parte 321
Lunedì 3 Luglio 2006

4080) Ciao,
per caso qualcuno può aiutarmi? Avrei bisogno di sapere se c'è qualche personaggio italiano (cantanti, sportivi, attori...) veramente appassionato di Bob Dylan. Grazie mille.
Sara.

Ciao Sara,
tra i cantanti mi viene in mente Alberto Fortis, Angelo Branduardi, Mimmo Locasciulli, Ricky Gianco, e poi naturalmente il più dylaniano di tutti: Francesco De Gregori.
Di recente si è detto alquanto dylan-oriented anche Cesare Cremonini.
E poi c'era Battisti, ovviamente. Comunque ce ne sono sicuramente tanti e probabilmente troppi per citarli tutti.
Attori o gente dello spettacolo? Sicuramente Gerry Scotti (lo so perchè me lo ha detto lui stesso quando ho partecipato a "Passaparola" dove nelle prove fece una bellissima Knockin' on heaven's door).
Sportivi non me ne vengono in mente.
Altri suggerimenti? Fateci sapere.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4081) 2 - Bob Dylan's August 28 release "Modern Times" listed at amazon.co.uk as CD + DVD and CD.
from Martin Gayford - da Expecting Rain -

Ciao Michele,
hai qualche notizia riguardo quanto riportato sopra? dvd (??)

Stefano

Ciao Stefano,
per il momento si sa solo che "Modern Times" uscirà sia in versione CD che in versione CD+DVD ma non è ancora noto cosa conterrà il DVD. C'è chi avanza l'ipotesi che sia un "making" di "Modern Times", chi parla di riprese effettuate mentre la band faceva le prove per il tour attuale, chi dice che ci sarà anche materiale escluso da "No direction home". Vedremo.
Michele "Napoleon in rags"


4082) Ciao Michele, ciao ragazzi!
Un piccolo suggerimento per avere legalmente qualche mp3 inedito di Bob.
Un paio di settimane fa vi ho segnalato questo link:
http://www.youtube.com/results?search=dylan%20bob&sort=relevance&page=1

Una volta individuato il brano che vi interessa potete registrarlo in mp3. Come?
Semplice: prima di selezionare il video aprite il programma di registrazione che c'è nel vostro pc
(Avrack per esempio). L'input source deve essere lo stereo del pc, appena parte il video iniziate a
registrare e stoppate quando esso termina.
Salvate e se necessario convertite in mp3 con un converter che si scarica gratuitamente (Blaze media
converter) e il gioco è fatto.
Spero di esser stato d'aiuto.
A presto
Edo

Ciao Edo
grazie per i consigli.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


4083) ciao michele,
sn gabriele di lecco... quello che chiedeva per i siti di  armonica. anzi ti ringrazio perchè sono stati utilissimi. in ogni caso ho poi tentato di contattare the lizard che chiedeva di me ma non mi ha
più risposto.. bho ero presente alle serate su bob che avete organizzato a vimercate e devo dire che è stata un'ottima iniziativa... anche se vedere massimo bubola a cui vengono contestate assurdità da parte di qualcuno che se ho ben capito di musica e testi non è molto competente mi è sembrato un po' strano, però divertente. senza offesa per nessuno ovviamente.
ribadendo i miei complimenti per il fantastico sito volevo chiederti se fate una spedizione per scendere a pistoia visto che io e il mio amico giulio siamo senza auto. se avete un paio di posti ci fareste un gran bel favore.
saluti a tutti e continua così... per dirla alla neil young, keep on rockin in the free world!!!
ciao
gabriele

Ciao Gabriele,
se mi rimandi il tuo indirizzo e-mail e mi autorizzi a pubblicarlo lo metto nella prossima pagina della posta così eventualmente Lizard può contattarti se vuole e così anche chi eventualmente può darvi un passaggio per Pistoia (io purtroppo non posso perchè forse sarò già lì un po' prima per organizzare la MF Hootenanny).
Per quanto riguarda Vimercate una doverosa precisazione: non abbiamo organizzato noi le serate. Il sottoscritto era esclusivamente ospite. La manifestazione è stata organizzata dall'ottimo Nuccio Origgi insieme ad altre persone del luogo.
In che senso a Bubola vengono contestate assurdità? Non ho capito. Intendi da noi di MF? Non credo, Massimo è un super amico oltre che un mio mito personale (forse se non ci fosse stato lui oggi per me Dylan sarebbe un corpo estraneo). Fammi sapere a cosa ti riferisci esattamente.
Alla prossima.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4084) Ciao Michele!
Per quanto riguarda la Farewell Angelina di John Mellencamp, si trova in un disco del 1999 (ma registrato nel 1997), che si chiama Rough Harvest, e contiene un rifacimento in chiave folk di alcuni dei più bei pezzi di Mellencamp. Oltre a Farewell Angelina (che in effetti in questa versione è veramente stupenda), c'è anche una versione della In my time of dying che stava sul primo album di Dylan.
Comunque tutto questo album è un grande album, molto Dylaniano. Una delle più belle cose di Mellencamp!
Tra l'altro, sempre di Mellencamp, consiglio a tutti il disco Trouble no more, dove c'è anche una ripresa di Diamond Joe, anche questa incisa ben due volte da Bobby.

Ciao a tutti!
Gabriele "Mr. Cat" Gatto

Ciao "Mr. Cat",
grazie delle delucidazioni e allora a chi chiedeva la volta scorsa notizie del brano, ahimè, non può essere inserito in classifica perchè pre-2001.
Mellencamp è un artista molto apprezzato da Bob che in varie occasioni ne ebbe a dire molto bene.
Michele "Napoleon in rags"


4085) Ciao Michele,
ti mando questa foto di Alex Kapranos dei Franz Ferdinand... non ti ricorda qualcuno?!
Fabrizia

Ciao Fabrizia.
Mmmm. Chi mi ricorda?... Forse quel cantante che negli anni '60 fece un disco con quella foto di Claudia Cardinale?... :o)
ciao
Michele "Napoleon in rags"


4086) Hey Mick, senti un po' questa...

Girovagando in rete per siti cinematografici ho fatto una scoperta davvero sorprendente! Sapevi che gli 'amici/nemici' Pat Garrett e Billy The Kid dell'omonimo film di Peckinpah erano stati in realtà già portati sul 'grande schermo' ben prima del '73? Io no, almeno sino a qualche giorno fa! C'è un film del '41 dal titolo 'Il mio corpo ti scalderà' (il titolo originale è 'The outlaw'), diretto da un tal Howard Hughes (già regista nel 1930 del più famoso 'Gli angeli dell'inferno') e interpretato dalla 'sex-bomb' dell'epoca Jane Russell (co-protagonista, insieme all'indimenticabile e indimenticata Marilyn Monroe, della commedia musicale 'Gli uomini preferiscono le bionde'), in cui ritroviamo i 'nostri eroi' alle prese (tanto per cambiare) con una questione di donne e cavalli.

Ecco qua, a tal proposito, una breve recensione tratta da 'cinematografo.it'...

Trama del fim. 'A Doc, noto fuorilegge, è stato rubato il cavallo. Mentre va in giro per cercare di rintracciarlo, incontra Garrett, suo vecchio amico, che nel frattempo è stato nominato sceriffo.
Nell'uscire dall'albergo, dove è stato a bere con Garrett, Doc vede il suo cavallo legato al palo. Billy, giovanissimo fuorilegge, dichiara di averlo comperato e di considerarlo suo. Doc, che ha una segreta simpatia per Billy, lascia correre. La sera Billy, durante una rissa, uccide un uomo. Garrett vorrebbe arrestarlo e nella mischia lo ferisce gravemente. Doc s'impadronisce del corpo del ferito e sottraendosi all'inseguimento, lo porta in una capanna, abitata dalla propria amante, Rio. La ragazza prodiga le sue cure al giovane. Quando Doc ritorna alla capanna, Billy è guarito, ma Doc si accorge che i rapporti tra Billy e la donna sono divenuti intimi. Doc vorrebbe inveire contro il giovane, ma la necessità di sottrarsi alle ricerche di Garrett lo costringe a soprassedere. Garrett riesce ad arrestarli tutti e tre, ma attaccato dagli indiani, deve liberarli, perchè si difendano. Più tardi Garrett vuole arrestarli di nuovo. Doc, a questo punto, si oppone all'arresto di Billy e viene ucciso. Billy riesce a incatenare lo sceriffo e parte con la ragazza'.

L'aspetto forse più interessante di tutta la vicenda riguarda, più che il film in sé e per sé (che avrebbe inaugurato, a detta di alcuni, il filone del cosiddetto 'western erotico'), la sua tormentata lavorazione e (soprattutto) le lotte che Hughes dovette affrontare contro la terribile censura americana ('il film, alla sua uscita, fu boicottato dalle associazioni puritane, scandalizzate dalla sensualità dirompente di Jane Russell, che per prima introdusse l'erotismo nell'universo asessuato del western'), la quale ne permise la libera circolazione solo nel 1950.

Il film naturalmente non l'ho mai visto, ma grazie ad un amico appassionato di cinema (l'ex professore di uno dei miei più cari amici) sono incredibilmente riuscito a procurarmelo e adesso sono proprio curioso di vederlo! Ti farò sapere...

Prima di chiudere, senti ancora queste, Michele...

Sai qual è lo stato degli USA da cui proviene Jane Russell? Il Minnesota! E sai di che segno zodiacale è? Dei gemelli, of course! Se a tutto ciò aggiungiamo che il film fu diretto nel '41 (un anno qualsiasi, insomma) e che porta (credo per la prima volta) sullo schermo la storia di Pat Garrett e Billy The Kid...

Insomma (come direbbe il vecchio Derrick), proprio una bella serie di incredibili 'coincidenze', non c'è che dire!

Una saluto a tutta la Farm!
Stefano 'Red Lynx'

PS: in attesa di vedere la pellicola, ti mando in allegato qualche foto dell'esplosiva (è davvero il caso di dirlo!) Jane e alcune locandine del film. A proposito, stavo riflettendo un attimo sulla scritta che compare in alto sulla seconda delle due... non ti ricorda vagamente quell'altra ('This film should be played loud!') che campeggia in apertura del mitico 'Ultimo Valzer' di Scorsese? Altra possibile coincidenza? Chissà, magari il buon Martin (che ha qualche anno in più rispetto a noi) potrebbe aver visto il film e aver trovato in esso una possibile fonte d'ispirazione...

Ciao Stefano
e grazie per le notizie.
Conoscevo il film in questione ma non lo ricordavo benissimo. Quanto a Jane Russell che dire se non lasciar parlare le tue foto? :o)
Quanto alle coincidenze... non è che Bob si riferiva a lei in "Approximately Queen Jane"? :o)
Ciao
Michele "Napoleon in rags"





4087) Ciao Michele, golose anticipazioni su "Modern Times" nell'Observer di oggi.
L'informazione piu' gustosa e' che nel pezzo di apertura del disco viene citata Alicia Keys. L'articolista (Caspar L. Smith) riporta anche i primi versi della canzone:

Thunder on the mountain, fires on the moon.
There's a ruckus in the alley and the sun will be here soon

Segue il passaggio incriminato:
I was thinking about Alicia Keys, couldn't help form crying
When she was born in Hell's Kitchen, I was living down the line
I'm wondering where in the world Alicia Keys could be
I've been looking for her even cleant through Tennesee.

Sebbene il pezzo (come peraltro tutto il disco) sia ancora segretissimo, l'indiscrezione e' arrivata fino alla Keys, che ovviamente si e' detta "crazy excited".

Tra gli altri dettagli sul disco, si dice anche che "Workingman's Blues" sarebbe un tributo a Willie Nelson, con cui Bob ha appena finito il tour americano...

Spero di averti passato informazioni interessanti.

A presto

Teo Lorini

Ciao Teo,
grazie di tutto. Ho preparato una pagina su MF con la preview di "Modern Times" che aggiornerò di volta in volta quando trapeleranno altre notizie. Tenetela d'occhio. E' qui.
Intanto riporto qui tutto quanto per chi non l'ha ancora letto.
Caspar Llewellyn Smith anticipa sul "The Observer" del 2 luglio alcuni versi del nuovo album di Bob Dylan, "Modern Times".
Il verso iniziale della prima canzone dell'album, scrive Smith, recita:
'Thunder on the mountain, fires on the moon, there's a ruckus in the alley and the sun will be here soon'.
La canzone prosegue poi con: 'I was thinking about Alicia Keys, couldn't help from crying / When she was born in Hell's Kitchen, I was living down the line / I'm wondering where in the world Alicia Keys could be / I been looking for her even clean through Tennessee.'
("Tuoni sulla montagna, fuochi sulla luna, c'è confusione nel vicolo ed il sole presto arriverà" - "Stavo pensando ad Alicia Keys, e non ho potuto fare a meno di piangere / Quando lei è nata ad Hell's Kitchen, io vivevo a sud / Mi chiedo dove potrebbe essere ora Alicia Keys / L'ho cercata persino in tutto il Tennessee").
Smith indica come "Modern Times" il titolo della canzone anche se stando al verso iniziale è più probabile che si riferisca a "Thunder on the mountain" (sempre che i titoli finora trapelati siano giusti).
Alicia Keys ha commentato così la notizia: 'Ho sentito in via non ufficiale che Dylan aveva menzionato il mio nome in una delle sue nuove canzoni. All'inizio pensavo che qualcuno stesse prendendosi gioco di me! Come poteva una tale leggenda conoscermi? E, soprattutto, decidere di scrivere di me? Non ho ancora sentito la canzone - è top secret. Ma sono follemente eccitata al pensiero e sono onorata che Dylan abbia pensato a me".
Smith dice poi che nella title-track dell'album (dunque è presumibile che vi sia comunque davvero una canzone intitolata "Modern Times") Dylan parla, o meglio canta, di 'all the ladies in Washington scrambling to get out of town' ("tutte le signore a Washington arrancavano per uscire dalla città"). Smith collega questo verso con la tragedia dell'11 settembre.
In un altro verso Dylan canta: "Ho un nuovo abito ed una nuova moglie".
Smith cita altre due canzoni con i titoli di 'Netty Moore' e 'Ain't Talkin', Just Walkin'' mentre finora erano state presentate come "Neddy Moore" e "Ain't Talkin'", non è chiaro dunque se i titoli siano stati riportati erroneamente dal giornalista.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"
ps: A proposito... Volete sapere perchè Bob ha deciso di citare Alicia? Semplice, perchè legge Maggie's Farm, come è ormai evidente... Andate a vedere qui e ditemi se avete ancora qualche dubbio che il vostro Napoleon in rags sia o non sia un profeta... E' una cosa che ho anticipato mesi fa... altro che Nostradamus!


4088) Caro Michele,
mi ero dimenticato di raccontarti della presentazione di Alessandro Carrera a Padova: tutto bene, anche se non c'era molta gente e l'accoglienza della Feltrinelli è stata un po' freddina... Abbiamo fatto una cronistoria delle traduzioni italiane di Dylan (includendo la tua sul web!) e poi Alessandro ha esposto alcuni suoi problemi incontrati nel lavoro alle Lyrics, giustificando le soluzioni adottate. In particolare sulla questione "rime". La discussione si è poi incentrata sulla complessità del testo dylaniano e sulla sua influenza nella cultura in generale. Sempre misurati, approfonditi e affascinanti gli interventi pubblici di Alessandro su Dylan.
In merito alla questione sull'interpretazione di I Pity the Poor Immigrant vorrei intervenire nel dibattito, perchè occupandomi, nel mio lavoro, di questioni relative alla società multiculturale e all'immigrazione, non smetto mai di trovare, in questo brano una fonte continua di riflessione e di sorpresa. Davvero, a volte gli immigrati "voltano le spalle" a chi si vuole occupare di loro in modo paternalista, e sono  - comprensibilmente, nella povertà - "innamorati della ricchezza". Gli immigrati, oggi forse più che un tempo, sono persone che avrebbero preferito starsene a casa. La diaspora è sicuramente il migliore criterio interpretativo per gli attuali processi migratori. L'integrazione è diventata sempre più difficile, sempre più complessa. Gli immigrati "costruiscono le (nostre) città con il sangue... e le loro visioni si infrangono"... Si potrebbe continuare a lungo, prendendo spunto da ogni verso della canzone. In definitiva, io non contesto assolutamente l'interpretazione "biblica", ma anche l'altro piano di lettura è a mio parere assolutamente presente. Dylan ci ha spesso abituati alla compresenza, all'intreccio di piani di lettura anche molto diversi. La prospettiva di chi parla, in questo caso, può essere anche quella di "noi" cittadini, non migranti, stanziali... che possiamo  provare, per i migranti, una "pietas" consapevole, non ipocrita. A patto di guardare la realtà davvero negli occhi, come Dylan fa nella canzone.
Un caro saluto a tutti
Francesco Spagna

P.s.  aggiungo anche qualche voto: per le cover di Sofie Zelmani (Most of the Time) e di Cassandra Wilson (Shelter from the Storm), che sono quelle che amo di più. Tra le voci femminili segnalerei anche Madeleine Peiroux, che nell'album Careless love  (2004) si cimenta in modo originale con "You Gonna Make Me Lonesome When You Go".
Poi c'è una ragazzina bravina, bellissima, giovanissima che si chiama Avril Lavigne e che ha recentemente proposto una intima e toccante versione di Knockin' On Heaven's Door. Sentiremo le giovani fans di Avril dire - ascoltando Dylan - "toh, chi è questo vecchietto che suona le canzoni della Lavigne"? E' già successo, del resto, con i Guns and Roses...

Ciao Francesco
grazie di tutto e per quanto riguarda l'ultima parte io aggiungo che, dopo la dichiarazione di Bob su Alicia Keys aspettiamoci almeno un disco di cover dylaniane della bella Licia... :o)
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4089) Caro Michele,
ti segnalo, nel caso tu non l'abbia già visto, questo link del sito Feltrinelli dove, tra le molte cose da leggere, si può ascoltare un dibattito del 2005 tra Carrera, Bertoncelli e De Capitani.
Ciao!
Giorgio Brianese

http://pollux.feltrinelli.it/SpecialiLibriInterna?id_spec=1033

Ciao Giorgio,
thanx!


4090) Complimenti per l'intervista fatta a Bobby Solo. Spero che il progetto che ha in mente si avveri. Grazie.
Un fan di Bobby Solo
mario armili (ascoli piceno)

Ciao Mario
grazie! Si avvererà, vedrai. Ah, a proposito, alla lista iniziale per Sara va aggiunto appunto Bobby Solo!
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4091) Ciao Michele,
come vedi il tour? Mi piace l'organetto alla "Tell Me Momma", ma la band ... non lo so ancora. Certo, non faranno la figura da "principianti" che (a mio personalissimo modo di vedere) qualcuno fece l'anno scorso, ma non mi convince ancora molto a livello qualitativo ... Sai, sono cambiate le parti strumentali, che ora sono nel mood della band, ma di arrangiamenti nuovi ne sento pochi e poco innovativi ... Certo, un altro Campbell, al quale ti ricordo che dobbiamo gli arrangiamenti moderni di (cito a caso) Tangled, Moonlight, Boots, Drifter's, Watchtower (!!!), Joey, Most Likely (!!!) e mille altre non si trova neanche a pagarlo, ma almeno un Koella, che all'inizio mi convinceva poco, ma che poi si è riscattato con cose  sublimi ...
Punto fermo, per fortuna, rimane George Receli, il mago Otelma della batteria, che, al suo quinto anno, mi ha ormai convinto di essere superiore anche al compianto Wallace ...
Saluti, Leonardo

Ciao "Lion",
il tour lo vedo molto bene per vari motivi.
1) Dagli mp3 ascoltati finora si evince che Bob sta cantanto meglio che mai.
2) L'organo a me piace decisamente.
3) La band anche a me lascia ancora qualche dubbio ma sicuramente le cose vanno meglio che in passato. Chiaro che se mi citi Campbell o Koella non c'è storia...
4) Concordo con te su Receli.
5) Se Bob si decide a cambiare un po' le setlist magari proprio in Italia allora il quadro generale è sicuramente positivo.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


4092) Ehi ragazzi, grazie a Paolo Vites siamo finiti nientepopodimenoche sulla Bob Dylan Encyclopedia di Michael Gray di recente uscita!!!!!!!! Paolo è infatti inserito nell'enciclopedia (tra la "Vineyard Fellowship" e "Eric Von Schmidt"!!!!) e nella sua scheda siamo citati anche noi di MF!!!! Grazie e complimenti a the big Paolo! Guardate qui sotto...
Michele "Napoleon in rags"
 
 


Ed ecco in conclusione le consuete classifiche con gli aggiornamenti di questa puntata:

I MIGLIORI CONCERTI DI BOB DAL 2001
Vota il tuo concerto preferito degli ultimi anni e contribuisci alla nostra classifica (valgono anche più segnalazioni)

Voti finora pervenuti:

Londra, Inghilterra - Hammersmith Apollo - 24 Novembre 2003 - 2 voti
Tulsa, Oklahoma, U.S.A. - Drillers Stadium - 6 Luglio 2005 - 1 voto
Verona, New York, U.S.A. - Events Center, Turning Stone Casino and Resort - 20 aprile 2005 - 1 voto
Denver, Colorado, U.S.A. - Fillmore Auditorium - 29 marzo 2005 - 1 voto
Milano, Italia - Forum di Assago - 12 Novembre 2005 - 1 voto
Sun City West, Arizona, U.S.A. - Maricopa County Events Center - 8 Aprile 2006 - 1 voto
West Lafayette, Indiana , U.S.A. - Elliot Hall Of Music, Purdue University - 3 Novembre 2004 - 1 voto
Zurigo, Svizzera - Hallenstadion - 3 Novembre 2003 - 1 voto
Bonn, Germania, Museumplatz - 29 giugno 2004 - 1 voto
Grand Prairie, Texas - Nokia Theatre - 15 Aprile 2006 - 1 voto

LE COVER IMPERDIBILI (Le migliori cover di brani scritti da Bob)
Vota la cover (o più cover) di brani di Bob pubblicate dopo il 2001

Voti finora pervenuti:

One More Cup of Coffee (Valley Below) - Sertab Erener, da "Masked and anonymous" - 4 voti
Come una pietra scalciata (Like a rolling stone) - Articolo 31 e Bob Dylan, da "Masked and anonymous" - 3 voti
Come il giorno (I shall be released) - Francesco De Gregori, da "Mix" - 2 voti
Most of the time - Sophie Zelmani - da "Masked and anonymous" - 2 voti
Shelter from the storm - Cassandra Wilson - da "Belly of the sun" - 2002 - 2 voti
I'll be your baby tonight - Norah Jones - 2003 - 1 voto
Most of the time - Ani di Franco - 1 voto
It's all right ma (I'm only bleeding) - Hamell On Trial - 1 voto
On a night like this - Los Lobos - da "Masked and anonymous" - 1 voto
My Back Pages - Magokoro Brothers - da "Masked and anonymous" - 1 voto
Farewell Angelina - Joan Baez - da "Bowery Songs" - 2005 - 1 voto
You're Gonna Make Me Lonesome When You Go - Madeleine Peiroux - da "Careless love" - 2004 - 1 voto
Knockin' on heaven's door - Avril Lavigne - 1 voto

scrivi a spettral@tin.it e segnala i tuoi concerti/covers preferiti/e

Nota bene: il limite temporale del 2001 è stato fissato per ottenere due liste che siano idealmente il seguito di quelle pubblicate sul volume "Bob Dylan 1962/2002 40 anni di canzoni" di Paolo Vites e Alessandro Cavazzuti (Editori Riuniti), che si fermano appunto al 2001, anno di pubblicazione del libro. 



clicca qui



Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION