parte 245
Lunedì 10 Gennaio 2005


3024) Ciao Michele
se la cosa è possibile, se tu sei d'accordo e (soprattutto) se a Paolo Vites fa piacere, mi farebbe davvero molto piacere vedere pubblicata prima o poi (più prima che poi!) anche su MF (non tanto per me che la conosco già, ma per tutti coloro che magari non l'hanno mai letta) quella bellissima e lunga intervista ("Too cool for Rock'n'Roll", questo era il suo titolo) rilasciata da Jakob Dylan a Vites nel Novembre 2002, all'epoca di Red Letter Days.
Stefano "Red Lynx"

Ciao Stefano
farebbe piacere anche a me naturalmente.
Allora giriamo la domanda a Paolo. Se fosse possibile sarei lieto di pubblicarla su Maggie's Farm. Se Paolo ci autorizza la mettiamo.
Tra l'altro sul sito di Paolo - The Rock 'n' Roll Circus - c'è una bella foto di lui con Jakob (la riporto qui sotto).
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


with Jakob Dylan, Milano, 2002

dal sito "The Rock 'n' Roll Circus" - Clicca qui


3025) "I heard the roar of a wave
that could drown the whole world"

ciao
Francesco

Ciao Francesco
non ci avevo pensato, in effetti.
Dylan è famoso per aver inserito spesso nelle sue canzoni frasi rivelatesi profetiche.
La grande capacità dei grandi poeti e dei grandi scrittori - dicono - è quella di saper guardare più lontano degli altri. Nell'ambito di quella canzone, A Hard Rain's A-Gonna Fall, così intrisa di un'atmosfera da apocalisse biblica, sono molte le frasi che si sono rivelate poi terribilmente profetiche, dalle armi nelle mani dei bambini, alle acque contaminate dal veleno, all'onda che citi così tragicamente attuale, purtroppo.
Per non parlare poi della frase evidenziata da Alessandro Carrera tratta da Mississippi, "Sky full of fire, pain pouring down", che abbiamo ascoltato con terribile sincronismo l'11 settembre 2001.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


3026) Ciao a tutti i magfarmiani.
Dopo aver ricevuto le registrazioni del tree 5 ho pensato che potrebbero far comodo le copertine per i CD audio.
Visto che si tratta quasi esclusivamente delle date italiane ho fatto una serie di 7 volumi con la stessa grafica.
Mando lo .zip contenente i 14 files.
Ho tenuto le versioni .psd per poter modificare degli eventuali errori nel testo.

A presto,

Piercle

Ciao Piercle
chi fosse interessato mi scriva che gliele mando. Qui sotto un esempio (complimenti, molto carina l'idea).
Ciao e grazie
Michele "Napoleon in rags"


Anno nuovo... classifiche nuove!!!

3027) Ciao a tutti! Visto che le tanto "odiate-amate" classifiche sembrano essere tornate prepotentemente alla ribalta nelle pagine della nostra Talkin', partecipo volentieri anch'io a questo gioco indicando (dopo una scelta assai ponderata e sofferta) le mie preferenze in ordine a "hate songs", "live songs" e dischi meno ascoltati. Eccole qua:

"Hate songs":

1) Like a rolling stone
2) It ain't me babe
3) Positively 4th street
4) It's all over now, baby blue
5) Idiot wind
6) I don't believe you
7) Is your love in vain?
8) Most likely you go your way (and I'll go mine)
9) Don't think twice it's all right
10) Just like a woman

"Live songs":

1) Like a rolling stone (Live '66)
2) Leopard-skin pill-box hat (Live '66)
3) One too many mornings (Live '66)
4) Shelter from the storm (Hard Rain)
5) Rainy day women 12 & 35 (Before The Flood)
6) A hard rain's gonna fall (Bootleg Series vol. 5)
7) Blowin' in the wind (Live At Budokan)
8) Just like a woman (Live At Budokan)
9) Oh sister (Live At Budokan)
10) All along  the watchtower (Live At Budokan).

Dischi meno ascoltati:

1) Dylan (a fool such as I)
2) Down In The Groove
3) Knocked Out Loaded
4) Selportrait
5) Good As I Been To You
6) Under The Red Sky
7) Saved
8) Empire Burlesque
9) Dylan & The Dead
10) Real Live

Prima di concludere, vorrei infine dire anch'io due parole su Planet Waves. Sono d'accordissimo con Matteo "Squirrel"! Anche secondo me trattasi di un grandissimo disco, assolutamente "cool" nonostante i suoi (oltre) trent'anni, e davvero non capisco perché sia da alcuni così sottovalutato e bistrattato. Se
non è un capolavoro, poco ci manca! Personalmente, è uno di quei dischi di Dylan che (soprattutto da un punto di vista squisitamente musicale) più mi procura emozioni e che (al pari di Blonde On Blonde, Highway 61, Oh Mercy e Time Out Of Mind) non mi stancherei mai di riascoltare.

Ciao a tutti, e alla prossima!
Stefano "Red Lynx"

PS: Michele, hai dimenticato di inserire nel calderone delle "fanta-domande" (pubblicate la settimana scorsa) la mia! Era questa: Mr. Zimmerman, che effetto fa avere come figlio uno dei musicisti più bravi che ci siano attualmente in circolazione, cioè Jakob Dylan?

Ciao ancora, e a presto!

Ciao Stefano
hai ragione, avevo dimenticato la tua domanda. Mea culpa. La reintegro subito e me la metto nel promemoria, grazie. Ecco il riepilogo scevro da "oblianze":

- Da circa 16 anni sei perennemente in tour... E' solo l'amore per la musica che ti spinge a suonare senza sosta da così tanto tempo?

- Negli ultimi tempi nei tuoi concerti usi il piano per tutto lo show e non piu' la chitarra elettrica. A cosa è dovuta questa decisione?

- Sono cinque anni che non vede la luce un tuo nuovo disco. A quando una nuova produzione?

- Anche Willy DeVille negli ultimi anni ha rispolverato molte canzoni della tradizione americana.
Conosci il suo lavoro? E' possibile aspettarsi nel futuro una collaborazione tra di voi?

- Utilizzi il computer? Segui quanto si scrive in rete su di te?

- Che ne pensi del lavoro di centinaia di persone in tutto il mondo che scrivono fiumi di parole sulla tua vita e sulla tua opera?

- Quali sono i tuoi dischi più belli?

- Che effetto fa avere come figlio uno dei musicisti più bravi che ci siano attualmente in circolazione, cioè Jakob Dylan?

Ciao
Michele "Napoleon in rags"


3028) Ciao Michele,
ho letto la tua recensione del bootleg "LOUD AND STRONG (White Rabbit, 2cd - 1995)" mi puoi dire
per favore dove è reperibile? Io ho provato a cercare la casa produttrice su internet ma senza alcun
risultato.
Ti ringrazio anticipatamente e ti invio i miei più cordiali saluti.
Ciao Nicola

Ciao Nicola
purtroppo essendo un boot non è che sia facilissimo trovarlo. Secondo me dovresti provare comunque su Internet... Non so quanto possa essere facile reperirlo in altro modo. Qualcuno ha qualche idea per aiutare Nicola? So che Carlo "Pig" mi diceva che da lui a Roma spesso a Porta Portese ha trovato dei boot di Bob... Se ne trovano ancora Carlo?
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


3029) Ciao Michele
ti volevo segnalare un'altra citazione dylaniana cinematografica... Non so se lo hai visto ma nel film dal titolo Ladykillers, anche se in maniera nascosta, viene citato Bob Dylan.
Il film non a caso è diretto dai fratelli Coen che evidentemente sono dylaniani visto che tra le varie citazioni hanno anche inserito The man in me nel film Il grande Lebowski.
In Ladykillers l'attore protagonista, Tom Hanks, interpreta la parte del capo di una scalcinata banda di ladri (tipo I soliti ignoti) che devono rapinare l'incasso di una bisca clandestina nel Mississippi. A tale scopo si finge musicista e spaccia gli altri membri della gang come musicisti di un gruppo da lui diretto e che esegue musica rinascimentale (se ricordo bene). Il gruppo di ladri affitta così una stanza presso una vecchia signora di colore la cui casa è vicina al luogo della rapina e tramite un tunnel che il gruppo scava di nascosto possono accedere al caveau dove sono tenuti i soldi.
Ad un certo punto nel corso di una scena Hanks e la donna parlano di musica e la donna dice che da quel posto sono passati fior di musicisti... "Una volta negli anni sessanta è passato anche un ragazzo ebreo con la chitarra..." (cito a memoria ma più o meno la battuta è questa). Inutile dire chi sia il giovanotto...? No?
Ciao
Marco

Ciao Marco
è vero, l'ho visto quel film... e mi hai fatto ricordare la battuta. Tra l'altro è un bel film e lo consiglio a chi non lo ha visto (è il remake di un film con Alec Guinness dal titolo La signora omicidi o qualcosa del genere se ricordo bene ed ha molto anche de I soliti ignoti, uno dei miei film preferiti in assoluto). E' molto divertente e Hanks è grande come sempre. Tra l'altro merita anche perchè è zeppo di grandi canzoni gospel e della musica di T-Bone Burnett, grande amico e collaboratore di Bob Dylan.
Ciao e alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


Rinnovo questo appello se qualcuno può aiutarci. Finora nessuna nuova.

3030) Ciao Michele,
sto cercando disperatamente la traduzione della conferenza stampa di Dylan a San Francisco del 1965.
Puoi darmi un mano?
Tino

Ciao Tino
qualcuno per caso ne ha una trascrizione in inglese? Se me la fa avere la traduco. Non so se esiste da qualche parte... Fatemi sapere, grazie.
Michele "Napoleon in rags"


3031) Ciao Michele
leggo sulla posta di MF che: "la stragrande maggioranza degli album di Dylan degli anni '80 sono penosi" (lettera 3004).
Fermo restando che ognuno ha le proprie opinioni e fa le scelte che meglio ritiene e fermo restando che tutte le opinioni sono rispettabili volevo esprimere il giudizio opposto. I dischi di Bob degli anni '80 non sono dei capolavori come quelli degli anni '60 o '70 ma sono sicuramente buoni/ottimi/eccellenti dischi con l'eccezione di KOL e DITG di cui parlerò alla fine (due album comunque essenzialmente di covers che dubito si possano definire "la stragrande maggioranza"). Voglio fare presente che negli anni '80 sono usciti i seguenti album che non capisco proprio come si possa definire penosi: Saved, Shot of love, Infidels, Empire Burlesque, Oh Mercy.
Il mio giudizio è il seguente in ordine di bellezza:
Oh Mercy: capolavoro assoluto dell'arte di tutti i tempi. Avesse anche inciso solo questo album negli anni '80 Dylan sarebbe stato per questo da ricordare anche in quegli anni come uno dei più grandi. Quindi qui non spreco parole perchè sarebbe ridicolo.
Infidels: Grandissimo album con moltissime perle assolute, come Jokerman, una delle più belle canzoni di Dylan. Sweetheart like you: stupenda, un capolavoro. License to kill: grandissima canzone, grandissimo testo, grandissima interpretazione. I and I (spero non rientri anche questa nella stragrande maggioranza delle cose penose visto che per me è una delle vette di Bob). Don't fall apart on me tonight: ottima canzone. Ed anche i restanti brani, Neighborhood Bully, Man of Peace e Union Sundown, pur inferiori, sono comunque canzoni buone/discrete, specie le prime due, e sicuramente non penose.
Shot of love: album grande nel suo complesso pur con qualche caduta di tono. In the summertime è di una bellezza disarmante. Every grain of sand è una delle più belle canzoni di tutti i tempi. Groom... è un grandissimo pezzo con uno dei più bei testi di Bob ed una musica trascinante (oltre ad una grande interpretazione vocale). E Shot of love, Dead man... e Property of Jesus mi sembrano comunque brani buoni/ottimi. L'unica canzone per cui secondo me si potrebbe usare il termine penoso è Watered down love.
Saved: album sicuramente buono. Covenant woman è un capolavoro. Pressing on è stupenda anche se sono d'accordo che dal vivo era meglio (diciamo sublime) ma comunque la canzone resta eccellente. Solid rock è uno dei più bei rock-blues di Bob. Allora mi chiedo anche qui dove sono le canzoni penose? In the garden forse? Splendida. Saving grace? Bellissima.
Empire Burlesque: album buono nel suo complesso con alcuni eccellenti brani come Tight connection, When the night comes falling..., Dark Eyes. Altri comunque buoni come I'll remember you e Seeing the real you... E anche qui non vedo dove siano queste cose penose visto che anche cose minori come Clean Cut Kid ed Emotionally yours sono comunque canzoni discrete, secondo me (e se proprio si vuole essere ipercritici comunque sufficienti).
E chiudiamo con gli ultimi due degli anni '80.
Knocked out loaded: Brownsville girl è un capolavoro ed è inutile parlarne. Maybe someday, Driftin' too far... e Precious Memories sono canzoni passabili. Le restanti sono sì penose ma sono anche brani non di Dylan o cofirmati con altri.
Down in the groove: E' l'unico album degli anni '80 che si può definire penoso, secondo me, con l'eccezione di un bel brano quale è Death is not the end, ed un ottimo brano come Silvio.
Dunque una produzione quella degli anni '80 a mio avviso più che buona con alcuni picchi come OM ed Infidels ed alcuni lavori comunque ottimi (Saved, SOL, EB).
Questo è il mio pensiero.
Ciao
Paolo

Ciao Paolo
grazie per il tuo contributo al dibattito che naturalmente continua.
Alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


3032) Ciao Michele
ti segnalo questi due fumetti che citano Bob.
Il primo è un numero della Marvel della serie "Ultimate Adventures" dal titolo "Soldatino di latta", una storia di super-eroi. Tra l'altro (sarà un caso? :o) ) l'autore dei testi è tale Ron Zimmerman. Il volume contiene sei albi. Il primo si intitola: "Non è me che stai cercando, bella" (Titolo originale dell'albo americano: "It ain't me you're lookin' for, babe"). Ovvia citazione di It ain't me babe. Il sesto albo si intitola: "Canzone per Woody, Bob Dylan 1960" (sic) (titolo originale: "Song for Woody, Bob Dylan, 1960"). Ovvia citazione di "Song to Woody" anche se non capisco il 1960. Tra l'altro anche gli altri albi contenuti citano canzoni come ad esempio "Mandate avvocati, armi e denaro" che cita il pezzo di Warren Zevon cantato anche da Dylan, e altri brani di Paul Simon e Tom Waits.
Ti allego alcune immagini tratte dall'albo.
Il secondo è una strip umoristica (o meglio satirica) pubblicata negli anni sessanta su Eureka, te la allego. La strip si chiama Soliloquy è l'autore è Hugo. Non so se vuoi pubblicarla... è molto cattiva con Bob.
Ciao e complimenti per l'incredibile lavoro che fai su MF.
Pasquale

Ciao Pasquale
eccole qui, grazie! Certo che la pubblico. Su MF mica parliamo solo bene di Bob. Se qualcuno vuole parlarne male...
Nello specifico quella strip è secondo me molto qualunquista e non mi fa ridere. Dylan secondo me era anche sottopagato. Io al suo posto avrei chiesto il triplo del compenso. Il genio si paga e la gente muore di fame non perchè Dylan viene strapagato. Ripeto quel tipo di battute mi sono sempre sembrate molto fuori luogo e Dylan meriterebbe molti più soldi di quelli che guadagna.
Aggiungerò quanto prima le immagini nella nostra sezione apposita "Dylan e i comics".
Ciao e alla prossima (e grazie per i compliments)
Michele "Napoleon in rags"



3033) Ciao Michele
mi incuriosisce la classifica delle hate songs. Ecco la mia (sul primo posto non c'è proprio dubbio!!!).
Marco

1) Idiot wind
2) Like a rolling stone
3) Abandoned Love
4) Masters of war
5) Positively 4th street
6) Don't think twice it's all right
7) Dirge
8) Hurricane
9) Dead man, dead man
10) I pity the poor immigrant

Ciao Marco,
OK! grazie per il tuo contributo.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


3034) Okay questa è l'ultima poi non insisto più...
Allora ci vediamo a Napoli, mi raccomando...!
Michele "Napoleon in rags"



clicca qui



Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it




E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION