicizzare la manifestazione anche su queste pagine oltre che sull'apposito sito http://www.ilmionome.com/ (che però io non riesco mai a visualizzare... qualcuno mi spiega il perchè?...).
Comunque personalmente sto organizzando ad Aosta la seconda edizione di Bob Dylan Forever e tra poco metterò su Maggie's Farm l'annuncio per tutte le band specializzate in covers di Dylan invitandole a mandarmi i loro dati per una eventuale partecipazione alla manifestazione. Quindi, Marco, oltre alla festa di Alba, se vuoi "prenotati" anche per Bob Dylan Forever 2 (che si terrà comunque molti mesi dopo quella di Alba)... Aspetta l'annuncio su queste pagine per le modalità...



 

404) ciao michele
ah!!!! dimenticavo di dirti che il chitarrista che suona con Dylan in desolation row è Charlie McCoy, quello che poi suonerà l'armonica in obviously 5 believers.
ciao a presto. M@rco

Ok,
Michele.



 

405) Ciao Michele, ti invio un disegno di Cavezzali che forse conoscerai.
Comunque eccotelo.
Ciao dal signorhood

Ciao Signor Hood, la tavola a fumetti di Massimo Cavezzali con De Gregori che incontra Dylan è già stata inserita. La trovate nella sezione "Cosa c'è di nuovo" alla voce "Il principe e il poeta", omaggio al grande Francesco De Gregori ed all'enorme successo del suo nuovo bellissimo album "Amore nel pomeriggio" (primo in classifica). Insieme a quel fumetto di Cavezzali trovate anche un mio modesto omaggio al Principe con una strip di Zimmy in cui lo prendo simpaticamente in giro (spero). Grazie di tutto, Michele.


406) Ciao Michele, tutto bene?
Ti segnalo alcune cover di brani dylaniani per
l’aggiornamento della pagina di Maggie’s.
Anzitutto Bruce Springsteen, oltre alla splendida
versione di I want you che è già stata indicata
qualche tempo fa su queste pagine (introdotta dalle
note di piano di Roy Bittan, con l’intreccio della
romantica fisarmonica di Danny Federici e del violino
di Suki Lahav ad accompagnare l’intensità di
ispirazione di Bruce: meglio dell’originale???), ha
“abbozzato” anche due interpretazioni di One of us
must know e Just like a woman (forse che Blonde on
blonde è uno dei suoi dischi preferiti?), che si
possono ascoltare su un bootleg del 1993 intitolato
“Covers story”.
Quanto agli U2, a parte la celeberrima All along the
watchtower inserita in Ratte and hum, hanno suonato
anche Maggie’s farm e Knockin’ on heaven’s door nel
corso del 1985: si possono trovare entrambe sul
bootleg “Ultra rare trax”.
Di All along the watchtower c’è anche una cover degli
Spin One Two del 1993, pubblicata sull’album omonimo,
e una di Neil Young e Chrissie Hynde dei Pretenders,
appena uscita sul nuovo live del cantautore canadese,
“Road rock vol. 1”.
Elvis Costello, invece, ha interpretato I threw it all
away sul proprio album “Kojak variety” del 1994.
Infine mi pare che manchi nell’elenco la Don’t think
twice incisa da Joan Baez nel 1963 su “Joan Baez in
concert part 2”.
Per quanto riguarda le news, Dylan dovrebbe
partecipare insieme a Beck, Emmylou Harris, Sheryl
Crow, Mark Knopfler e altri ad un album-tributo
dedicato a Hank Williams. Per il momento, comunque,
non si conosce ancora né il titolo, né la data di
uscita del disco.
E anche per stavolta è tutto.
Un saluto da Gabriele

Ciao Gabriele e grazie per tutte le informazioni che inserirò appena aggiornerò la pagina delle covers... Napoleon



 

407) Ciao Michele,
Volevo chiederti se cortesemente puoi farmi la lista delle canzoni presenti nei concerti dei video Hard Rain e Hard Rain 2.
Di nuovo grazie. Ciao Ricky.

Ciao Riccardo, allora ecco la lista delle canzoni di Hard Rain:
1) A hard rain's a-gonna fall (Joan Baez ai cori)
2) Blowin' in the wind (duetto con Joan Baez)
3) Railroad boy (duetto con Joan Baez) (traditional)
4) Deportees (duetto con Joan Baez) (traditional/Woody Guthrie)
5) I pity the poor immigrant (duetto  con Joan Baez)
6) Shelter from the storm
7)  Maggie's farm
8) One too many mornings
9) Mozambique
10) Idiot wind
11) Knockin' on heaven's door (duetto con Roger Jim McGuinn)

Ed ecco la scaletta del cosiddetto Hard Rain 2:
1) Mr. tambourine man
2) The times they are a-changin'
3) Blowin' in the wind (duetto con Joan Baez)
4) I dreamed I saw Saint Augustine (duetto con Joan Baez)
5) Diamonds and rust (Joan Baez da sola) (brano di Joan Baez)
6) When I paint my masterpiece
7) Like a rolling stone
8) Isis
9) Just like a woman
10) Knockin' on heaven's door (con Joan Baez e Roger Jim McGuinn)
11) Lay lady lay


408) Ciao amico Dylaniano.
Io mi chiamo Antonio Nardo, sono un GIOVANE quarantenne padre di tre figli e
informatico di professione.
Il mio hobby , passione , fonte di eterna giovinezza (...) è .... ma dai
...che stai pensando ..... sto parlando di musica !
In particolare suonata.
Infatti sono un "casalingo" della chitarra nel senso che non sono un
professionista e , dato il livello ,
faccio fatica a considerarmi pure un dilettante .
Però con un gruppo di amici ho formato una piccolo gruppo (la Red House
Band) e una volta alla
settimana ci troviamo per strimpellare qualcosa in compagnia.
Il repertorio è ..... '50-60-70-80-90-00-01..... della serie .."Dagli
Animals ai Lunapop passando per Nomadi,
Oasis e Ligabue" ....e ovviamente una spruzzata di Dylan.
E questo è il problema.
Infatti io vorrei cimentarmi in un repertorio TOTALE su Dylan e non è facile
imporre questa scelta agli altri.
E allora eccomi a esibirmi da solo ....in casa...davanti allo specchio.
Ma arrivo al dunque.
Potresti essere tu il "veicolo" di una sorta di ricerca se dalle mie parti
c'è la possibilità di mettere assieme
un (altro) gruppetto (Batteria-Basso e se proprio serve , tastiere) con
repertorio totalmente Dylaniano ???
Per esempio , potresti ospitare in qualche modo questa mia richiesta sul
sito oppure darmi delle "dritte" ??
Ovviamente (ripeto) sto parlando di "amici" al mio livello , non terra-terra
ma neppure eccelso.
Giusto per passare qualche serata in compagnia e ...chi più ne ha più ne
metta (di locali-musica-dal-vivo dalle ns. parti ce ne sono un'infinità...).
Preciso che abito a Treviso,
e che il mio indirizzo di e-mail è nardo.antonio@breton.it.
E già che ci sono vorrei precisare che la band potrebbe anche
essere una band solo "chitarristica" in quanto per l'accompagnamento
ci si può far aiutare dai supporti tecnici (MIDI,ecc.).
Fine.
Resto a tua disposizone per qualsiasi supporto al sito o alla tua attività
di promozione Dylaniana (nella mia zona p.es) e  , ringraziandoti in anticipo e .... anche se sembra banale retorica (ti assicuro che è un
sentimento VERO....)
TANTISSIMI COMPLIMENTI PER IL SITO CHE HAI ALLESTITO .
Ciao e a presto.

TONI

ps.
piccolo souvenir allegato (ti lascio intuire quale maglietta indosso...più
difficile sarà indovinare a quale concerto è stata acquistata).

ps2.
ho visto che "il nostro" (il mostro!) ha previsto una data
in Germania il 7.7.01 ...: che tu sappia quest'anno c'è in
programma un tour europeo ?? Bye.
 

Ciao Toni,
benvenuto sulle pagine di Maggie's Farm e grazie per i complimenti. Il tuo annuncio è pubblicato e spero che qualcuno ti contatti... Quanto al tuo supporto a Maggie's Farm... beh mandami tutto quello che vuoi relativo a Bob, ogni collaborazione sarà benvenuta, e lo stesso vale per tutti, come sempre...
Sul tuo ps devo dire che non sono riuscito a capire che maglietta indossi e quindi nemmeno so dirti a quale concerto è stata acquistata... Se mi autorizzi pubblico la tua foto e giro il quiz a tutti i dylaniani in linea... Altrimenti rivelami tu l'arcano...
Sul tuo ps2 invece spero proprio che sia così... Bob terrà una data il 7 luglio 2001 a Schwäbisch Gmünd, città della Germania ad est di Stoccarda... e spero che non sia una data isolata (magari relativa a qualche manifestazione particolare) ma inserita in una tournee europea... Se qualcuno ha letto qualcosa al proposito mi faccia sapere...

Ciao e fatti vivo,
Michele "Napoleon in rags" Murino



 

409) caro Napoleon,
non ho parole per il tuo sito, sono sempre esaltato quando, ogni giorno
da che l'ho scoperto, lo leggo...è vivo, emozionante e più che completo!

Ecco la mia lista delle dieci migliori canzoni di Bob, ora ho poco tempo, non posso scriverti tutto quello che vorrei, continua così!
Inutile dire che desolation row è la 1a in classifica, e non servono
votazioni, perchè è la canzone inarrivabile, un po' come la Divina
Commedia di Dante...

1) Desolation Row
2) like a rolling stone
3) the times they are a changing
4) hard rain's gonna fall
5) it's alright, ma
6) man in the long black coat
7) The Ballad of Frankie Lee and Judas Priest
8) Isis
9) someone's got a hold on my heart
10) Ballad of a Thin Man
 

grazie per l'attenzione

a prestissimo!!!!!!!!!!!!!!!!

Emilio Scoti

Ciao Emilio, benventuto tra noi...
Ancora dieci voti per Desolation row... a questo punto mi sa che comincia a prendere il largo...
Grazie per i complimenti che mi fanno molto piacere soprattutto in relazione al fatto che giudichi il sito "vivo" che è quello che secondo me lo rende interessante (spero).
Aspetto di sentire tutto quello che dici di non avere il tempo di scrivere ora... fatti vivo!
Michele


410) Hai il testo di This old man? Non è di dylan, ma l'ha fatta in un
concerto nel '91...è bellissima
CIAO, Fabio

ps: ancora una cosa, scusa il disturbo.... vieni tu ad Alba? di dove sei?

Ciao Fabio, prima il tuo ps: certo che andrò ad Alba... io sono ad Aosta, quindi non farò neanche tanta strada...

E veniamo al testo che mi chiedi. E' una bellissima canzone (confermo) traditional che Dylan ha tra l'altro inciso in un disco che si chiamava "Disney for children". E' infatti una filastrocca per bambini.
Ecco il testo:

THIS OLD MAN
traditional

This old man, he played one
he played knick knack on my drum
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played two
he played knick knack on my shoe
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played three
the played knick knack on my knee
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played four
he played knick knack on my door
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played five
he played knick knack on my hive
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played six
he played knick knack on my sticks
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played seven
he played knick knack up to heaven
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played eight
he played knick knack on my plate
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man, he played nine
he played knick knack on my spine
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

This old man he plays ten
he plays knick knack now and then
with the knick knack paddy whack
give the dog a bone
this old man came rolling home

Ciao Fabio e alla prossima, Michele
ps: quanto al discorso che proponi circa il restyling del sito vedremo...



 

411) Ciao Michele, ho appena finito di leggere e rileggere la strip di Zimmy dal titolo "Oh the streets of Rome" e devo dirti che è un capolavoro assoluto... mi sono spanciato dalle risa... Secondo me è la migliore di tutte. Complimenti a te e ad Antonio che avete fatto un fumetto esilarante e profondo. A proposito mi spiegheresti come è nata l'idea e anche i retroscena che hai disseminato qua e là e che non sempre ho capito (la prima vignetta: ci sono delle frasi di gente che parla di monete romane antiche... ad es.) o le magliette del fan di Dylan etc...
Ciao, Giovanni

Ciao Giovanni,
allora intanto sono contento che ti sia piaciuta così tanto quella strip che anche secondo me è esilarante... Il merito va sostanzialmente ad Antonio "Cat" il quale un giorno mi spedì l'idea, o meglio il soggetto particolareggiato, di tutto il fumetto ed io subito mi ribaltai sulla sedia dalle risate decidendo subito di scrivere la sceneggiatura ampliando quella di Antonio. In particolare mia è l'idea di trasportare tutto a Roma e fare in modo che il fan fosse ovviamente un romano che parlasse (ovviamentebis) romanesco... il tutto suggeritomi indirettamente dallo stesso Antonio che aveva già in passato scritto una mitica strip di Zimmy in romanesco, quella dal titolo "Il tema prevalente" (se non l'avete letta correte a farlo perchè è esilarante). Ho subito quindi riscritto al nostro Maggie's cat per chiedergli se mi autorizzava a trasformare la strip in romanesco, come una specie di commedia all'italiana e lui mi ha dato il benestare. Ho tradotto quindi i dialoghi che aveva ideato Antonio nella lingua di Giuseppe Gioacchino Belli. Il romanesco infatti, secondo me, è la lingua più "comica" che esista, adattissima quindi in un film come in un fumetto di genere umoristico. I riferimenti della strip "Oh the streets of Rome" infatti li ho pescati a piene mani dalle mitiche commedie all'italiana con citazioni e rimandi ad esempio al grandissimo Vittorio Gassman nell'episodio del mitico film "I mostri" di Dino Risi in cui egli vive in una misera baracca alla periferia di Roma  con la moglie ed i tanti figli ed il figlioletto di pochi mesi sta male (e lui per tutto l'episodio continua a dire: "E lo sapevo che nun ce potevo anna'...  Ma come faccio? Io ce dovevo annà... miseria ladra... Lo sapevo che finiva così... Nun ce posso annà..." e la moglie, comprensiva, con il figlio in braccio: "Ma no, si ce devi annà ce devi annà... Nun è giusto che te sacrifichi... Vacce che ar pupo ce penso io...) e poi nella mitica scena finale scopriamo dove Gassmann doveva ASSOLUTAMENTE andare quando lo vediamo sugli spalti dello stadio che esulta per un gol della Roma e prorompe nel grido "Forza Luuuuuupiiiiiiiiii" da inserire nelle cineteche del cinema comico di tutti i tempi come uno dei massimi esempi del genere oltre che, a mio avviso, una delle massime interpretazioni di un grandissimo attore quale Gassmann.
Altro riferimento è ai film di Carlo Verdone ed anche ad un altro mitico caratterista presente spesso al fianco di Verdone, parlo di Mario Brega il cui nome forse a molti non dirà nulla ma il viso e la parlata sicuramente sì... Si tratta dell'attore presente in tanti film comici italiani ed in particolare in quelli di Verdone e lo ricorderete sicuramente in "Bianco, rosso e Verdone" nella parte del camionista detto "Principe" che deve fare l'iniezione sull'autostrada alla Sora Lella (sorella di Aldo Fabrizi), o ricorderete almeno, sempre di Verdone, il film "Un sacco bello" in cui Brega faceva la parte del padre di Verdone/Figlio dei fiori e che, quando la ragazzina dal chewing-gum perennemente in bocca lo apostrofa: "Fascio!", lui sgrana gli occhi e gridando le ribatte duro: "Fascio a me? Fascio a me? Ma io nun sò communista così... io sò communista cosììììììììììì!!!".
Mitica è anche la parte che recita nell'altrettanto mitico "Borotalco" sempre di Verdone in cui interpreta il padre della ragazza e futura moglie di Verdone, interpretata dalla figlia di Nino Manfredi, e scopre lo stesso Verdone in quella che lui scambia per un'orgia con Eleonora Giorgi ed una ragazza di colore e si toglie la cinghia e comincia a frustare Verdone al grido di "A' nfame, a' nfamone... Fai puro l'orge co' le negre...". Ecco da dove vengono gli "a' nfame, a' nfamone" che Nando Meniconi scaglia contro Bob alla fine della strip.
Quanto al dialogo che si vede sulla destra nella prima vignetta, quando Zimmy arriva a Roma, quello è un mio omaggio a Totò ed al suo celebre film "Guardie e ladri" di Mario Monicelli e Steno, in cui, con la complicità del compare Aldo Giuffrè, Totò cerca di spacciare per un autentico "doppio sesterzo" romano dell'epoca di Augusto una patacca di nessun valore ad uno stupido turista americano. Tutto il dialogo sulla sinistra di Zimmy in quella vignetta l'ho modellato sulla sceneggiatura di quel mitico film scritta a dodici mani da Brancati,Monicelli,Steno,Fabrizi,Flaiano,Maccari su soggetto di Piero Tellini.
La scelta del nome del fan di Dylan, Nando Meniconi, è una mia reminiscenza del celebre film con Alberto Sordi, "Un americano a Roma", in cui il protagonista si chiamava appunto così (o almeno così mi sembra di ricordare).
Passando alle scritte sulle magliette di Nando Meniconi... beh, quella che recita "Meno tasse per Totti" è una mia parodia dello slogan di Forza Italia "Meno tasse per tutti". La maglietta che recita invece "Vi ho purgato ancora" fa riferimento ad una maglietta realmente indossata da Francesco Totti sotto la maglia della Roma e che il fuoriclasse giallorosso mostrò ai tifosi dell'Olimpico dopo una vittoria della Roma in un derby con la Lazio.
La maglietta con la scritta "Batigol sei er mejo", per i non calciofili, è ovviamente un riferimento al grande Gabriel Omar Batistuta, centravanti della Roma, chiamato appunto Batigol, oltre che "Re Leone".
Quando all'Olimpico dalla curva della Roma si leva il coro "Che ce frega der cileno nui c'avemo Tottigol" il riferimento è ad un vero coro dei tifosi romanisti relativo ad un presunto interessamento di qualche tempo fa da parte della società giallorossa nei confronti del calciatore Salas, il cileno (appunto) della Lazio.
La frase di Nando inferocito allo stadio che parla de "li mortanguerieri" e tutti i successivi improperi sono un mio omaggio a Paolo Villaggio ed al suo esilarante libro "Fantozzi subisce ancora" in cui un personaggio che parlava in romanesco diceva appunto le frasi succitate in un crescendo di volgarità alquanto eccessive ma irresistibilmente comiche.
Quando nella scena finale il Meniconi, nella vasca da bagno, dice che è stufo di tutti i guai che gli procura Zimmy/Dylan e dice di essere stanco di trovare la sua chitarra sempre con l'accordatura aperta fa riferimento, nelle intenzioni di Antonio, ad un episodio raccontato nel volume "Jokerman - Vita e arte di Bob Dylan" in cui un chitarrista (forse Michael Bloomfield, ma non ne sono sicurissimo al momento) raccontava che durante le sessions newyorkesi di Blood on the tracks egli non riusciva a capire in che diavolo di tonalità Dylan stesse suonando la chitarra visto che Bob aveva il vizio di usare l'accordatura aperta (o almeno credo che Antonio si riferisse a quell'episodio... fammi un miagolio di conferma, "Cat"!).
Sempre nel finale il Meniconi rimprovera Zimmy dal momento che i vicini di casa si lamentano perchè egli ascolta a volume altissimo le canzoni di "Aznavure" (che sarebbe poi Charles Aznavour, celebre chansonnier francese). In questo caso il riferimento di Antonio è ad un fatto reale visto che Bob ha a volte affermato che il suo cantante preferito è appunto Charles Aznavour.
Bene, spero di aver detto tutto (siete ancora svegli?...)
Ma non è finita, perchè ora tocca ad Antonio (visto che l'idea della strip era sua) dire, appunto, la sua:

Ecco le dichiarazioni di Antonio alla stampa:
"(...) Di Monicelli oltre ai titoli che tu citato io aggiungo "Un borghese
piccolo piccolo" con un Sordi straordinario, "La grande guerra" e poi
l'altro capolavoro della commedia italiana e cioè "L'armata Brancaleone".
In questo film, oltre all'immenso Gassman, c'è uno dei miei attori preferiti
Gian Maria Volonté. Quel duello tra lui e Gassman è umoristicamente qualcosa di
ineguagliato.
Anche "Parenti serpenti" è un bel film. Stavo per dimenticare "Amici miei".
Di Monicelli mi piace quel suo mirare alle debolezze e ai difetti nascosti dell"italiano". Oltre a Monicelli voglio ricordare anche Ettore Scola che ha realizzato, in assoluto, uno tra miei film preferiti e cioè "C'eravamo tanto amati" (nota di Michele: ed è anche uno dei miei preferiti di sempre con interpretazioni da oscar per tutti, Manfredi, Gassmann, Satta Flores, Aldo Fabrizi, Stefania Sandrelli e la grande Giovanna Ralli).
Io non è che sia proprio un intenditore ma mi definerei un discreto consumatore di film.
La strip "Oh the streets of Rome..." l'ho trovata grandiosa ... hai sviluppato in modo eccellente l'idea di fondo e gli hai dato la giusta
scansione degli eventi (era lì, che mi ero impantanato, quindi, è tutta farina del tuo sacco, io ho messo solo l'idea generica). Tra l'altro hai accennato ad uno dei presunti difetti di Dylan. Si dice che sia un pò spilorcio. L'ho letto
in un articolo di Gattone Fegiz che, in una recensione di un concerto di una decina d'anni fa, scrisse di aver notato
alcune pezze sul telo alle spalle della Band. Comunque ... una cosa che mi ha fatto piacere è che non hai mutato alcuni dialoghi di Zimmy. Dylan usa, spesso, l'intercalare "But", "Well" e "Anyway" (In ogni modo) e cosi via...
mentre la fisse per le sue storie romantiche è ormai un leit motiv tutto Zimmyano o almeno credo... Se proprio interessa quale sia lo spunto ispiratore della strip esso riguarda le cronache dei primi tempi di Dylan a New York ( e forse
anche in quell'anno di università ma non ricordo la città. Minneapolis?) dove si racconta che Dylan si accasava in qualsiasi posto e che abbia dormito su molti divani. Da qui a pensare che un fan ospita Zimmy e che esso si stufi perche non è proprio quello che si aspettava è quasi automatico. Comunque io non sarei felice
di ospitare Dylan... non saprei cosa dirgli .. credo che lo annoierei ... non so... Il mio sogno è assistere ad una sua esibizione in un piccolo locale ... quello sì che mi renderebbe felice.
Grazie e complimenti per i disegni, per i dialoghi, per le scritte sulle magliette e per Francesca....
Ciao
Maggie's Cat (Se lo sapesse il mio salumiere non mi farebbe più credito)

Ed ora un flash di Mino che ci comunica che ha scelto il suo animale portafortuna (vedi sezione "Nella vecchia fattoria...")


412) Maggie's mosquito  ( zanzara )

Mino

...ed un altro flash di Lorenzo


413) Visto che si fa la lista degli animali...io sono OWL il gufo...
Ciao
Lorenzo

Ok Mino e  Lorenzo, siete già stati inseriti nella "Fattoria di Maggie"... Amici in ascolto, vi siete già "iscritti"?... Vi siete già scelti l'animaletto portafortuna?... No, non sto delirando... Se non sapete di cosa parlo andate a leggervi la paginetta "Nella vecchia fattoria..." nella sezione "Cosa c'è di nuovo" dell'indice di MF... Napoleon "Chick" in rags

E a tal proposito


414) Ciao Michele,
sono Gianfranco di San Severo, e per il momento mi limito ad indicare il
mio animal-nick, sperando che non se lo sia appioppato qualcun'altro.
Il mio nick è DOG (cane), perchè adoro i cani, ne ho uno stupendo, e, se
me lo permetti, ti mando una sua foto invece della mia: è molto più
bello e fotogenico!
Ciao.

Ciao Gianfranco, anche tu sei già inserito e con te il tuo simpatico cagnolino... N.


415) Ciao Michele,
Allora, ho visto le nuove strip, grandiose come sempre, ormai mi ripeto, non
so più che aggettivi usare... andrò a consultare il dizionario dei sinonimi!
Quella in romaneso è esilarante! Secondo me è anche una splendida metafora:
Dylan un bel giorno arriva, si infila nella tua vita e cambia tutto, si
prende tutto di te...il tuo tempo, il tuo cervello, il tuo cuore... ma
quello che poi ricevi in cambio è incalcolabile...
Naturalmente è bellissima anche la strip valdostana (a proposito, ne ho in
mente un'altra, sempre con Napoleon come protagonista... ah ah ah).
Ne ho parlato anche ad Antonio, non so come fai, ma riesci sempre a
disegnare la strip esattamente come ce l'ho io in mente! I casi sono due: o
sono davvero molto brava a descriverti la scena o tu sei un disegnatore
eccezionalmente perspicace o forse dotato di potentissime antenne
paraboliche...
Per ora ti saluto, a presto, Anna "Duck"

PS:quando mi hai fatto l'elenco dei VIP con cui ti sei fatto fotografare,
hai dimenticato di parlarmi del più VIP di tutti, il famosissimo "siamese
cat"... (Anna si riferisce ad una mia foto pubblicata nella pagina "Nella vecchia fattoria...")
PS2: ho comprato quel cd di Etta James, ho ascoltato Gotta Serve Somebody,
veramente notevole... ma nulla a che vedere con la versione da infarto che
abbiamo ascoltato a Collegno...

Ciao Anna, grazie per le belle parole... il mio gatto (lo comunico a tutti perchè mi sembra un'informazione di importanza vitale) si chiama Silvestro ed in questo momento mi sta guardando torvo aspettando che gli riempia la ciotola (è una specie di ciccione tipo il Garfield dei fumetti, hai presente?). A proposito di Anna, amici in ascolto, avete visto le bellissime foto che ELLA mi ha inviato per la pagina sopra citata  "Nella vecchia fattoria..."?... No! Andate a vederle e prendete il buon esempio...



 

416) Ho deciso di fare il grande passo e comperare i due albi di Zimmy. Devo inviarti quanto chiesto in una lettera prioritaria ?

in-oltre:

in momenti di insana follia, potrei arrivare a scrivere i testi per qualche vignetta, così, tanto per provare a sprofondare. Nel caso te li manderò.

In-oltre:

Ma John Brown in quale album sta ?

in-oltre:

Ho trovato numerose interviste ( diciamo tre ) fatte a Bob che non ci sono nella Farm, ma sono tutte rigorosamente in inglese. Possono servire alla causa, premettendo che io di inglese ne so quanto un fermacarte, e che in quelle interviste ci può essere scritta anche la ricetta per la fonduta ?

in-oltre:

ti spedirò una mail in cui ti dico la mia su alcuni album del Principe e sulla influenza musicale di Bob.

Sparisco e ti saluto.

Mino " Maggie's mosquito "
 

Ri-ciao Mino, allora nell'ordine
1) per gli albi basta anche una comune lettera
2) ottimo! Mandami tutte le idee che ti vengono in mente ed unisciti al nostro piccolo manicomio di sedicenti scrittori di fumetti che finora conta i seguenti membri: Io/me, Anna "Duck", Antonio "Cat", Leonardo, Arcangelo e... boh, ho dimenticato qualcuno?
3) John Brown non è presente in alcun album della discografia ufficiale di Bob (parlo della versione originale ovviamente) visto che è apparso sull'album "Broadside Reunion".
Però sul disco ufficiale "MTV unplugged" c'è una stupenda versione live di Bob del 95 (o 94...?).
4) Per le interviste se non trovi qualcuno che le traduca prova a mandarmele e magari ci provo io...
5) Mandami tutto quello che vuoi su De Gregori che troverà sempre spazio su queste pagine
 

E per concludere... nella scorsa pagina della posta mi ero dimenticato di inserire la copertina del cd del dylan tree di Anna, dal titolo "Trying to get to Heaven"... Come? Non vi siete ancora prenotati?... Cosa aspettate a scriverle per ricevere tale mirabilia?...


 
 
 
MAGGIE'S FARM

sito italiano di Bob Dylan

HOME PAGE
Clicca qui

 

--------------------
è  una produzione
TIGHT CONNECTION
--------------------