parte 353
Lunedì 5 Marzo 2007


Promemoria per il 'pessimo' mollica :o)

E' uscito!!!

4560)  Ho letto su Jam di questo disco ghost di Dylan del 92 con David Bromberg, ci sono quattro brani editi su disco o bootleg, credo di aver capito, dove li trovo?
Ad occhio cmq questo disco sembrerebbe simile all'ultimo di Springsteen, o sbaglio?
Il fatto che poi Dylan l'abbia cestinato entra nelle chimere del Nostro o cosa?
Sezione fiati e coro gospel? deve essere notevole, immagino simile a cose come Brownsville Girl?
Michele illuminami su tale percorso ottenebrato da questo Dylan iper critico con se stesso?
Ci sono poi tracce sui lavori del 92- 93 fatti di traditional, io penso anche simile alle cose migliori di
Down in the groove?

A parte queste sessions sotterranee ci sono altre collaborazioni di Dylan con Bromberg? Quali?

Altra questione, l'altro giorno discutevo con amici su Joan Baez, la mia opinione era che è una grande
interprete del passato e che cmq non ha scritto canzoni epocali, cioè non grandi come il nome che porta,
mi sono sforzato per trovare un suo pezzo che non sia una cover... mi sbaglio forse?

dario

PS
Ma è vero che in quel di Aosta organizzi spesso feste tribali maori?

Ps 2
Ringraziamo tutti la pessima persona Dylan che ci ha fatto sognare, un po' meno l'ottimo Mollacchia
come l'aveva giustamente chiamato Claudio Bisio!

Un ringraziamento speciale ad Alexan 'Wolf' per le belle parole sui miei racconti... il mio indirizzo e-
mail è 0984@libero.it , mi farebbe molto piacere avere uno scambio di idee per quanto riguarda
libri e cinema e musica...

Ciao Dario,
gli inediti che citi sono quelli di un disco mai uscito realizzato con Bromberg... Io ho sentito solo quattro brani che sono poi quelli che sono circolati... Ti evidenzio in blu linkandole alla pagina delle traduzioni le quattro canzoni che circolano e che ho sentito e ne approfitto per dare un po' di dati sulle sessions per te e per chi non li conosce:
Le Sessions di Bob Dylan con Dave Bromberg e la sua band si sono tenute agli ACME STUDIOS di CHICAGO nel Giugno 1992.
Ecco i musicisti.
Sezione fiati:
Peter Ecklund (tromba)
Curtis Linberg (trombone)
John Firmin (sax tenore e clarinetto).
Sezione ritmica:
Butch Amiot (basso)
Chris Cameron (tastiere)
Richard Crooks (batteria) (Richard Crooks aveva suonato anche in "Blood On the Tracks").
Altri musicisti:
Jeff Wisor (violino e mandolino)
Dick Fegy (mandolino)
Glenn Lowe (chitarra).
e naturalmente Dave Bromberg
In una delle sessions era presente anche un coro.
C'era anche una fisarmonica nella canzone "North East Texas Woman"
Durante le sessions Bob e soci suonarono alcuni blues di Muddy Waters così come alcune canzoni di Jimmie Rodgers oltre a canzoni di Bromberg. Anche Hey Joe fu eseguita come "riscaldamento" ma non si sa se sia stata registrata.
La caratteristica delle sessions, come sottolineato da Paolo Vites nel suo articolo per Maggie's Farm, era che tutti i musicisti che di volta in volta eseguivano i brani suonavano contemporaneamente, questo perchè Dylan voleva dare all'album un sound live.
Ecco la lista delle canzoni registrate:
I'll Rise Again (traditional)
Nobody's Fault But Mine (Blind Willie Johnson)
Lady Came From Baltimore (traditional)
Casey Jones (traditional)
Duncan And Brady (traditional)
World Of Fools (David Bromberg)
North East Texas Woman
Miss The Mississippi & You
Catskill Serenade
Sloppy Drunk
Polly Vaughn
No, non direi che si possa paragonare all'ultimo del Boss.
Dylan l'ha annullato perchè non convinto di come era venuto.
Le quattro tracce esistenti sono strepitose imho.
Polly Vaughn secondo me è un capolavoro così come Catskill Serenade. Le altre due sono forse meno belle ma ugualmente molto, mooolto valide.
Non mi risulta ci siano altre collaborazioni.
Come trovare le quattro tracce circolanti? Non ricordo se in qualche tree del Porcile ci sono. Chiedi a Carlo "Pig": ilmio.divista@infinito.it
Per quanto riguarda Joan è essenzialmente una grandissima interprete ma canzoni splendide da lei
scritte ce ne sono eccome... basti citare Diamonds and rust (in cui parla della sua relazione con Dylan), Here's To You (solo le liriche, musica di Morricone), Oh Brother, To Bobby (certo praticamente tutte ispirate da Bob :o) ) ed altre.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4561) Ciao Michele,
Chi l'ha detto che bellezza e intelligenza non vanno mai insieme? :-)
A pagina 9 di Epolis-Roma di oggi Carla Bruni, ottima cantautrice, oltreché splendida modella, mette
Bob Dylan tra le sue preferenze in fatto di musica...

Avevo già ascoltato i CD di Carla Bruni senza conoscere questa sua predilezione e li avevo trovati
molto belli.
Proprio come Bob lei ha una voce, magari imperfetta, ma molto personale e piena di emozione.

Insomma proprio una bella scoperta... :-)

Ciao
Bruno Jackass

Ciao Bruno,
ho messo tutto qualche giorno fa qui . Condivido tutto quello che dici su Carla che ormai è di famiglia... Per chi non lo conosce ecco il suo bellissimo ultimo album.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4562) Ciao Michele.
Sono Maurizio da Rimini.
Sai, sono alla ricerca di una bella canzone e di un bel testo, e di Dylan ne conosco veramente tante .....
Ma allora perchè cerco il tuo aiuto?
Vorrei spulciare nei testi di Dylan per vedere se per caso esiste un testo inerente alla maternità, all'inizio
di una nuova vita (anche spiritualmente) al concetto di riprodursi, all'amore che l'uomo dona o gli viene
donato quando nasce una nuova vita.
Ti chiedo questo perchè sto preparando una multivisione fatta di immagini (le mie) e musica e si tratta di
un lavoro legato alla natura , alla bellezza del corpo, alla bellezza dell'uomo (anche interiore), e alla
maternità appunto. Non mi ricordo se te l'ho già detto, ma io faccio il fotografo pubblicitario e pur
lavorando per la committenza cerco sempre di creare qualcosa di artistico quando si può. Questo è uno
di questi progetti dove la protagonista è Nena Ristic (nota per il solito calendario su Fox) ma quando era
incinta e nelle spiagge della mia riviera - il committente !!. Ne è scaturito un bel lavoro e vorrei
presentare una multivisione da urlo con la musica giusta. Mi serve anche oltre il testo anche una
canzone che possa creare atmosfera e degli alti e bassi. Qui Dylan forse non ha mai fatto brani dove
fosse molto curato il crescere di una canzone, o l'aprirsi verso la fine ..... nel senso che a me emoziona
veramente tanto solo sentire la sua voce, ma forse per "tutti" non è a volte così d'atmosfera. A parte
brani come knockin on heaven's door o pochi altri, ma che non vedo molto adatti.
Beh se mi puoi aiutare te ne sarei veramente grato o se anche hai solo qualche suggerimento.

Ciaooooo e ..... ci si vede a Milano .... vero?

Maurizio

mauriziopolverelli@mac.com

Ciao Maurizio,
non mi viene in mente niente a dire il vero... Se qualcuno ha qualche idea ci può far sapere? Grazie.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4563) Ciao Michele,

questa volta non riguarda il grande bob, ma sto cercando in 5 dvd andato in tv, mi hanno detto che e'
molto ben fatto, "VOCI NOTTURNE" di Pupi Avati, trasmesso in tv nel 1995.

Tu che sei nel campo giornalistico-fumetti etc. sai se e come si puo' rimediare o se conosci qualcuno
che lo possiede.

Alla prossima

grazie
Stefano C.

Ciao Stefano,
non saprei come aiutarti quindi giro la domanda ai magfarmiani in ascolto...
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4564) ciao michele,
galvanizzato dal commento di Alexan 'Wolf' ai miei fanta racconti e dall'ascolto di Dylanesque di Ferry
ho scritto il primo vero racconto in stile cut up mediterraneo,intitolato "Dystillato di lacrime e guarnizione
per dolci" stavolta Dylan è qualcosa più di uno spunto o ispirazione, (come puoi notare gia dal tytolo) ma
un vero legame fra le varie parti e personaggi, quindi spero possa creare un po' di fermento e di
dibattito, quindi magfarmiani fatevi sotto, ormai dentro la farm sto crescendo e di questo ringrazio tutti,
Francesco Tiger su tutti... (michele, noi siamo d'accordo per il dieci per cento!)

dario

ps
Dylanesque è un grandissimo disco, mi sono piaciuti quasi tutti i pezzi tranne time they are a changin'(se
la poteva risparmiare) e simple twist of fate, sulla quale nutro perplessità molto personali, ma potrebbe
anche piacermi con ascolti ripetuti...il problema è che amo troppo la versione che è su blood o forse mi
aspettavo qualcosa di più acustico in stile positively(versione ferry), che ho adorato già al primo
ascolto... belle e molto all along, knockin' e make you feel... l'ho ascoltato solo tre volte, perciò non mi
sbilancio, però siamo vicini al capolavoro, secondo me...

ti invio il racconto in allegato...

Ciao Dario,
nei prossimi giorni metterò il tuo racconto. Ricordo a chi non l'ha letta la tua recensione di Ferry.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4565) Ciao Michele,
-ho saputo solo adesso, di ciò che ha detto il critico Mollica (o per meglio dire Mollacchia!).
il mio commento alla cazzata sparata da Mollica è: ma cosa può sapere Mollica del Santo Bob? Al massimo può saperne di GRASSO!
Faceva bene il grande Woody Allen a paragonare i critici ai borseggiatori metropolitani!!!
(un altro esempio di cretinaggine, ci viene dato da Bertoncelli, specialmente dopo aver fatto la critica a 'Modern Times'. Aveva ragione Guccini a dire che 'ci sarà sempre un Bertoncelli o un prete a sparare cazzate'!!!
-in riguardo al Dylan ATEO, per coloro che sostengono questa tesi, consiglio l'ascolto del disco 'Saved'! ma basterebbe 'Knockin' on heaven's door': una parabola sul mondo terreno privo di giustizia! Una parabola sul 'peccatore' che cerca giustizia e redenzione altrove.
Oppure la visione di 'Masked and anonymous', penso che sia un film impregnato di una 'malinconica e blasfema spiritualità'. Bob Dylan scrivendo questo film, è riuscito a riscrivere l'Apocalisse dell'apostolo Giovanni in chiave moderna. Bob Dylan non è un cantante, non è un poeta, Dylan è un nuovo apostolo! Dylan è il discepolo di Cristo, ma non colui che vediamo raffigurato crocifisso e immacolato, Dylan è il discepolo del Cristo fatto uomo, di quel Cristo peccatore e a volte infedele nei confronti di se stesso. Se non c'è peccato non ci può essere salvezza! Dylan è già salvo! Dylan si è sacrificato per la nostra salvezza: spesso una canzone può salvarti più di qualsiasi altra cosa. L'arte è la salvezza! Se abbiamo l'arte, possiamo mandare a fanculo tutti i papi di turno.
Rivedendo le immagini di quando Dylan è andato a salutare il papa (Bologna '97) mi sono incazzato, in realtà sarebbe dovuto andare il papa a salutare DYLAN!!!!!!!!!
È stata un'ingiustizia!!!!! Questo è un concetto che ho già espresso ad alcuni amici, loro mi hanno detto: 'ma ti rendi conto di quello che dici, quello era Papa Giovanni Paolo II!' io ho risposto: 'E cosa mai
avrà potuto fare di superiore, rispetto a DYLAN?????'
L'arte è una fede!
La musica è una fede!
Noi crediamo in questa fede, e Dylan è il nostro MESSIA!!!
Mollica dice che Dylan è una pessima persona: PERSONA??? ma allora non ha davvero capito un cazzo!!!! ma quale PERSONA?!?!?! Dylan NON è una persona, DYLAN E' UNA PROFEZIA!!!!!!!!
Dove passa Dylan arriva la salvezza! Sono gratificato che sia venuto nella mia città (COSENZA), ci chiamano terroni, intanto da noi è venuto L'APOSTOLO. la città è SALVA!!!!!
Qualcuno mi ha detto che Dylan dal vivo non merita, perché arriva sul palco e non saluta!
SALUTA???? Ma secondo voi, noi cosa abbiamo fatto per meritarci il suo saluto???
E' un suo diritto non salutare!!!

N.B.
(se per colpa di Mollica avresti chiuso il sito, da parte nostra sarebbe partita una 'crociata Muriniana' contro il Mollacchia!!!!!!!!!)

PS
(davvero bello l'ultimo disco di Bryan Ferry)

Un saluto affettuoso
Davide 'the saint'

Ciao Davide, io conservo ancora la reliquia di un cerino di Bob preso dalla sua scatola di fiammiferi sul suo bus... Ora  che ci penso bene... potrei utilizzarla per appiccare al 'pessimo' mollica un bel fuoco purificatore :o)...  il lardo brucerà bene!?!? :o) Mollica sarà indubbiamente un maestro del giornalismo e come tale ha da parte nostra tutto il rispetto che merita, ma per quella frase su Dylan un "pernacchio" eudardiano se lo è meritato :o)))
Ciao,
Michele 'Napoleon in rags'


4566) Carissimo Michele
ti comunico che anche questo prossimo venerdì 9 marzo saremo on stage all'IGUANA'S di Cagliari (via Costituzione 20- www.iguanas.it) con inizio spettacolo alle 22,30.
La band:
Al Diesan - voce, chitarra e armoniche
Pino Tocco - chitarra solista e seconda voce
Francesco Tocco - Basso
Luca Starita - violino
Tomaso Farci - Batteria

So che i tempi sono ristretti, ma spero tu possa pubblicare la notizia negli aggiornamenti del tuo sito già da domani, così che qualche appassionato che ci legge possa venire a sentirci...
Ti ringrazio anticipatamente.
A presto
Al

p.s.: il resoconto della serata di venerdì scorso, con set list e foto, lo puoi trovare alla seguente pagina

http://www.al-diesan.it/html/dalvivo.htm

Ciao Al, messo tutto qualche giorno fa. In bocca al lupo.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4567) Caro Napoleon e Maggiefarmiani,
non se se ne avete già parlato, a proposito di "riferimenti" ieri sera ho visto Lady in the Water del regista M. Night Shyamalan: curioso film uscito l'anno scorso, su un  gruppo di condomini di un complesso residenziale americano chiamato "The Cove", che si trovano improvvisamente a vivere la materializzazione di una fiaba. Un film che mi pare curioso e interessante, forse poco riuscito nella seconda parte. Per quel che ci riguarda il film ospita, sorprendentemente, diversi riferimenti Dylaniani. Sono udibili frammenti di Tangled Up In Blue, Gates of Eden, Maggie's Farm e (io non me ne ero accorto) Every Grain of Sand. Ma soprattutto, allo scorrere dei titoli di coda, una bella cover di The Times they are a-changin', quasi sussurrata da un gruppo che si chiama "A whisper in the noise". Il film pretenderebbe di avere diversi piani di lettura e la presenza di riferimenti a Dylan rende il tutto ancora più intrigante. Mah! Se qualcuno lo vede e ci capisce qualcosa di più....
ciao a tutti!
Gypsy Flag

Ciao Gypsy, cercherò il film in questione... Chi lo ha visto?
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4568) Sono uno dei tanti Stefano che bazzicano quotidianamente nella "fattoria", quello "cattivo" che nell' ultima e-mail dell' autunno scorso ha esplicitato tutta la sua delusione sia riguardo all' ultimo disco del Nostro (e a tal proposito rimango dello stesso parere: è un disco, che nei migliori dei casi, si può considerare sufficiente) che dei concerti degli ultimi 2-3 anni, tutti "vuoti", "senz' anima" e fastidiosamente uguali l' uno all' altro (per non parlare del repertorio presentato, della voce e dei musicisti, no comment, perchè ho già detto abbastanza nella mia precedente....).
Ma oramai, come la maggior parte dei dylaniani "moderati", sono rassegnato a sopportare una deriva continua e costante, ancorchè ineluttabile......
E allora scusatemi ma a me, che ho fatto delle canzoni di Dylan la colonna sonora della mia vita, non essendoci un futuro, non resta che guardare al passato che resta immenso e irripetibile, e lo si può constatare senza ombra di dubbio proprio ora confrontandolo con il presente.

Sarò pure un nostalgico del passato (ho 45 anni e concosco Dylan da più di 30) ma lasciatemi dire che a livello di nuovi dischi per me Dylan è finito con OH MERCY mentre a livello di esibizioni live è andato via via calando paurosamente con l' inizio del secolo per poi scadere nell' insufficienza e nel patetico negli ultimi 3 anni (almeno!!).

Quindi non mi resta altro che attingere di continuo a quell' enorme serbatoio di registrazioni audio-video che nel frattempo, con grande lungimiranza, mi sono creato: infatti oltre ovviamente a tutta la discografia ufficiale ho qualcosa come oltre 200 "bootleg" di concerti (in vinile, in cd, in videocassette ed in dvd), fra i
quali anche quasi tutti i filmati dei concerti a cui ho personalmente assistito (una ventina).
E, per fortuna, da qualche tempo posso abbondantemente "abbeverarmi" a quel pozzo infinito e prezioso che è "YOUTUBE.COM", dove ho trovato bellissimi pezzi e frammenti del Dylan passato (o di cover degne dell' autore) che mi mancano.

In particolare mi riferisco alle registrazioni del concerto di CLEARWATER (Florida) del 22.4.1976 che ora come ora lo ritengo l'apice massimo mai prima e mai più raggiunto dal Dylan-live, anche al di sopra di FORT COLLINS (HARD RAIN) della stessa tourneè, fermo restando che io come credo la quasi totalità dei dylaniani considerano gli anni 1975 e 1976 il momento migliore di Dylan.

Tutto ciò premesso, chiedo gentilmente due cose:

1) è possibile scaricare (gratuitamente e/o a pagamento??) i filmati di youtube??? Come????

2) la registrazione video del concerto di cui sopra è in circolazione??? C' è qualcuno che ce l' ha in versione integrale (formato dvd)?????? Sono disposto a pagarla o scambiarla con qualsiasi altra "reliquia" attingibile dalla mia consistente collezione di rarità.

Attendo fiducioso la risposta di qualche volenteroso.
Grazie

STEFANO BETTEGA Sbettega@libero.it

Ciao Stefano, certo che è in circolazione. Tramite il nostro Carlo 'Pig' del Porcile di MF sicuramente riuscirai ad  averla. Scrivigli: ilmio.divista@infinito.it
Su come scaricare i filmati di youtube ecco quanto ci ha scritto tempo fa Emilio: Ciao, per scaricare i filmati da youtube.com c'è un metodo molto più semplice (che, tra l'altre cose, permette di cestinare definitivamente quella schifezza che è internet explorer). sul sito www.firefox.com è possibile scaricare gratuitamente l'ultima versione di mozilla (ne vale la pena, solo per le garanzie a livello di protezione da pop-up indesiderati rispetto a explorer). una volta scaricato e installato, dallo stesso sito si può scaricare il plugin (seguendo il percorso add-ons/extensions sotto la voce "popular extensions", o direttamente dall'indirizzo https://addons.mozilla.org/firefox/2390/) video downloader, con cui è possibile scaricare i video da youtube. n.b. : i file scaricati vengono automaticamente nominati da mozilla senza estensione, che va aggiunta a mano (basta cliccare sul file, premere f2, e nominare il file come, ad esempio: esempio.flv) per la conversione del file in .avi o .mpeg il programma consigliato da Enrico va più che bene.

Ed ecco cosa aveva scritto Enrico:

Hello Farmers,
per salvare i filmati da Youtube esiste un semplice programma scaricabile freeware da internet, si chiama YOURIPPER e vi permette di salvare sul vostro pc i files che vi interessano in formato FLV (Flash Video File). Per poi eventualmente convertire i files FLV in files MPG o AVI che sono formati più facilmente riproducibili , c'è un altro simpatico programmino freeware: RIVA FLV ENCODER.
Spero di esservi stato utile, un saluto... Enrico "slowhand" - Bergamo "

Ciao,
Michele 'Napoleon in rags'


4569) Ciao Michele, solo per una piccola rettifica ed alcune nuove segnalazioni! La settimana scorsa, a proposito del libro di Hornby '31 canzoni', avevo scritto erroneamente che è stato ristampato da 'Guanda'. Come puoi vedere dall'immagine che ti ho mandato, la casa editrice è in realtà la 'Tea', la stessa che ha ristampato in edizione economica il libro di Howard Sounes.

La prima 'segnalazione' riguarda invece l'ennesima cover di Bob Dylan che ho recentemente scovato su 'youtube'. Come forse saprai, Cassandra Wilson ha inciso oltre che una splendida versione di 'Shelter from the storm' (su 'Belly of the sun' del 2002) anche una non meno interessante 'Lay lady lay' (su
'Glamoured' del 2003). Ecco qua, per la gioia di Dario 'Twist of fate', una bella versione dal vivo del brano suddetto! La trovate qui: http://www.youtube.com/watch?v=-5hID7Q56FU

Sempre a proposito di cover, volevo dirti che manca nel paginone delle suddette, la versione di 'Farewell Angelina' di John Mellencamp. Stavo riascoltando da poco 'Rough harvest' (il disco del '99 dove si trova la cover in questione) e, cavolo, non me la ricordavo così bella!

Altri due dischi 'interessanti' che sto ascoltando spesso in questi ultimi giorni sono 'Sul fianco della strada' di Mattia Donna (dove c'è una splendida rilettura, in italiano, di 'One more cup of coffee') e 'New York City' di Peter Malick & Norah Jones (dove quest'ultima esegue una versione davvero superlativa di 'Heart of mine'). Se non conoscete questi tre dischi, procurateveli, ne vale davvero la pena! Se poi qualcuno fosse interessato e non riuscisse a trovarli, mi scriva pure ad uno di questi due indirizzi: stebob@libero.it oppure bobsmith@hotmail.it, e provvederò (magari in cambio di altri dischi o bootlegs) a fargliene
pervenire una copia.

Un'ultima cosa! Venerdì scorso la RTB (cioè la 'Rolling Thunder Band' di Al Diesan) è tornata 'sul luogo del delitto', cioè al 'Linea Notturna' di Cagliari, dove si era esibita la prima volta. La band adesso si è ulteriormente allargata e con l'ingresso del violinista il sound è decisamente cambiato, in meglio. Se qualcuno di Cagliari (e dintorni) sta leggendo queste righe e per caso si fosse perso lo show, niente paura! Venerdì prossimo, per la gioia di grandi e piccini, si replica (sempre a Cagliari) all'Iguana's pub di Via Costituzione. Venite numerosi, è uno spettacolo che merita di essere visto! Don't dare miss it!!!

Ciao, e alla prossima!
Stefano 'Red Lynx'

PS n. 1: totalmente d'accordo con Bruno 'Jackass' per quanto riguarda Carla Bruni! Bella (da paura) e anche brava...secondo me è la 'nuova' Joni Mitchell italiana!:-)

PS n. 2: per la cronaca, questa era la scaletta (22 brani in tutto) dell'ultimo show della RTB. Non appena Alessandro (Al Diesan) mi dà l'ok, ti mando (o ti manderà lui stesso) anche qualche foto della serata!

Scaletta del concerto della RTB al 'Linea Notturna' di Cagliari del 2/03/2007:

-Don't think twice, it's alright
-Senor
-All along the watchtower
-I don't believe you
-This wheel's on fire
-Like a rolling stone
-You're a big girl now
-When the night comes falling from the sky
-One too many mornings
-Love minus zero/no limit
-Mr. Tambourine man
-Masters of war
-Tomorrow is a long time
-Things have changed
-Simple twist of fate
-House of the rising sun
-Ballad of a thin man
-One more cup of coffee
-Rainy day women
-Blowin' in the wind
-Just like a woman
-Knockin' on heaven's door

Ciao Stefano,
grazie di tutte le segnalazioni e quando sei libero andiamo a fare una visita a Carla?
Ciao
Michele "Napoleon in rags"






Ed ecco in conclusione le consuete classifiche:

LE MIGLIORI COVER INTERPRETATE DA BOB DYLAN
Vota la tua cover preferita tra quelle interpretate da Bob Dylan e contribuisci alla nostra classifica (valgono anche più segnalazioni)

Voti finora pervenuti:

Deportees (di Woody Guthrie) - Bob Dylan & Joan Baez, Fort Collins, Colorado, 23 Maggio 1976 - due punti
Hallelujah (di Leonard Cohen) - Bob Dylan, Montreal (Canada), 8 Luglio 1988 - un punto


I MIGLIORI CONCERTI DI BOB DAL 2001
Vota il tuo concerto preferito degli ultimi anni e contribuisci alla nostra classifica (valgono anche più segnalazioni)

Voti finora pervenuti:

Londra, Inghilterra - Hammersmith Apollo - 24 Novembre 2003 - 2 voti
Zurigo, Svizzera - Hallenstadion - 3 Novembre 2003 - 2 voti
Tulsa, Oklahoma, U.S.A. - Drillers Stadium - 6 Luglio 2005 - 1 voto
Verona, New York, U.S.A. - Events Center, Turning Stone Casino and Resort - 20 aprile 2005 - 1 voto
Denver, Colorado, U.S.A. - Fillmore Auditorium - 29 marzo 2005 - 1 voto
Milano, Italia - Forum di Assago - 12 Novembre 2005 - 1 voto
Sun City West, Arizona, U.S.A. - Maricopa County Events Center - 8 Aprile 2006 - 1 voto
West Lafayette, Indiana , U.S.A. - Elliot Hall Of Music, Purdue University - 3 Novembre 2004 - 1 voto
Bonn, Germania, Museumplatz - 29 giugno 2004 - 1 voto
Grand Prairie, Texas - Nokia Theatre - 15 Aprile 2006 - 1 voto


LE COVER IMPERDIBILI (Le migliori cover di brani scritti da Bob)
Vota la cover (o più cover) di brani di Bob pubblicate dopo il 2001

Voti finora pervenuti:

One More Cup of Coffee (Valley Below) - Sertab Erener, da "Masked and anonymous" - 5 voti
Come una pietra scalciata (Like a rolling stone) - Articolo 31 e Bob Dylan, da "Masked and anonymous" - 3 voti
Come il giorno (I shall be released) - Francesco De Gregori, da "Mix" - 2 voti
Most of the time - Sophie Zelmani - da "Masked and anonymous" - 2 voti
Shelter from the storm - Cassandra Wilson - da "Belly of the sun" - 2002 - 2 voti
I'll be your baby tonight - Norah Jones - 2003 - 1 voto
Most of the time - Ani di Franco - 1 voto
It's all right ma (I'm only bleeding) - Hamell On Trial - 1 voto
On a night like this - Los Lobos - da "Masked and anonymous" - 1 voto
My Back Pages - Magokoro Brothers - da "Masked and anonymous" - 1 voto
Farewell Angelina - Joan Baez - da "Bowery Songs" - 2005 - 1 voto
You're Gonna Make Me Lonesome When You Go - Madeleine Peiroux - da "Careless love" - 2004 - 1 voto
Knockin' on heaven's door - Avril Lavigne - 1 voto
Masters of war - Pearl Jam live at the Benaroya Hall, 22 ott 2003 (concerto acustico) - 1 voto
Knockin' on heaven's door - Warren Zevon - 1 voto

scrivi a spettral@tin.it e segnala i tuoi concerti/covers preferiti/e

Nota bene: il limite temporale del 2001 è stato fissato per ottenere due liste che siano idealmente il seguito di quelle pubblicate sul volume "Bob Dylan 1962/2002 40 anni di canzoni" di Paolo Vites e Alessandro Cavazzuti (Editori Riuniti), che si fermano appunto al 2001, anno di pubblicazione del libro.


I RIFERIMENTI A BOB DYLAN NEI ROMANZI (O IN ALTRE OPERE LETTERARIE)
Vuoi contribuire ad allungare la lista sottostante? Segnala a spettral@tin.it i romanzi, i racconti o le altre opere letterarie in cui viene citato direttamente o indirettamente Bob Dylan

- "Nel momento" di Andrea De Carlo
- "Alta fedeltà" di Nick Hornby
- "La spia e la rockstar" di Liaty Pisani, Fazi, 2006
- "L'era del porco" di Gianluca Morozzi, Parma, Guanda, 2005
- "Scirocco" di Girolamo De Michele, Torino, Einaudi, 2005
- "Giorni di un uomo sottile" di Ernesto Aloia nella sua raccolta "Chi si ricorda di Peter Szoke?", minimum fax 2003
- "La ragazza dai capelli di cobalto" di Gianluca Morozzi, nell'antologia di vari autori "Strettamente Personale", ed. Pendragon, 2005.
- "L'Emilia o la dura legge della musica" di Gianluca Morozzi - Guanda
- "Tokyo blues" di Murakami Haruki - Norvegian Wood (trad. ital. Milano, Feltrinelli)
- "Dance dance dance" di Murakami Haruki (trad. ital. Torino, Einaudi)
- "La Torre Nera" di Stephen King
- "I giorni felici di California Avenue" di Adam Langer
- "Per sempre giovane" di Gianni Biondillo, edizioni Guanda - 2006
- "Americana" di Don de Lillo
- "Denti bianchi" di Zadie Smith
- "La Danza del Pitone", di Norman Silver
- "Troppi paradisi" di Walter Siti, Einaudi
- "La fortezza della solitudine" di Jonathan  Lethem (Tropea)
- "Siamo tutti nella stessa  barca" di Owen King (Frassinelli)
- "Come dio comanda" di N. Ammaniti (Mondadori)
- "Accecati dalla luce" di Gianluca Morozzi (Fernandel)
- "Chi è quel signore vestito di bianco vicino a Bob Dylan?" di Gianluca Morozzi ("Vertigine", numero unico - 2006)
- "Il cielo sopra Parigi" di Teo Lorini (Fernandel n. 58)
- "Venerati maestri" di E. Berselli (Mondadori)
- "Zona disagio" di Jonhatan Franzen (Einaudi)
- "Una vita da lettore" di Nick Hornby
- "Ragionevoli Dubbi" di Gianrico Carofiglio - Sellerio editore
- "31 Canzoni" di Nick Hornby
- "Questa scuola non è un'azienda. I racconti del prof. Bingo" di Vittorio Vandelli
- "I ponti di Madison County'' di R. J. Waller
- "Hellbook" di Michele Murino (ovvero "X-Files Bob")