parte 235
Lunedì 1 Novembre 2004


2880) Ciao Michele
guarda che bella immagine ho trovato... bella vero?
Val

Ciao Val,
bella davvero! Grazie. Dylan è perfetto... e Joanie... mi fa morire!!! :o)
Ciao
Michele "Napoleon in rags"

2881) Ciao io sono Vincent, sono un cantautore di Torino che suona in giro nei club le proprie canzoni e non solo: "my love she speaks like silence, whithout ideals or violence....."
Siete forti, guardo le news quasi ogni giorno. Vi allego una mia foto più una stesura in italiano di "To Ramona" rivisitata da me. Saluti anche a quella dolce ragazza di Annalisa (Puma).
ciao a tutti.
 

 
Ramona

Ramona ti voglio vicina
con gli occhi socchiusi,
dissolti gli spasmi di pena
nei sensi riaccesi, i fiori
in città benché vivi
avranno una morte, e
trattare col fato e solo
tempo sprecato ma dirtelo
è insensato.

Le tue labbra spaccate dal
sole amo baciare, le tue
gesta sono finite in fondo
al mio cuore, e mi brucia
amore sapere che ti
stanno giocando, sono solo
schemi-vuoti teoremi
che tanto male
ti fanno.

La tua mente invasa
con shiuma di vuote parole
che non sai se restare o
tornare nel tuo paese natale,
ti hanno giocato e dipinto
la fine del mondo, e quei
sogni che fai quando
stai male, con me non
li farai.

Tu sei meglio di niente
e niente e niente è meglio
di te, questo è quello che descrivi
di te, ma gli eventi-le forze-
gli  amici sono questi
i tuoi guai, t’imprimono
cose, giuste per loro ma
sbagliate purtroppo
per te.

Potrei continuare ma
so che non puoi ascoltare,
in questi casi non c’è
consiglio che vale, tutto va
torna-passa e si trasforma,
tu segui il tuo cuore
e chissà domattina
sarò io a chiamarti
piangendo.

Ciao Vincent,
grazie per i complimenti e benvenuto su queste pagine.
Molto bella la tua versione di To Ramona che ho già inserito nella nostra sezione "Italian Version". Mi sono permesso di inserirti anche nella nostra rubrica "Tutti figli di Zimmerman"... Se poi vorrai mandarmi altro materiale e dati fai pure così la aggiorno.
E poi... accidenti che foto!!!! Dylaniana al ciento pe' ciento!!!
Ciao e alla prossima
Michele "Napoleon in rags"


2882) Ciao Michele,
sono Alex Crispini della Rolling Thunder Band di Macerata.
Ti scrivo per informarti che ora è disponibile un link del nostro gruppo dove poter scaricare ed
ascoltare dei nostri Mp3.
Ti sarei grato se potessi inserirlo nella nostra scheda contenuta nei Figli di Zimmerman.
http://www.rockaroundtheroad.it/schedegruppi.htm
Quest'estate abbiamo suonato molto, anche al festival blues di Sant'Agostino (Fe) dove abbiamo
letteralmente trovato valanghe di fan di Dylan.
Spero che prima o poi si possa fare qualcosa assieme.
Ti saluto con affetto.
Alex Crispini

Ciao Alex,
Ok! Ho provveduto ad aggiornare la vostra scheda dei "Figli di Zimmerman".
A presto.
Michele "Napoleon in rags"


2883) Gent. mo signore e signori,

sono uno studente di Lingue e Letterature straniere di Genova e sto scrivendo una tesi sulla traduzione
dall'inglese all'italiano di canzoni "cult", definizione che si adatta perfettamente a molte delle opere di
Bob Dylan. Sono arrivato sul vostro sito in cerca di informazioni su alcune cover di Blowin' in the wind.
In particolare, conosco testo e musica della versione cantata da L. Tenco e scritta da Mogol. Ho però
trovato riferimenti ad altre interpretazioni, come quella di Johnatan e Michelle e dei Kings. Non riesco
però a trovare ne' in rete ne' nei negozi i testi di queste versioni. Si tratta effettivamente di traduzioni
diverse? In tal caso potreste indicarmi le fonti da cui procurarmeli? Esistono eventualmente altre
traduzioni cantabili di questa canzone?
Vi sarò grato per qualunque aiuto potrete darmi.
Distinti saluti.

Federico Melle

Ciao Federico,
io ho solo quella di Tenco. Non saprei se le versioni di Johnatan e Michelle e dei Kings siano la stessa di Tenco (ossia quella di Mogol) o se siano differenti. Se qualcuno lo sa e possiede i testi di altre versioni ci faccia sapere.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2884) Ciao Michele,
ti invio in allegato un breve racconto sul mio primo "incontro" con Bob Dylan, da inserire quando e se
vorrai, nella sezione "When we first met".
Ti ringrazio e ti saluto
keep on rockin' in our free world

Marco Pavan, Vicenza

Ciao Marco,
già messo qui qualche giorno fa. Molto bello. Hai poi cambiato idea su Rainy Day Women? O continua a non piacerti?
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2885) Ciao Michele,
navigando in rete ho scoperto che sei citato spesso nel sito della Rai, www.educational.rai.it, dove tra l'altro riportano molte tue traduzioni di canzoni di Bob (con il tuo nome e cognome ben in evidenza, però) come Senor
http://www.educational.rai.it/railibro//articoli.asp?id=416

o every grain of sand
http://www.educational.rai.it/railibro//articoli.asp?id=417

o jokerman
http://www.educational.rai.it/railibro//articoli.asp?id=418

ed altre. Lo sapevi?

Volevo inoltre chiederti se si sa qualcosa di un prossimo tour europeo di Bob. Purtroppo per motivi di lavoro ho perso gli ultimi concerti in Nord Italia e spererei di poter rivedere Bob a breve.
Ciao
Giorgio
 
Ciao Giorgio
e grazie della segnalazione. Che dire? Sono onorato di essere inserito in quel sito prestigioso... Finirà che mi monto davvero la testa :o)
Per quanto riguarda tour europei non ci sono ancora buone nuove. Per il momento prosegue il tour americano... Speriamo per la primavera/estate prossime.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2886) Hola Miguel, guarda un po' cosa abbiamo qui... non male, vero? Si tratta di un vecchio numero di Ruta 66 (tiempos de rock'n'roll), una rivista musicale "storica". L'ho scovata lo scorso maggio a Madrid in una tienda (negozio) di dischi usati! All'interno c'è un interessante "informe" (cioè uno speciale) sul
Nostro, preceduto dal famoso prologo di Elliott Murphy sul "Picasso del rock'n'roll". Appena ho un po' di tempo traduco tutto e te lo mando, ok?

Bueno amigos, por ahora desde aquí es verdaderamente todo! Un abrazo muy fuerte a todos y (sobre todo) a todas por la "Lince Roja"!!! Hasta luego!

(...per i non ispanisti > ok amici, per il momento quì da Cagliari è veramente tutto! Un forte abbraccio a tutti e (soprattutto) a tutte dalla "Lince Rossa". A presto!)

Stefano "Red Lynx"
 

Ciao Stefano
benissimo. Traduci pure e mandami tutto che inserisco nella nostra pagina delle "Stories in the press".
Ciao
Michele "Napoleon in rags"

2887) Ciao Michele,
mi chiamo Marco e sebbene non possa ritenermi un accanito fan di Dylan, ho però sempre apprezzato
la sua musica.
Fatta questa premessa, avrei una richiesta da farti: tra breve mi recherò a New York per una visita
lampo.
Mi piacerebbe visitare il Greenwich Village, un luogo molto frequentato da Dylan in passato, ma non
saprei veramente da dove cominciare.

Potresti indicarmi i luoghi maggiormente legati alla figura del poeta-cantautore?

Sarei curioso di sapere poi qual è il nome della strada che si vede nello sfondo della copertina dell'album
"The Freewheelin' Bob Dylan".
 
Ti sarei molto grato se potessi rispondere alla mia richiesta.

A presto

Marco

Ciao Marco
direi che devi andare sicuramente nella 4th Street ed in Mac Dougal Street (al numero 92/94) dove Dylan visse.
Nel cd rom Highway 61 interactive il vicolo del celebre "videoclip" di Subterranean Homesick Blues (da "Don't look back") viene posizionato nel Greenwich... Quale vicolo sarà? Prova a rintracciarlo dopo esserti dato una ripassata al video.
Sempre su quel cd rom c'è il Perplexed Onion, un locale frequentato da Bob. Ci sarà ancora? E poi naturalmente il Cafè Wha?, e ancora il Gaslight e poi il Gerde's Folk City. Poi ci sarebbe il Folklore Center. Esisteranno ancora? Qualcuno che è stato lì può aiutarci?
Sulla 7th Avenue c'era poi il coffee shop dove Bob scrisse "The lonesome death of Hattie Carroll". Ci sarà ancora? Quale sarà? Buona caccia.

Ed ecco altri luoghi che ho trovato su vari siti:
- Corner (32 W. 8th): Versailles clothing was 8th Street Bookshop, classic Beat bookstore; Bob Dylan was introduced to Allen Ginsberg here in 1964.

- Esperanto Café ("always open") was the Kettle of Fish (now on Christopher Street), hangout of Village characters like Joe Gould and photographer Weegee. Bob Dylan had a fight here with Andy Warhol over Edie Sedgwick.

- Village Theater; space was Art D'Lugoff's Village Gate, legendary jazz showplace. (Note sign on corner of building.) Bar at this address was the club Life. Bob Dylan wrote ''A Hard Rain's Gonna Fall'' in a basement apartment of this building.

Qualcuno può consigliare altri "itinerari dylaniani"? Fateci sapere...


Per chi non avesse già letto la notizia...

2888) Ciao Michele,
sicuramente lo saprai già, ma ti vorrei informare che sul numero odierno di "La Repubblica delle donne",
settimanale allegato a Repubblica, a pagina 68 c'è una bella intervista di 6 pagine a Bob Dylan con foto
inedite.
ciao
Valeria



 
2889) Ciao Michele,
ti informo che oggi nell'inserto Donne c'e' una lunga intervista a Dylan con foto e curiosita' del tipo che
sarebbero pronte delle nuove songs per il nuovo album, un altro album con le tradizionali songs di Dylan
da lui o dal gruppo (?) con nuovi arrangiamenti.

Stefano

Grazie a Valeria e Stefano per la segnalazione che ho riportato due giorni fa nel "Cosa c'è di nuovo". Ormai le notizie su un nuovo prossimo album cominciano ad essere sempre di più... segno che effettivamente qualcosa si sta muovendo... Speriamo in un annuncio ufficiale al più presto...
Ciao
Michele "Napoleon in rags"


2890) Ciao Michele
una domanda forse strana... Su Maggie's Farm in effetti c'è praticamente di tutto e di più però manca una
pagina in cui venga raccontato come è nato il sito, come viene gestito... etc. insomma la classica pagina
del "Chi siamo". Non credi?
Paolo

Ciao Paolo
può darsi che tu abbia ragione. In effetti non ci ho mai pensato perchè non la ritengo fondamentale visto
che il sito parla da solo, secondo me. Però se vuoi vai a questo indirizzo dove rilasciai un'intervista ormai entrata nella storia (un po' come la conferenza stampa di Dylan a San Francisco 65, più o meno) e nella quale raccontai tutta la storia del sito:
http://www.16noni.it/musica/dylaniato.htm
Anzi ora che mi ci fai pensare... linkerò questa pagina nell'Indice Generale di MF così da colmare la
lacuna che menzioni.
Ciao,
Michele "Napoleon in rags"


2891) Hola a todos y a todas!
Visto che ultimamente si è parlato parecchio dei Byrds e di "Mr. Tambourine Man"... ecco quà (in attesa che mi cimenti nell'ardua impresa di tradurla un giorno anche in sardo...) una bella versione española del "Signor Tamburino" di Bob!!! Buona lettura, y hasta luego...

Stefano "Red Lynx"

PS: vi rubo ancora una manciata di secondi per fare un muy rápido saluto ad un carissimo amico di Madrid (cui ho cercato di contagiare, spero con buoni risultati, la "dylanite"...) che forse in questo momento ci sta leggendo...

Hola Nacho, espero que estás bien y que todo vaya por lo mejor por ahí! Esta canción de Bob aquí abajo es un pequeño regalo para ti...
Un abrazo fuerte!

Para siempre tu amigo,
Stefano

Ciao Stefano
ah già... ricordati che abbiamo una sezione che si chiama "Dylan in vernacolo"... non guasterebbe una versione sarda (ce n'è solo una finora, quella di Gimbo the ant)... visti i precedenti illustri di Zirichiltaggia et similia del grande De Andrè...
Ciao ed ecco Mr. Tambourine en espanol.

Señor de la Pandereta
(musica y palabras por Bob Dylan)

Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
no tengo sueño y no voy a ninguna parte.
Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
en el cascabeleo de la mañana te seguiré.

Aunque sé que el imperio de la tarde ha vuelto a convertirse en arena
se ha desvanecido entre mis manos
me ha dejado a ciegas, de pie, pero sin dormirme aún.
Mi abatimiento me asombra, estoy plantado en mis zapatos
no hay nadie a quien tenga que ver
y la antigua y vacía calle está demasiado muerta para soñar.

Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
no tengo sueño y no voy a ninguna parte.
Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
en el cascabeleo de la mañana te seguiré.

Dame una vuelta en el torbellino de tu nave mágica.
Me han despojado de mis sentidos, mis manos no sienten al apretar
los dedos de mis pies demasiado entumecidos para caminar
esperan solo a las suelas de mis botas para empezar a vagar.
Estoy listo para ir a cualquier lugar, estoy listo para desvanecerme
en mi propio desfile, lanza el hechizo de tu baile hacia mí,
prometo seguir bajo él.

Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
no tengo sueño y no voy a ninguna parte.
Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
en el cascabeleo de la mañana te seguiré.

Aunque puedas oír la risa, girando, balanceándose locamente a través del sol
no está dirigida a nadie, simplemente escapa a la carrera
y, excepto el cielo, no hay ningún cercado a la vista.
Y si oyes rastros borrosos de un saltarín carrete de poesía
a tiempo con tu pandereta, no es más que un harapiento payaso ahí detrás.
Yo no le prestaría atención, no es más que una sombra lo que ves que él persigue.

Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
no tengo sueño y no voy a ninguna parte.
Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
en el cascabeleo de la mañana te seguiré.

Después llévame desapareciendo a través de los anillos de humo de mi mente,
hasta las neblinosas ruinas del tiempo, más allá de las hojas congeladas,
los embrujados, asustados árboles, fuera, a la playa ventosa,
lejos del estrafalario alcance de la loca tristeza.
Si, a bailar bajo el cielo de diamante moviendo libremente una mano,
silueteado por el mar, rodeado por las arenas del circo,
con todos los recuerdos y el destino conducido profundo bajo las olas,
déjame olvidarme de hoy hasta mañana.

Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
no tengo sueño y no voy a ninguna parte.
Hey Mr. Tambourine Man, tócame una canción
en el cascabeleo de la mañana te seguiré.
 
SIGNOR TAMBURINO
(words and music by Bob Dylan)

Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
non ho sonno e non c'è nessun posto dove andare.
Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
nel mattino tintinnante ti seguirò.

Sebbene io so che l'impero della sera si è trasformato in sabbia
svanito dalle mie mani
resto qui cieco ma ancora insonne.
La mia stanchezza mi stupisce, sono fisso sui miei piedi
non ho nessuno da incontrare
e la vecchia strada vuota è troppo morta per sognare.

Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
non ho sonno e non c'è nessun posto dove andare.
Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
nel mattino tintinnante ti seguirò.

Portami in un viaggio sulla tua magica nave turbinante.
I miei sensi sono spogli, le mie mani non hanno presa
le dita dei miei piedi troppo intorpidite per camminare
aspettano solo i tacchi dei miei stivali per vagabondare.
Sono pronto per andare dovunque, sono pronto a svanire
nella mia parata personale, lancia il tuo incantesimo danzante,
prometto di sottopormici.

Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
non ho sonno e non c'è nessun posto dove andare.
Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
nel mattino tintinnante ti seguirò.

Sebbene tu senta ridere, ruotare, dondolare follemente attraverso il sole
ciò non è indirizzato a nessuno, semplicemente sta scappando di corsa
e tranne che il cielo non trova barriere.
E se tu senti vaghe tracce di mulinelli di rime saltellanti
al tempo del tuo tamburino, non è altro che un lacero pagliaccio.
Fosse per me non gli presterei alcuna intenzione, vedi bene che è solo
un'ombra quella che insegue.

Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
non ho sonno e non c'è nessun posto dove andare.
Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
nel mattino tintinnante ti seguirò.

Allora fammi scomparire tra gli anelli di fumo della mia mente
giù nelle brumose rovine del tempo, lontano dalle foglie gelate
dai terrifici alberi infestati dai fantasmi, su spiagge ventose,
fuori dal corso attorcigliato del folle dolore.
Sì, danzare sotto il cielo adamantino con una mano che fluttua libera
stagliata contro il mare, con intorno un cerchio di sabbia,
con i ricordi ed il destino persi nelle onde
lasciami scordare l'oggi fino a domani.

Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
non ho sonno e non c'è nessun posto dove andare.
Hey Signor Tamburino, suonami una canzone
nel mattino tintinnante ti seguirò. 


2892) Ciao Michele,
ho tra le mani la nuova uscita discografica di Dylan! Si tratta di un cofanetto con due cd in jewel-cases separati contenenti una collezione di performance dagli esordi fino al 1974. L' ho reperito attraverso i miei
canali preferenziali presso l' aristocrazia discografica ;-)
Eccoti gli scan del cofanetto, di uno dei suoi cd e del suo libretto aperto.
Scherzi a parte, questo cofanetto mi incuriosisce molto in relazione alle faccende del copyright: è una produzione spagnola e porta sul cd il simbolo della S.G.A.E. che dovrebbe essere la SIAE spagnola, qualcuno me lo può confermare? non c'era un inviato spagnolo per Maggie's? il fatto che tutte le performance risalgano a più di trenta anni fa mi fa pensare ad una norma sulla scadenza del copyright simile a quelle che permettevano la pubblicazione di materiale ufficiale su compilation commerciali in alcuni paesi europei; a me ad esempio è capitata una compilation legale polacca, non della Columbia, permessa dalla scadenza dei diritti d'autore dopo venticinque anni. Ora anche la Polonia ha allungato di molto i termini di scadenza e credo che ormai sia pure una questione di uniformarsi a norme europee, però mi sembra che una recente sentenza americana abbia scagionato un produttore di bootlegs perchè la legge non prevedeva una scadenza dei diritti su quel tipo di materiale... può darsi che qualcuno in Europa stia tornando a provarci? sul cd ci sono anche riferimenti telefonici, e-mail e web (questi ultmi non funzionanti).
C'é qualche esperto della materia?
Carlo "Pig"
ps: a questo indirizzo è acquistabile il cofanetto:
http://www.los40.com/artistas/disco.html?grp_id=11981&alb_id=73414

Ciao Carlo
grazie per la segnalazione curiosa. Il nostro inviato spagnolo c'è eccome (vedi sopra)... Stefano che ci dici? Illuminaci se ne sai qualcosa.




2893) Ciao Michele
guarda che bella foto di Bob e Bono. Potresti metterla nella pagina di MF dedicata al leader degli U2..
Andrea

Ciao Andrea
bella foto ed ottima idea. L'ho inserita nella pagina apposita.
Ciao
Michele "Napoleon in rags"



clicca qui



Clicca qui per leggere i racconti finora pubblicati
Scrivete sempre a spettral@tin.it



E' UNA PRODUZIONE
TIGHT CONNECTION