parte 367
Lunedì 11 Giugno 2007


E' uscito!!!



BOB DYLAN - TARANTULA
IN LIBRERIA

HUCK'S TUNE
E' uscita la colonna sonora del film "Lucky You"
con la nuova canzone di Bob Dylan, "Huck's Tune"


MEMORY ALMOST FULL
Il nuovo album di Paul McCartney


Maggie's Farm Festival in Umbria - Clicca qui
La Boccia CountryItaly Vacation


4713) ciao michele
la lettura della biografia di sounes mi sta facendo bene, dato che sto maggiormente apprezzando il
periodo 61-64 della carriera del nostro...
grazie anche ad un attento ascolto dei bootleg series 1-6

volevo chiederti se potevi girare una domanda a carrera, dato che mi sono flashato sul fatto che il primo
album di dylan è costato 402 dollari, vorrei sapere a quanto corrispondono oggi quei 400 dollari?
per farmi un' idea, mio padre mi ha detto che in italia nel 62 un chilo di carne costava intorno alle 700
lire...

ti ringrazio e ti anticipo che sto preparando un breve saggio sui bootleg 1-3
appena lo scriverò ti spedirò una copia...
come sempre grazie

dario soren twist of f.

Ciao Dario,
OK. Girerò la domanda se Alessandro già non la sta leggendo su questa pagina...
Come mai ci è voluto Sounes per farti apprezzare quel periodo?
Mandami il saggio (e non fare come l'altra volta che hai promesso e non mantenuto quello sul Dylan
"minore"!!! :o) )
Alla prossima,
Michele "Napoleon in rags"


4714) ciao. come va? bella la parentesi dylan/beatles che hai messo su maggie's-
sul mio blog ho pubblicato una mia traduzione/reinterpetazione di un pezzo di dylan che noi hamelin
suoneremo al prossimo Maggie's Farm Umbria Festival di perugia
famme sapè
a presto!
ivan

Ciao Ivan,
molto bello... lo riporto qui sotto a beneficio dei magfarmiani...
Ricordo che già tempo fa avevamo pubblicato un bel testo di Ivan, reinterpretazione di I don't believe
you (She acts like we never have met). Riporto anche quello.

DON'T THINK TWICE IT'S ALL RIGHT
di "Hurricane" Ivan

fai male a star seduta e a chiederti perchè
il tempo passa e non lo sai ancora
fai male a star seduta e a chiederti perchè
lo scoprirai maledettamente tardi
quando il canto del gallo sveglierà la tua coscienza
tu affacciati alla porta e troverai la tua risposta
neanche un’anima a cercarti, se ne sono tutti andati
ma non credere che sia giusto così

e fai male a fare luce a un’altra strada
quando passi per un vicolo cieco
e fai male a fare luce a un’altra strada
se io sto qui dalla parte delle ombre
vorrei che mi inseguissi come hai fatto fino a ieri
la salvezza è dietro l’angolo, costringimi a restare
abbiamo un conto in sospeso, ma non ne vuoi parlare
e non credere che sia giusto così

e fai male a piangere il mio nome
risparmia questa scena al capezzale
e fai male a piangere il mio nome
se poi tu non mi chiedi di restare
sto pensando di andarmene sulla strada del vizio
l’amore come vedi è uno sfizio per bambini
dopo tutto il mio cuore, cosa vuoi, tutta l’anima!?
ma non credere che sia giusto così

dove portano le strade prese per sbaglio?
che volete che ne sappia io.
arrivederci è una parola troppo bella
così mi accontento di un addio.
se mai mi hai fatto male io non voglio giudicarti
lascio tutto ai tuoi rimorsi, io ho di meglio da altre parti
ho solo sprecato le mie parole più convincenti
e non credere che sia giusto così.

COME SE NON TI AVESSI MAI INCONTRATA
di "Hurricane" Ivan

Che problema capirti
Vorrei tanto intortarti
Ma mi pianti qui a fissare la porta
Mi dici che farci?!?
A mai più rivederci
Io per te sono morta e sepolta!
Se l'altra notte, tu, l'hai viziata a baci
Per quei baci, io, l'ho ricordata
Ma già alla luce del giorno
Tu mi levi di torno
Come se non ti avessi mai incontrata

Si frantuma ai miei occhi
Un paese a balocchi
Esattamente se ci sbatto la zucca
Ho trenta cuori a sanguinare
A ogni femmina fatale
E un pubblico che paga per il trucco
Ora sto sognando o  posso ancora vorticare?
Ci sai fare, questa notte l'hai stregata
Ma vorrei mi guarisse
Certo avrebbe più classe
Altro che non averla mai incontrata

Sse hai altro da dirmi
vieni a informarmi
invece di darmi la schiena
ho scontato la pena
per averti vicina
quando poi manovri meglio da lontano
la tua bocca è un passo falso all'ammiraglio
la mia testa ci si era inabissata
ma poi arrivati alla gola
già sei un'altra persona
come se non ti avessi mai incontrata

Oggi taglio la corda
Un'altra vita è alla porta
Io me ne  scappo a gambe levate
Se vuoi copio i tuoi passi
Seguo la prassi
Non darò più retta mai agli sconosciuti
E a chi mi chiede come, come fai a dimenticarmi
Io dirò fa come lei ci ha già insegnato
Trova il primo che passa
E quando ti sazia
Fa come non l'avessi mai incontrato

Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4715) Ciao Michele,
e' uscito on-line il poster del film "I'm not there".

http://www.cinematical.com/2007/06/04/first-poster-for-bob-dylan-biopic-im-not-there-arrives-online/

mai una cosa originale..... mah!

Stefano C.

Ciao Stefano,
in effetti la locandina non è particolarmente originale anche se è chiaro che quell'immagine del Dylan
anni '60 con i cartelli di SHB è talmente forte che la tentazione di usarla era appunto... forte.

Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4716) ciao Michele,
come anticipato ti mando la promozione per il concerto di Belluno.
Per evitare malintesi, come l'anno scorso,  c'è una piccola lista di canzoni.
Le canzoni d'amore riguardano gli altri autori ma non espressamente Dylan. Il repertorio dylaniano e la conoscenza di Bob dei gruppi locali non è ancora così vasto, ma si spera sempre che con il tempo si allarghi (già vedere man in the long black coat è qualcosa).
Siamo in ritardo ma tra il tour vecchio e quello nuovo (in programma una deviazione verso la california) si finsice così.

ciao michele

Ciao Michele
ho messo tutto qui.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4717) "Sai, c'erano solo quattro persone nei Beatles, ed io ero uno di loro. Il che significa che solo altre tre
persone nell'universo hanno avuto questa esperienza, ed è straordinario. Persino Bob Dylan non può
dire lo stesso, nè Robert De Niro. Non importa quanto siano grandi... non erano nei Beatles." (Paul
McCartney a "Big Issue", maggio 2007)

Vorrei commentare l'osservazione in cui il "macca" ha tirato in ballo Bob.
Si potrebbe rispondere che e' vero, ma e' altrettanto vero che il "macca" da solo senza i Beatles non
avrebbe avuto la stessa esperienza e successo che ha avuto Dylan.

Secondo me Dylan essendo da solo valeva i 4 beatles messi assieme... e poi di  quale esperienza parla?
Del successo, della fama, della notorietà, della capacità di scrivere o di tutte queste cose messe
insieme? O del fenomeno Beatles?

Ad ogni modo Dylan era solo e il "macca" no.

Un'altra differenza e' che se Dylan avesse voluto a quel tempo avrebbe potuto fare marketing,
pubblicita' e creare un fenomeno al pari dei Beatles cosa che non ha mai fatto, altro che esperienza.

Un'altra cosa appunto è che quando leggo queste cose e tirano in ballo bob ho sempre il sospetto che ci
sia una punta di invidia.

Caro macca il successo che ha Dylan, lo stile di Dylan, non ha paragoni!

Stefano C.

Ciao Stefano,
naturalmente concordo con te sulla grandezza assoluta di Dylan che va al di là di chiunque. Non credo
però che Paul abbia pronunciato quella frase in chiave "negativa" nei confronti di Bob. Anzi credo il
contrario. Credo che la frase sia da intendere in chiave positiva per Dylan. Cioè mi sembra che Paul
voglia dire: "Io non cambierei con niente al mondo il fatto di essere stato nei Beatles, un'esperienza
unica che solo altre tre persone nell'universo hanno condiviso con me. Non lo cambierei nemmeno con la grandezza di Dylan...". Con quella frase cioè mi sembra che Paul dica: "Riconosco che Dylan è il più grande ma nonostante questo sono felice di essere stato uno dei Beatles."
Dovendo infatti scegliere un esempio per chiarire il suo pensiero nota che Paul dice "...Even Bob
Dylan", ovvero "Persino Bob Dylan"... come se - dovendo scegliere l'esempio più alto per far capire
che non cambierebbe l'esperienza Beatles con niente al mondo, nemmeno con la cosa più grande che
possa esistere - sceglie quello che per lui è il modello di grandezza assoluta nel suo stesso campo (la
musica rock) ovvero Dylan.
Facendo un paragone calcistico sarebbe come se in un'intervista Van Basten dicesse: "Non cambierei
con nulla al mondo l'esperienza del Milan stellare di Arrigo Sacchi, con cui ho vinto tutto. Persino
Maradona non può dire lo stesso...", citando Maradona - cioè il più grande calciatore di sempre - come
Paul cita Dylan.
E - per quanto io ami Dylan - mettendomi nei panni di Paul, devo dire che non è assolutamente da
biasimare... Come potrebbe mai preferire qualcos'altro alla magia di essere stato un diciassettenne che
ha vissuto una cosa unica, esaltante ed irripetibile come il fenomeno Beatles? Cosa ne pensano gli altri
amici in ascolto?
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4718) Ciao Michele,
sono Dino da Parma, come va? non finirò mai di farti i complimenti per il sito e per il fatto che è sempre
sempre aggiornatissimo! Complimenti ancora!

Chiedevo a te e a tutti i fan di Bob se potete aiutarmi nel trovare una copia del cd dell'ultimo concerto di
Torino.

Naturalmente sarei ben lieto di trasmettere a chi vuole la lista dei cd che ho! Grazie come sempre. ciao
Dino

(dino.dallaglio@yahoo.it)

Ciao Dino,
OK. Grazie per i complimenti. Comunque scrivi a Carlo "Pig": ilmio.divista@email.it
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4719) Ciao Michele,

ti invio questo racconto che ne dici?

Stavo ascoltando una song di Bob, ovvero un out-take da "Rough cuts" dalle sessions di Infidels, e piu'
precisamente "Clean cut Kid".
Era un po' che non ascoltavo quel periodo (comprai Infidels appena uscì) e sono rimasto a distanza di
tempo sbalordito e dal testo e dalla resa vocale di Bob.
E' incredibile come Dylan riesca a scrivere un testo agli inizi degli anni '80 e a distanza di tempo
scoprire che questo e' sempre attuale.
E' incredibile come accusa per certi aspetti il sistema americano, ma potrebbe essere italiano o di
qualsiasi paese, e rendere una song cosi aderente alla realta.
Quando ascolti song di Bob di questo tipo e' come se la mente si aprisse, e come se Bob ti dicesse:
guarda "il mondo non e' come lo vedi", o meglio ti costringe a guardarlo sotto altre angolazioni e più in
profondità.
Ma la cosa ancora più strana e' che ho ascoltato questa song per caso proprio il giorno in cui il
presidente Americano e' a Roma, senza aver fatto una connessione mentale tra le due cose, o forse
sara' il fatto che sto per diventare papa'.
Sarebbe bello se Bob si ripresentasse ancora oggi sul sociale con tematiche forti, con un altro Infidels e
stare lì e dire cavolo non ci avevo mai pensato ma e' maledettamente vero!...
Stefano C.

Ciao Stefano,
in bocca al lupo per la prossima paternità e quello che dici è per me verissimo. Ci sono moltissimi brani soprattutto del Dylan degli anni '60 che sono di un'attualità incredibile (ma anche degli anni successivi, come il tuo racconto evidenzia). Da It's all right ma a Masters of war, da Blowin' in the wind a The times they are a-changin, a molte altre tra Freewheelin' e Highway 61 Revisited... Volente o nolente direi che Bob deve rassegnarsi ad accettare almeno una delle tante etichette che gli hanno appiccicato, quella di profeta, visto tutte le cose che ha vaticinato con le sue canzoni in quegli anni...
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4720) Ciao Michele, ti giro questo brand new clip di ''Three angels'' che ho scovato qualche giorno fa su
youtube! Da quel poco che è dato sapere, l'autore dello stesso pare sia un italiano e, a giudicare dalle
immagini, direi che il risultato è davvero stupefacente. Ciò che colpisce, in particolare, è come queste
ultime si accordino alla perfezione con il testo di Bob! Chi ancora non l'avesse visto, corra subito a farlo
perché merita davvero...

Ecco qua il clip: http://youtube.com/watch?v=7PBOlLJU_hk

Ti allego insieme al video anche una foto ''nuova'' di Bob con Suze Rotolo, proveniente presumibilmente
dalle sessions di Freewheelin'. Su MF mi pare di non averla ancora vista...

Ciao, e alla prossima!
Stefano ''Red Lynx''

PS: per Gabriele ''Mr. Cat''. Gabriele ti ho mandato una mail un po' di tempo fa...l'hai ricevuta???
Fammi sapere!

Ciao Stefano,
in effetti il video è splendido ma credo che la persona in questione abbia dipinto lui le immagini appositamente. Sono troppo perfette e aderenti al testo per essere un caso.
Grazie per la foto. Gabriele fatti vivo!
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


A proposito del testo che ho riportato la volta scorsa...

4721) Ho ascoltato il brano "Fine di un viaggio" de Le Orme" (LP: Florian, del 1979). Che sia dedicata a Dylan è fuor di dubbio. Musicalmente non la ritengo memorabile e il testo sembra abbastanza chiaro. Un saluto a tutti gli amici della Fattoria. Ciao. Massimo

OK! Chi ne sa di più? Qualcuno ha l'indirizzo di qualcuno de Le Orme? Potremmo contattarli e farci raccontare i retroscena del brano...
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4722) My Bob!
Io questo non l'avevo mai visto prima.
http://www.youtube.com/watch?v=WvNyxFDvoss
Mi inchino.
Ciao a tutti
Se è stata solo una mia svista non pubblicare la mia email e chiedo perdono per averti fatto perdere del tempo, ma chiedo perdono soprattutto a me stesso.
Stefano

Ciao Stefano,
m'inchino anch'io...! :o)
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


Ed ecco in conclusione le consuete classifiche:

LE MIGLIORI COVER INTERPRETATE DA BOB DYLAN
Vota la tua cover preferita tra quelle interpretate da Bob Dylan e contribuisci alla nostra classifica (valgono anche più segnalazioni)

Voti finora pervenuti:

Deportees (di Woody Guthrie) - Bob Dylan & Joan Baez, Fort Collins, Colorado, 23 Maggio 1976 - due punti
Hallelujah (di Leonard Cohen) - Bob Dylan, Montreal (Canada), 8 Luglio 1988 - un punto


I MIGLIORI CONCERTI DI BOB DAL 2001
Vota il tuo concerto preferito degli ultimi anni e contribuisci alla nostra classifica (valgono anche più segnalazioni)

Voti finora pervenuti:

Londra, Inghilterra - Hammersmith Apollo - 24 Novembre 2003 - 2 voti
Zurigo, Svizzera - Hallenstadion - 3 Novembre 2003 - 2 voti
Tulsa, Oklahoma, U.S.A. - Drillers Stadium - 6 Luglio 2005 - 1 voto
Verona, New York, U.S.A. - Events Center, Turning Stone Casino and Resort - 20 aprile 2005 - 1 voto
Denver, Colorado, U.S.A. - Fillmore Auditorium - 29 marzo 2005 - 1 voto
Milano, Italia - Forum di Assago - 12 Novembre 2005 - 1 voto
Sun City West, Arizona, U.S.A. - Maricopa County Events Center - 8 Aprile 2006 - 1 voto
West Lafayette, Indiana , U.S.A. - Elliot Hall Of Music, Purdue University - 3 Novembre 2004 - 1 voto
Bonn, Germania, Museumplatz - 29 giugno 2004 - 1 voto
Grand Prairie, Texas - Nokia Theatre - 15 Aprile 2006 - 1 voto


LE COVER IMPERDIBILI (Le migliori cover di brani scritti da Bob)
Vota la cover (o più cover) di brani di Bob pubblicate dopo il 2001

Voti finora pervenuti:

One More Cup of Coffee (Valley Below) - Sertab Erener, da "Masked and anonymous" - 5 voti
Come una pietra scalciata (Like a rolling stone) - Articolo 31 e Bob Dylan, da "Masked and anonymous" - 3 voti
Come il giorno (I shall be released) - Francesco De Gregori, da "Mix" - 2 voti
Most of the time - Sophie Zelmani - da "Masked and anonymous" - 2 voti
Shelter from the storm - Cassandra Wilson - da "Belly of the sun" - 2002 - 2 voti
I'll be your baby tonight - Norah Jones - 2003 - 1 voto
Most of the time - Ani di Franco - 1 voto
It's all right ma (I'm only bleeding) - Hamell On Trial - 1 voto
On a night like this - Los Lobos - da "Masked and anonymous" - 1 voto
My Back Pages - Magokoro Brothers - da "Masked and anonymous" - 1 voto
Farewell Angelina - Joan Baez - da "Bowery Songs" - 2005 - 1 voto
You're Gonna Make Me Lonesome When You Go - Madeleine Peiroux - da "Careless love" - 2004 - 1 voto
Knockin' on heaven's door - Avril Lavigne - 1 voto
Masters of war - Pearl Jam live at the Benaroya Hall, 22 ott 2003 (concerto acustico) - 1 voto
Knockin' on heaven's door - Warren Zevon - 1 voto

scrivi a spettral@tin.it e segnala i tuoi concerti/covers preferiti/e

Nota bene: il limite temporale del 2001 è stato fissato per ottenere due liste che siano idealmente il seguito di quelle pubblicate sul volume "Bob Dylan 1962/2002 40 anni di canzoni" di Paolo Vites e Alessandro Cavazzuti (Editori Riuniti), che si fermano appunto al 2001, anno di pubblicazione del libro.


I RIFERIMENTI A BOB DYLAN NEI ROMANZI (O IN ALTRE OPERE LETTERARIE)
Vuoi contribuire ad allungare la lista sottostante? Segnala a spettral@tin.it i romanzi, i racconti o le altre opere letterarie in cui viene citato direttamente o indirettamente Bob Dylan

- "Nel momento" di Andrea De Carlo
- "Alta fedeltà" di Nick Hornby
- "La spia e la rockstar" di Liaty Pisani, Fazi, 2006
- "L'era del porco" di Gianluca Morozzi, Parma, Guanda, 2005
- "Scirocco" di Girolamo De Michele, Torino, Einaudi, 2005
- "Giorni di un uomo sottile" di Ernesto Aloia nella sua raccolta "Chi si ricorda di Peter Szoke?", minimum fax 2003
- "La ragazza dai capelli di cobalto" di Gianluca Morozzi, nell'antologia di vari autori "Strettamente Personale", ed. Pendragon, 2005.
- "L'Emilia o la dura legge della musica" di Gianluca Morozzi - Guanda
- "Tokyo blues" di Murakami Haruki - Norvegian Wood (trad. ital. Milano, Feltrinelli)
- "Dance dance dance" di Murakami Haruki (trad. ital. Torino, Einaudi)
- "La Torre Nera" di Stephen King
- "I giorni felici di California Avenue" di Adam Langer
- "Per sempre giovane" di Gianni Biondillo, edizioni Guanda - 2006
- "Americana" di Don de Lillo
- "Denti bianchi" di Zadie Smith
- "La Danza del Pitone", di Norman Silver
- "Troppi paradisi" di Walter Siti, Einaudi
- "La fortezza della solitudine" di Jonathan  Lethem (Tropea)
- "Siamo tutti nella stessa  barca" di Owen King (Frassinelli)
- "Come dio comanda" di N. Ammaniti (Mondadori)
- "Accecati dalla luce" di Gianluca Morozzi (Fernandel)
- "Chi è quel signore vestito di bianco vicino a Bob Dylan?" di Gianluca Morozzi ("Vertigine", numero unico - 2006)
- "Il cielo sopra Parigi" di Teo Lorini (Fernandel n. 58)
- "Venerati maestri" di E. Berselli (Mondadori)
- "Zona disagio" di Jonhatan Franzen (Einaudi)
- "Una vita da lettore" di Nick Hornby
- "Ragionevoli Dubbi" di Gianrico Carofiglio - Sellerio editore
- "31 Canzoni" di Nick Hornby
- "Questa scuola non è un'azienda. I racconti del prof. Bingo" di Vittorio Vandelli
- "I ponti di Madison County'' di R. J. Waller
- "La cultura del controllo" di David Garland
- "Il paese mancato" di Guido Crainz
- "Paura e disgusto a Las Vegas" di Hunter S. Thompson
- "L'ultima tazza di caffé" di Teo Lorini (da "Posa 'sto libro e baciami" - ed. Zandegù, Torino 2007)
- "Small world" di David Lodge
- "In cerca di te" di John Irving
- "Hellbook" di Michele Murino (ovvero "X-Files Bob")